Icardi perderà la fascia. Gli altri la faccia

Quindi Mauro Icardi è l'ex capitano dell'Inter. Si deciderà oggi, ma sembra una scelta già fatta. Via la fascia per far felici i tifosi della Curva dell'Inter che hanno giubilato il più grande patrimonio economico e tecnico della squadra. Perché li ha offesi. La storia è questa: Icardi scrive una autobiografia a 23 anni e tra un mucchio di banalità ricorda l'episodio di un Sassuolo-Inter, quando i tifosi pretesero un confronto con la squadra, rea di aver fatto schifo. Sono scene che si vedono spesso: i calciatori che devono andare a chiedere scusa agli ultrà. Icardi dice di aver attaccato i tifosi, poi addirittura di aver detto di essere pronto a chiamare criminali dall'Argentina per ammazzare tutti, poi di non essersi voluto scusare, poi scrive che quelle frasi erano esagerate.

L'estratto del libro viene pubblicato sui giornali e sui social, i tifosi scrivono un comunicato in cui dicono che Icardi è un bugiardo, che le sue ricostruzioni sono inventate e chiedono che gli venga tolta la fascia. E siamo a ieri, a San Siro: la curva mostra uno striscione contro, lo ignora e poi lo fischia. Rigore, tira Icardi, lo sbaglia, tutto lo stadio, curva a parte, lo applaude e fischia i fischi degli ultrà. È un messaggio proprio alla curva. L'Inter perderà la partita e anche un po' la testa, perché il club fa capire di essere tutto contro Icardi. Domanda: perché? Perché i tifosi vengono prima di tutto. Sì, ma (...)

(...) il 70% dello stadio era con lui e solo la curva contro. Allora sono gli ultrà che vengono prima di tutto. Ed è diverso.

Icardi ha 23 anni ed è il più grande patrimonio tecnico ed economico dell'Inter (53 gol in 98 partite in nerazzurro), e per questo è stato coccolato prima e fatto capitano poi. In una squadra senza campioni e per anni senza dignità era ed è un campione. Deve giocare a pallone e segnare. Lo fa. Anche quest'anno gli 11 punti dell'Inter dipendono in gran parte da lui. Forse non aveva le caratteristiche del capitano, ma chi lo ha promosso lo sapeva. Allora, perché adesso ci ripensano? Per 20 righe di un libro? Icardi non avrebbe dovuto scrivere un'autobiografia a 23 anni perché è ridicolo. Poi, sul fatto in sé, cioè la ricostruzione di Sassuolo, cioè degli ultrà che si sono comportati vergognosamente, se è vero quello che scrive, ha ragione lui. Se non è vero, ha torto e il club dovrebbe intervenire nel merito. Con un problema: che l'errore più grosso sta a monte, ovvero non si mandano i giocatori a farsi insultare o a insultare sotto la curva. I tifosi si rispettano in altro modo, non facendoli sentire i padroni. Ora gli toglieranno la fascia, la faccia però la perdono in molti.

Giuseppe De Bellis

Commenti

COSIMODEBARI

Lun, 17/10/2016 - 09:36

Anni fa l'Inter ha gettato nel tagliacarte un signore del calcio, Bergomi. Una bandiera a cui non ha concesso la partita di addio al calcio giocato. Ha pure permesso che a Zanetti non fosse riservato neppure un minuto di gioco nell'ultima partita della sua carriera nell'Inter nel proprio stadio, allenatore Mazzarri. Ieri ha doimenticato di leggersi, prima che fosse stampato, il libro biografia di un signor Nessuno. Perchè se Icardi è qualcuno di peso mondiale nel calcio a 23 anni, fino a scriversi una biografia, ditemi allora cosa erano Messi, Ronaldo il fenomeno e Ronaldo il Portoghese, Pelè e Maradona a 23 anni che non si sono scritti biografia alcuna a 23 anni. Quindi la colpa maxima è dell'Inter che doveva far togliere tutto lo scritto Icardi/ultrà, che non è stato fatto forse perchè la vendita del libro rinforzava le casse interiste, ma in maniera minimissima; tipo goccia in una mare.

cicero08

Lun, 17/10/2016 - 10:06

Icardi emblema di una società precaria e priva dell'esperienza e delle competenze necessarie a gestire un club prestigioso come l'Inter...

Ernestinho

Lun, 17/10/2016 - 10:12

Ben lo sappiamo come gli "ultrà" siano equilibrati!!!

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Lun, 17/10/2016 - 11:04

Ma nessuno perderà lo stipendio.

tuttoilmondo

Lun, 17/10/2016 - 17:03

L'Inter è una società di polli. A suo tempo ha svenduto nientemeno che Andrea Pirlo e Roberto Carlos. Svenduti!!!!!!!!!!!!!

BRAMBOREF

Mar, 18/10/2016 - 14:30

GIGI87 A margine di questa vicenda io vorrei sapere alcune cose. 1 - Chi ha fatto entrare gli striscioni? 2 - Una volta esposti, e letti, perchè la vigilanza non ha provveduto a farli rimuovere, come fa spesso? 3 - Quella banda di teppisti che fine faranno, una volta idebtificati?