Fidanzati travolti, l'assassino sarà processato per omicidio volontario

Cambia il capo d'imputazione per Maurizio De Giulio: da omicidio stradale a volontario. La perizia: "Sono stati trascinati per 50 metri"

"Certamente il magistrato qualificherà questo come un omicidio volontario, che dal mio punto di vista non ha nulla a che fare con un omicidio stradale". Le parole del direttore del Servizio Polizia Stradale Giuseppe Bisogno, non lasciano spazio a dubbi. Maurizio De Giulio, l'uomo che domenica scorsa ha travolto con il suo camion una coppia di motociclisti sulle strade della Val di Susa, uccidendo Elisa Ferrero e ferendo gravemente il suo fidanzato Matteo Penna, si vedrà cambiare il capo di imputazione: da omicidio stradale a omicidio volontario.

Parlando a margine di una conferenza stampa a Roma sull'operazione "Mercurio eye insurance", che ha portato al sequestro di 2419 veicoli per mancata copertura assicurativa, il direttore della Polizia Stradale ha aggiunto: "Il conducente del furgone ha volontariamente investito una moto provocando la morte di una donna e il ferimento grave di un uomo. È un atto volontario".

E ancora: "Certamente a breve il magistrato lo qualificherà come omicidio volontario, che non ha nulla a che fare con un omicidio stradale. Quest'ultimo è infatti una configurazione di illecito penale di base colposa, cioè di un soggetto che per la violazione di una norma del codice della strada commette un omicidio o un ferimento grave", ha concluso Bisogno.

La modifica del campo d'imputazione sarà decisa con ogni probabilità dal pm Paola Stupino, che in giornata dovrebbe depositare la richiesta di convalida per l'arresto di De Giulio, colto da un raptus di follia per una banalissima lite stradale.

In base alla perizia richiesta dalla Procura, sembra evidente che l'artigiano 50enne abbia travolto volutamente la moto alla rotonda di Condove, dopo averla inseguita per quasi un chilometro. Dopo l'investimento i corpi dei due ragazzi sono stati trascinati sull'asfalto per una cinquantina di metri.

In questo momento De Giulio, che ha ammesso davanti agli inquirenti di essere "disperato per quanto accaduto", si trova nel carcere torinese delle Vallette in attesa di parlare con il gip. L'incontro è previsto per mercoledì.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 11/07/2017 - 16:07

Ma come? L'avvocato difensore del delinquente parlava della richiesta di scarcerazione, che schifo...

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 11/07/2017 - 16:12

Era più che ovvio,lo dissi ieri. Questo non e'omicidio stradale che normalmente e'solo colposo,bensì atto deliberato e voluto,cambia solo l'arma utilizzata. Questo e'omicidio volontario. Mo' so azzi sua.

Jon

Mar, 11/07/2017 - 16:14

LAVORI FORZATI PER 30 ANNI.

Boxster65

Mar, 11/07/2017 - 16:24

Li ha trascinati per una cinquantina di metri solo perché non riusciva a vedere bene il numero della targa.... li inseguiva solo per questo mootivo.... buttate via le chiavi!!

Boxster65

Mar, 11/07/2017 - 16:39

Caro Carotenuto, non era un camion era un Van. Andando avanti di questo passo al prossimo articolo il camion si sarà trasformato in TIR....

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/07/2017 - 17:05

Ho fatto centinaia di migliaia di km. in giro per l'europa in motore con mia moglie. Mi hanno tagliato la strada centinaia di volte, in tutti i modi possibili e immaginabili, dai TIR ai monopattini. Il problema per noi motociclisti è che siamo noi l'anello debole della catena e i più esposti al rischio di ferirsi, anche seriamente. Per questo ho sempre cercato di prevedere che quello che arriva allo stop difficilmente mi darà la precedenza che mi spetterebbe, regolando la mia velocità in modo da poter evitare l'impatto. Men che meno, poi, reagire come quel ragazzo che ha colpito lo specchietto del furgone, perché non puoi mai sapere con chi hai a che fare. Pensateci, amici motociclisti, finché potete ancora farlo! Se vi tagliano la strada, e riuscite a evitare il disgraziato, lasciate perdere e tirate di lungo. Col diritto di precedenza, in Paradiso, fai pochissima strada.

dondomenico

Mar, 11/07/2017 - 18:11

Ha capito avvocato Del Giudice? Qui si stà parlando di omicidio volontario aggravato! Cosa cxxxo le hanno insegnato all'università? Ha studiato legge per imparare come si fa a far scagionare gli assassini rei confessi? La sua prima mossa da avvocato difensore è stata quella di tappare la bocca al suo assistito che stava ammettendo il folle gesto che ha causato la morte orrenda di quella povera ragazza ed il ferimento grave del suo ragazzo. Faccia una bella cosa...strappi quel pezzo di carta che le hanno dato all'università e si vergogni!

