Politica
Manovra, Conte: "Contante a 2 mila euro non criminalizza nessuno"
Politica
Tusk: "Rinvio negoziati per ingresso Macedonia e Albania è un errore"
Politica
Siria, Conte: "Nessuna ipocrisia, perseguiremo sempre soluzione pacifica"
Juncker all'ultimo Consiglio Europeo: "Continuerò ad occuparmi di Europa"
Conte: "Schiaffo ad Albania e Macedonia del Nord svantaggia UE"
Conte: "Quota 100 è un pilastro della Manovra"

Bagno di selfie a Monreale per Matteo Salvini. "I mafiosi sono ovunque ma noi gli toglieremo l'ultimo paio di mutande"

Un vero e proprio bagno di folla quello che il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha ricevuto una volta arrivato a Monreale nell'ambito della visita in Sicilia, in occasione del 25 aprile. Il vicepremier ha deposto un mazzo di fiori sulla lapide che ricorda l'omicidio del capitano dei carabinieri Emanuele Basile assassinato dalla mafia il 4 maggio del 1980. In una Monreale blindata, con più di 100 uomini delle forze dell'ordine a garantire la sicurezza del vicepremier, Salvini ha poi fatto una passeggiata tra centinaia di monrealesi lungo la via Pietro Novelli, corso principale della cittadina normanna prima di arrivare in piazza Guglielmo dove ha tenuto breve comizio a sostegno della candidatura del candidato a sindaco di Giuseppe Romanotto. E a coloro che lo hanno fischiato Salvini ha risposto serafico: "Ringrazio anche i dieci che mi hanno fischiato, vi regaliamo pane, nutella e un libro di Saviano".