Meghan Markle non vuole la tata

Meghan Markle ha deciso di rompere con la tradizione: il suo primogenito non avrà una tata, ma lei se ne occuperà in prima persona

Dal momento del suo fidanzamento, Meghan Markle ha subito mostrato come sarebbe stata un membro non convenzionale della Royal Family. Ed è pronta a rompere con la tradizione quando nascerà il suo primogenito.

La duchessa di Sussex è infatti intenzionata a non assumere un team di tate per il nascituro, ma vuole occuparsi personalmente del figlio. Come riporta l’Express, è un amica rimasta anonima a rivelarlo. “È determinata a non fare le cose in maniera convenzionale”, ha affermato la fonte. A quanto pare, lei e il Principe Harry vogliono essere genitori pratici e presenti, nonostante non sia mai accaduto che i Royal Baby non siano stati affidati alle tate.

Lo scopo di Meghan, stando alla sua amica, è dimostrare alle donne che non possono permettersi un aiuto extra che è dalla loro parte: vuole condurre la sua vita in maniera forte e indipendente, anche quando sarà una mamma concentrata sul benessere del suo bimbo o della sua bimba. Tuttavia, l’ex attrice potrebbe contare comunque su un aiuto, più tradizionale per le persone comuni e meno per i membri della Royal Family: la nonna.

Doria Ragland, mamma di Meghan e futura nonna materna del bambino, pare sarà presto nel Regno Unito in vista del parto, che è previsto per questa primavera. La nonna paterna non è in vita - Lady Diana, mamma di Harry, è infatti scomparsa in un incidente stradale nel 1997.

L’amica della duchessa ha rivelato anche altri dettagli sulla sua maternità. Pare che Meghan voglia infatti un parto totalmente naturale e senza sostanze che allevino il dolore durante il processo. Al momento si sta esercitando moltissimo con lo yoga e con tecniche di respirazione che la aiuteranno ad affrontare il tutto.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?