Anonimo (non verificato)

maxfan74

Mar, 11/07/2017 - 18:56

Ergastolo.

Loremar

Mar, 11/07/2017 - 20:17

Spero che venga condannato senza alcuna pietà ne sconti Mi da solo fastidio che comunque dovremo mantenere in carcere un animale del genere Dovrebbe essere incenerito

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 11/07/2017 - 20:46

Nessun processo. Dritto in carcere, ha ucciso una persona (quasi due) per uno specchietto. Non c'è difesa che tenga!

MassimoR

Mar, 11/07/2017 - 21:06

ergastolo . e quando esce sia fatto a pezzi

Guerrin

Mar, 11/07/2017 - 21:16

Tra poco inizieranno i distinguo. Si però non era vero che fosse ubriaco, oppure la prova del palloncino è andata persa ecc. Qualche leguleio in cerca di notorietà andrà da Giletti con barba da formiche ed abito attillato. Poi viene scarcerato e Mughini, Manconi e Cappato si stracciano le vesti per difenderlo. Tutto questo teatro servirà per inculcare il senso dell'ingiustizia, prepararci ai soprusi alla scarcerazione di politici e mafiosi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 12/07/2017 - 00:29

gzorzi dondomenico e tutti gli altri censori... l'avvocato difensore sta solo facendo il proprio mestiere, ne' più ne' meno. Se gli avvocati dovessero difendere solo gli innocenti, staremmo freschi!

Tipperary

Mer, 12/07/2017 - 04:28

Vedrete che il difensore farà saltare fuori l'ennesima perizia che stabilirà l'incapacità di intendere e di volere. Rito abbteviato. È tanto se si fa 6 anni . Poi si comporta bene, è fuori fra 3 anni.

MASSIMOFIRENZE63

Mer, 12/07/2017 - 06:43

Io uso lo scooter tutti i giorni per muovermi dentro Roma e vorrei dire questo ai motociclisti. A Roma, nel 60% dei casi le auto agli incroci la precedenza non la danno. Quindi quando vi avvicinate ad un incrocio e avete la sensazione che la macchina vuole passare comunque, lasciatela passare anche se avete la precedenza. Perché se vi fate male poi della ragione nulla ci fate.

Ritratto di Paola70

Paola70

Mer, 12/07/2017 - 08:12

Spero che gli diano l'ergastolo...

Gasparesesto

Mer, 12/07/2017 - 08:51

La replica di assassini impuniti di una Repubblica che non sa più che pesci pigliare . . si ripete L'importante per la massoneria Istituzionale era far fuori Berlusconi a qualsiasi costo . . poi . . il resto , gli Assassini rimangono a piede libero o al massimo ai domiciliari con un braccialetto a cui nessuno presterà vigilanza ! ( vedi caso Domenico Diele che malgrado tutto va anche a girare i suoi film ! Stessa scena verrà attuata per Maurizio De Giulio anche se è recidivo !

Gianni Barbero

Mer, 12/07/2017 - 09:44

Circostanze da verificare. La moto ha fatto una manovra pericolosissima per affiancare il furgone e dare un pugno allo specchietto. Anzichè rientrare per raggiungere l'altra moto di amici che seguiva,ha sorpassato il furgone e si è messa davanti,evidentemente senza allontanarsene,cosa che data la potenza ed agilità del mezzo,avrebbe potuto fare agevolmente.Alla rotonda,poi,pare che si sia pure fermata.

fedeverità

Mer, 12/07/2017 - 10:08

Schifoso essere umano...devi essere punito...duramente! Spero che te la facciano pagare...molto cara..sia la giustizia che.... DEVI MORIRE!

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Mer, 12/07/2017 - 10:33

Il problema è sempre lo stesso: troppi balordi in circolazione, troppi mentecatti, ubriaconi, strafatti di sostanze varie, sbandati di ogni genere, psicotici e sociopatici, tutta gentaglia che dovrebbe essere controllata con rigore e comunque messa in condizione di non nuocere e che invece è liberissima di stare in mezzo alla gente normale e perbene, con comportamenti e reazioni folli che spesso sfociano in drammi come questo.