Conguaglio sulle pensioni Inps: "È tutto regolare"

Problemi sull'accredito delle pensioni per migliaia di pensionati. Adesso arriva la risposta dell'Istituto di previdenza sociale

Problemi sull'accredito delle pensioni per migliaia di pensionati. A lanciare l'allarme sono stati i sindacati Spi Cgil: "Ci risultano da molteplici segnalazioni in tutta Italia conguagli 'impazziti' e non meglio specificati sulle pensioni in pagamento da gennaio. In alcuni casi l'assegno di marzo è stato del tutto azzerato, in altri invece sono state operate erroneamente e impropriamente delle trattenute". "Da quanto abbiamo appreso - continua il sindacato dei pensionati della Cgil - l'ente attribuisce tali errori ad un malfunzionamento della nuova piattaforma fiscale. Fatto sta che questa situazione sta provocando non pochi disagi a molti pensionati, ai quali consigliamo di rivolgersi al patronato Cgil per inoltrare la domanda di ricostituzione della propria pensione. All'Inps invece chiediamo di intervenire quanto prima", hanno affermato i sindacati.

Conguagli impazziti, la risposta dell'Inps

Adesso è arrivata la risposta dell'Inps che nega un errato funzionamento del sistema: "Con riferimento alla segnalazione della Spi Cgil riguardo a 'conguagli 'impazziti' e non meglio specificati sulle pensioni' si fa presente che in merito ai conguagli fiscali l'Istituto non ha rilevato alcun malfunzionamento della piattaforma", fa sapere l'Istituto di previdenza sociale con una nota. Poi aggiunge: "Abbiamo recentemente specificato le modalità di applicazione dei conguagli fiscali di fine anno 2016 da parte dell'istituto nella qualità di sostituto d'imposta". "Queste modalità, disciplinate per legge, prevedono che, nelle ipotesi di incapienza, possano derivare posizioni con pensioni azzerate. La legge - prosegue l'istituto di previdenza - infatti prevede una rateizzazione solo per titolari di pensione non superiore a 18.000 euro lordi annui, per i quali viene effettuata d'ufficio una dilazione senza interessi per 11 rate di uguale importo".

Intanto si apre lo scontro tra sindacati e governo sulla riforma delle pensioni e sulla partenza dell'Ape, il prestito per l'uscita anticipata. ''Il governo aveva garantito che i tempi di applicazione delle norme sarebbero stati rispettati. Deve quindi darsi una mossa perchè la scadenza del 1 maggio è un impegno di
legge'', ha affermato il leader Cgil, Susanna Camusso. Il tavolo tecnico tra l'esecutivo e i sindacati è stato spostato al prossimo 20 marzo. Entro il 1 maggio il governo deve applicare le norme sul pensionamento anticipato.

Commenti

agosvac

Mar, 14/03/2017 - 13:34

In realtà non credo non ci siano state irregolarità, visto che a me hanno trattenuto sia a Gennaio che a Febbraio, ben 160 euro. Avendoli restituiti a Marzo, è chiaro che avevano fatto una castroneria!!! Spero che la cosa sia definitiva, anche se , temo, questa attuale gestione dell'Inps sia del tutto deficitaria!!!

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 14/03/2017 - 13:35

votate pd, votate ahahahahahahah

antonmessina

Mar, 14/03/2017 - 13:36

da non credere

Martinico

Mar, 14/03/2017 - 13:37

Che brutto paese incivile da IV mondo che siamo diventati. Non c'è più niente che funziona. Solo Equiltalia.

mifra77

Mar, 14/03/2017 - 14:12

cornuti e mazziati! è opportuno ricordarsi nelle urne di questi luridi buffoni che da cinque anni non fanno altro che truffare tutti coloro che hanno diritto a pensione o redditi miserevoli da lavoro. Prediligono furbi e fannulloni e girano con troller, dal costo pari ad una pensione media di uno sputasangue.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 14/03/2017 - 15:07

dicesi prelievo forzo dalle pensioni. i manzi africani nei resort a 6 stelle se la stanno ridendo ahahahahha. continuate a votare le zecche rosse

ag51

Mar, 14/03/2017 - 15:08

Praticamente ci hanno inchiappettato ancora........e tutti zitti, mi raccomando!

unosolo

Mar, 14/03/2017 - 15:17

comunque vada ci rubano soldi continuamente , ogni anno perdiamo mediamente 25/30 euro questo da cinque anni senza contare che non esiste rivalutazione e che la sentenza sulla legge Fornero il governo Renzi ha cestinato o hanno dato qualche decina di euro a campione e non a quelli che erano destinati , il sospetto esiste per prelievi strani e ingiustificati , non si riceve parte cartacea che dica chi prende quei soldi ogni anno al mese di marzo , nessuna comunicazione da parte della INPS verso i pensionati ignari e derubati ,

MaxSelva

Mar, 14/03/2017 - 15:28

non ci resta che piangere

cameo44

Mar, 14/03/2017 - 16:09

Si parla tanto del sistema pensionistico ogni Governo ha proposto la propria ricetta dal Governo Dini ad oggi si sono fatte tante riforme ma mai nessuno a voluto toccare le famose pensione d'oro i vitalizi compresi quelli di revirsibilità mentre il Governo ha ventilato di toccare le misere pensione di revirsibilità si parla tanto di equità ma sembra equo che esistano pensioni di €90.000 al mese e pensione di € 400,00 al mese?

VittorioMar

Mar, 14/03/2017 - 16:23

...L'INPS STA APPLICANDO "L'EUTANASIA DI STATO" PER TUTTI I PENSIONATI....AMEN !!!

Ernestinho

Mar, 14/03/2017 - 16:31

A me invece succede a Novembre con l'anticipo IRPEF per l'anno successivo. Però mi lasciano la bellezza di €. 3,00. Mi recuperano l'anticipo dal 2 Novembre, quando percepisco la pensione di Novembre con ben un mese di anticipo sulla scadenza fiscale del 30 Novembre. Potrebbero posticiparlo al 1° Dicembre quando percepisco anche la tredicesima. Ma il 1° Dicembre si prendono la restante parte con l'interesse di, udite udite, un giorno! Ma in tutto questo l'Inps non c'entra; esso non fa che applicare la legge!

Tarantasio

Mar, 14/03/2017 - 16:50

Inps come Equitalia, lo stesso obiettivo... far diminuire il numero degli anziani, e con i nuovi pensionati in arrivo da Africa altri tagli in vista...

Ernestinho

Mar, 14/03/2017 - 17:31

Purtroppo l'inps non fa altro che applicare la legge. La colpa sta più a monte!

Anonimo (non verificato)