McDonald's apre in Vaticano e i cardinali sono in rivolta

Il fast food aprirà un nuovo ristorante a pochi passi dalla basilica di San Pietro

Non solo alte questioni telogiche, certe volte anche i cardinali devono misurarsi con banali vicende materiali, come ad esempio i panini di McDonald's.

Ed è proprio il noto fast food ad essere al centro di una controversia nelle porte di San Pietro: infatti, la notizia dell'affitto da parte di McDonald's di un locale di proprietà del Vaticano a pochi passi dal Cupolone ha fatto andare su tutte le furie diversi cardinali.

I locali in questione, fanno parte di un palazzo di proprietà vaticana, nel quale per un certo periodo ha anche abitato Joseph Ratzinger. Prima al piano terra c'era una banca, poi dopo la chiusura della filiale, i locali sono rimasti sfitti a causa dell'elevato prezzo di affitto, fino a quando non si è fatto avanti McDonald's.

In un intervista a Repubblica, il cardinale Elio Sgreccia, presidente della Pontificia Accademia della Vita, non usa mezzi termini: "Una scelta a dir poco discutibile, aberrante, per niente rispettosa delle tradizioni architettoniche ed urbanistiche di una delle piazze più caratteristiche che si affacciano sul colonnato di San Pietro, meta ogni giorno di migliaia di pellegrini e di turisti". E Sgreccia si dice contrario ad una tale iniziativa. A suo dire "piuttosto sarebbe il caso di utilizzare quegli spazi per attività in difesa dei bisognosi della zona, spazi di ospitalità, di accoglienza e di aiuto per chi soffre come insegna il Santo Padre".

Ma soprattutto a molti cardinali che vivono nel palazzo non va giù il fatto che abbiamo dovuto sbrosare di tasca propria parte dei costi per i lavori di ristrutturazione dell'immobile, tra cui quelli per una grande canna fumaria.

Tra chi, invece, vede nell'affitto dei locali a McDonald's un'opportunità, c'è il cardinale Domenico Calcagno, presidenre dell'Apsa, l'Amministrazione del patrimonio della Sede apostolica, che commenta: "Tutto è stato fatto nel rispetto della legge e che non sarà fatto niente che andrà contro le regole vigenti, la tradizione e gli interessi della Santa Sede".

Commenti

ziobeppe1951

Sab, 15/10/2016 - 16:15

Come al solito predicano bene ma razzolano male, niente rifugio per i disperati

Martinico

Sab, 15/10/2016 - 17:21

Lo dico da cattolico, venissi a sapere che su quel palazzo non si percepisce l'IMU mi sentirei ulteriormente tradito.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 15/10/2016 - 17:42

Nei locali sfitti ci mettano dentro le "risorse",tanto care a bergoglio(minuscolo ci sta) e alla nostra (purtroppo)presidenta.

rossini

Dom, 16/10/2016 - 08:41

He, he, he, è inutile ma la Chiesa Cattolica è sempre stata sensibile al fascino del Dio Denaro. Dai tempi delle indulgenze e della falsa donazione di Costantino, passando per il lucroso traffico di migranti. Chi vuole far sentire il proprio dissenso ha un mezzo semplice ed efficace: neghi l'8 per 1000 alla Chiesa cattolica. Passate parola.

@ollel63

Dom, 16/10/2016 - 08:42

... lo squallore dell'ITalia dei nostri tempi: la fine di uno stato vaticano ormai alla fine della sua esistenza. Siamo alla scomparsa d'ogni etica, d'ogni cultura. La fine di tutto.

MOSTARDELLIS

Dom, 16/10/2016 - 09:46

Questa è l'ultima di questo Papa argentino. Poteva ospitare centinaia di migranti invece di Mc Donald's. Ma si sa... predica bene e razzola male...

Trinky

Dom, 16/10/2016 - 10:18

...e Francesco a fare il cuoco o il cameriere!

guido.blarzino

Dom, 16/10/2016 - 10:36

Quando la chiesa incassa soldi c'è sempre una giustificazione divina correttamente interpretata.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 16/10/2016 - 11:05

Stai a vedere che questi si prenderanno l'appalto dei pasti per il prossimo conclave! Così, dopo il papa che si fa il selfie, dopo i cardinali che giocano a palla in cortile (film di Moretti) adesso avremo i porporati elettori che si sparano un paninazzo 'troppo giusto'! 'Scialla' caro Bergoglio!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 16/10/2016 - 11:30

@ziobeppe - Hai proprio ragione, è proprio così.

guido.blarzino

Dom, 16/10/2016 - 11:42

E pensare che negli USA ed in Inghilterra parlavano di applicare una tassa sui fast food per i grassi che contengono i prodotti divenendo importante concausa nell'obesità. Un problema che colpisce ormai anche l'Italia con bambini in sovrappeso nella misura del 22 per cento con causa principale le nuove abitudini alimentari invece della tradizionale cucina mediterranea. Il vaticano ingrassa il proprio portafoglio con deliberato danno alla salute dei bambini e con una pubblicità mondiale. Il massimo della disonestà morale (non dico cristiana perché sarebbe una bestemmia). Ci vuole Dante per sapere in quale girone infernale andrebbero papà e cardinali.