Lino Banfi: "Ho rinunciato a un film con De Niro per stare vicino a mia moglie"

L’attore ha presentato a Sorrento il film “Indovina chi sposa mia figlia!” e ha confessato di aver rinunciato al sequel per accudire la sua Lucia

Lino Banfi pur di stare accanto a sua moglie Lucia, con cui condivide 56 anni di matrimonio più dieci di fidanzamento, ha rinunciato ad un film con Robert De Niro. Lo ha rivelato l’attore agli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento, dove ha presentato la commedia “Indovina chi sposa mia figlia!”, produzione tedesca che l’ha visto protagonista nel 2009.

Il film, tratto dal romanzo best-seller di Jan Weiler, è stato campione d’incassi in patria e i produttori ne hanno subito messo in cantiere un sequel. Il personaggio interpretato da Banfi, Antonio, sarebbe dovuto andare negli Stati Uniti per conoscere Robert De Niro come premio di un concorso. Ma il comico pugliese ha rinunciato alla parte perché sta vivendo un periodo personale molto delicato.

Lino Banfi: "Per mia moglie ho rinunciato a un film con De Niro"

La moglie Lucia è affetta da una malattia che potrebbe lasciarla su una sedia a rotelle e che in futuro potrebbe portarla a non riconoscere più nemmeno i suoi cari. Il legame che unisce la coppia è fortissimo: i due si sono conosciuti quando lui aveva 15 anni e lei 13 e da allora non si sono più lasciati.

È in una fase molto delicata – ha detto Banfi a Sorrento, intervistato da Movieplayere mi hanno detto che l’importante è che io non mi allontani da Roma per tanto tempo, al massimo una settimana. Volevano fare il sequel del film, ma per questo ho dovuto dire no”.

È strano – ha concluso l’attore – perché adesso a distanza di tempo, un produttore, Carlo Maietto, che è il marito d Janet Agren, ha un fratello che lavora con Trump, ha conosciuto vari personaggi e mi ha detto: ‘Lino, ricordati che entro la fine di quest’anno ti devo presentare De Niro, a Roma, perché gli ho parlato di te’”.