Kanye West, nuovi insulti a Taylor Swift

Nel dietro le quinte del Saturday Night Live, Kanye West ha apostrofato Taylor Swift dandole della "brutta ipocrita". Poi si è lasciato andare in un delirio d'onnipotenza: "sono del 50% più influente di qualsiasi essere umano"

Kanye West in questi giorni non riesce a star lontano dalle prime pagine. C'è ben poco da fare. Dopo l'annuncio di un debito di 53 milioni dollari che ha scatenato l'ironia degli utenti Twitter, il rapper, produttore e stilista statunitense è di nuovo sulla bocca di tutti.

A far discutere oggi è tuttavia una sorta di fotocopia: Kanye West ha insultato Taylor Swift. Di nuovo. E questa volta, a testimoniare l'ennesima stilettata del rapper alla cantautrice USA, è un audio rubato nel dietro le quinte del Saturday Night Live, noto show televisivo satirico a stelle e strisce. Nella registrazione che circola in rete, si sentono infatti le parole di un Kanye West particolarmente furioso scagliarsi contro la neo vincitrice di tre statuette dei Grammy Awards, apostrofata dal rapper statunitense come una “Fake a*s”, traducibile in italiano come “brutta ipocrita”.

Cosa abbia scatenato questa volta l'ira di Kanye West, non è dato saperlo. Tuttavia, stando al racconto di una persona presente nel dietro le quinte, “poco prima di entrare in scena Kanye ha avuto un tracollo e ha minacciato di andarsene. Era davvero molto arrabbiato per come era stato organizzato il set. Urlava dicendo che è il più grande artista e che non è stato trattato da tale, poi se l'è presa con Taylor Swift”.

In effetti, il rapper non si è limitato a prendersela con la Swift. Durante la registrazione, si sente Kanye West lanciato in una sorta di delirio d'onnipotenza, nel quale afferma d'essere “del 50% più influente rispetto a qualunque altro essere umano”, morto o vivo. Un'affermazione, quest'ultima, che è entrata anche nei particolari: “sono più influente di Stanley Kubrick, di Picasso, di San Paolo apostolo e di Pablo Escobar”, ha continuato il rapper e produttore.