Da Vienna a Malaga, la rete dei contatti che ha coperto Igor

Igor si è mosso da Budrio fino alla Spagna, dove è stato arrestato. Nella fuga ha usato contatti in Austria e Francia

Oltre otto mesi di fuga: da Budrio (Bologna) a Teruel, in Spagna. La domanda che sorge spontaneo è come? Un informatore da sempre molto attendibile - come si legge su Il Corriere della Sera - un giorno di fine estate chiese per non dire ad un invetigatore: "Avete mai controllato i pullman di pellegrini che escono dall’Italia per andare a Lourdes o Medjugorje?". Che sia andata così o meno, si saprà domenica mattina quando Igor si presenterà davanti al giudice spagnolo per la convalida dell'arresto.

Quattro pistole, un cellulare, un tablet, una chiavetta usb e un computer: è il materiale sequestrato dagli investigatori spagnoli nell'ambito dell'inchiesta su Norbert Feher. Da quanto si apprende, due delle quattro pistole sequestrate appartenevano ai due agenti della guardia civil rimasti uccisi. Il materiale rinvenuto sarà analizzato per "tracciare" eventuali contatti tenuti da Igor con l'obiettivo di individuare possibili fiancheggiatori o complici. Domani è in programma l'udienza di convalida del fermo ed è già stata richiesta dalla Procura di Bologna una copia dell'interrogatorio.

La Spagna

Subito dopo l'uccisione di Davide Fabbri, il barista di Budrio, il pm Marco Forte ha interrogato l'ex complice di Igor, Ivan Pajdek: "Se vi scappa cercatelo in Spagna, è lì che ha sempre detto di voler andare". La Spagna è sempre emersa tra i vecchi e più recenti contatti del fuggiasco: si sentiva con due ragazze di Valencia durante la detenzione. Una terza donna, una cubana che vive in Spagna era uno suo punto di riferimento. Un ragazzo lo vide a Madrid. E infine un grosso trafficante di droga che vive a Malaga sparito dopo che un amico gli aveva raccontato le avventure del russo.

Gli amici austriaci

In Austria, il killer di Budrio ha sempre trovato persone su cui contare. Soprattuto per un tizio che avrebbe fatto da tramite tra Igor, gli amici e i suoi famigliari, facendo pervenire messaggi e informazioni. Il meccanismo per trasmettere i messaggi lo specifica il Corriere, che scrive: "dalla zona di Vienna qualcuno mandava messaggi via WhatsApp a una persona serba che fa parte della cerchia di conoscenti/parenti/amici di Igor. Avuto il messaggio, il ricevente si metteva in viaggio (su un pullman) in direzione dell’Austria e lì si incontrava con il presunto intermediario che, appunto, è anche lui di Subotica. La spola Serbia-Austria si è ripetuta più volte, sempre con queste modalità". Molti contatti in Ungheria, ma lì si attende ancora l'avvio di una rogatoria internazionale.

Il versante francese

Il versante francese ha regalato agli inquirenti diversi contatti dalla rete di Igor: un gruppo di falsificatori di documenti, gente che creava passaporti fasulli e che in passato ha avuto per questo condanne pesanti, si legge su Il Corriere.

Commenti
Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 16/12/2017 - 12:26

E' inutile girargli intorno, il metodo giusto ed infallibile è quello di Wyatt Earp!

Holmert

Sab, 16/12/2017 - 12:28

Tanto valeva lasciarlo andare ,prenderlo al prezzo di altre tre sue vittime uccise a pistolettate,ne valeva la pena? Pare che l'abbiano preso perché è andato fuori strada con il suo pick-up. Perché non gli hanno sparato,poi? Gli assassini hanno vita facile.Loro sparano ed ammazzano, la polizia li deve catturare possibilmente vivi e se sparano vanno sotto processo. Che pacchia, eh!

venco

Sab, 16/12/2017 - 13:04

I 5 omicidi di Igor si potevano evitare se la nostra giustizia funzionasse, al primo arresto di furto o rapina doveva essere espulso fisicamente o imprigionato fin che non veniva accolto nel suo paese d'origine. Lo dico da sempre: l'immigrato clandestino al primo reato non deve più circolare libero in Italia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 16/12/2017 - 14:21

fra non molto, sentiremo che è fuggito dal carcere. E' uno che studia tutte le mosse. Dovrebbero incatenargli i piedi, nessun diritto umano per costui.

FabrizioP

Sab, 16/12/2017 - 14:36

Quando arriverete a capire che è un noto agente segreto?

carpa1

Sab, 16/12/2017 - 15:00

Venco, l'immigrato clandestino non deve circolare libero in Italia, PUNTO (ed espulso in men che non si dica).

carpa1

Sab, 16/12/2017 - 15:03

Gentaglia simile deve rimanere in carcere in attesa di processo (altro che processo breve) fino a quando sono stati smaltiti tutti i milioni di processi pendenti. Loro devono fare la coda come tutti.

alox

Sab, 16/12/2017 - 16:29

La pena di morte a questo delinquente e' la soluzione migliore...

marcocotino

Sab, 16/12/2017 - 17:03

Due belle notizie: 1. Arrestato in Spagna Igor il russo. 2. La Spagna non lo darà mai all'Italia.

Ritratto di Luigi1671

Luigi1671

Sab, 16/12/2017 - 23:48

alox 16/12/2017 - 16:29: "La pena di morte a questo delinquente e' la soluzione migliore...": parole giuste, parole sacrosante. Vedo che c'è qualcuno che finalmente comincia a ragionare saggiamente, anche se siamo ancora in pochi...

Ernestinho

Dom, 17/12/2017 - 06:22

La pena giusta per questa bestia sarebbe la "garrota"!

zenazone

Dom, 17/12/2017 - 07:07

E' solo uno zingaro aiutato dai bravi campeggiatori sparsi per tutta l'europa...