Luino, per scappare dalla polizia i malviventi si lanciano dal ponte

I poliziotti hanno intercettano e inseguito un furgone rubato: i suoi occupanti, due giovani con lineamenti dell’Est, sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce saltando da un’altezza elevata

Saranno stati atletici i due ragazzi con lineamenti dell’Est intercettati l'altra sera dalla Polizia se, per evitare i controlli, hanno preferito lanciarsi da un ponte. Riuscendo peraltro a dileguarsi nonostante le lunghe ricerche effettuate dalla Polizia di Stato di Luino coadiuvata dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza della medesima città del Varesotto.

I giovani erano a bordo di un furgone Volkswagen Crafter bianco che era stato rubato in una ditta di Cologno Monzese (Milano) il 6 aprile.

Due pattuglie della Polizia di Stato, percorrendo la statale 394 e la strada del “Cucco” che collega Luino a Mesenzana, hanno localizzato il veicolo nei pressi della rotonda che porta sul Ponte del Brich. Dopo un breve inseguimento, i poliziotti hanno fermato il mezzo proprio sul ponte dove sono situati i semafori tra Germignaga e Luino. Gli agenti hanno tentato anche di bloccare i malviventi, ma senza riuscirci: questi ultimi infatti hanno scavalcato la ringhiera del ponte e, nonostante l’altezza elevata, si sono buttati di sotto dove scorre il torrente Margorabbia.

Entrambi hanno fatto perdere le proprie tracce. L’unica cosa che hanno rinvenuto le forze dell’ordine tra i cespugli è stato il giubbotto catarinfrangente che uno dei fuggitivi indossava al momento del fermo.

All’interno del furgone è stata trovata una mazza di cinque chili che probabilmente sarebbe servita alla coppia per spaccare la vetrina di qualche attività commerciale. Il Wolksvagen sarà restituito al proprietario mentre sono in corso le indagini della Polizia volte ad identificare i ricercati.