L'ultima dei clandestini: attraversano la frontiera nel cassone dei camion

Ogni giorno, all'alba, decine di camion provenienti dall'Est Europa scaricano immigrati

Appiattiti nel retro dei camion, gli immigrati entrano in Italia silenziosamente. Via terra, dal Friuli, e non solo arrivando sui barconi attraverso il Mediterraneo.

A raccontare del traffico di clandestini portati in Italia nei camion è un imprenditore di Porpetto, in provincia di Udine. Che parlando al Messaggero Veneto, riferisce: "Alle prime ore dell’alba – dice – arrivano molti mezzi pesanti, provenienti quasi sempre dai paesi dell’Est Europa. Arrivano dall’autostrada, escono dal casello di Porpetto e dopo neppure un chilometro di provinciale in direzione San Giorgio di Nogaro, davanti all’area artigianale, fanno scendere il loro carico".

L'uomo, che vuole restare anonimo, spiega che i clandestini non si danno nemmeno la pena di rifugiarsi in nascondigli speciali, ma scendono semplicemente dai cassoni sul retro degli automezzi: "Sembra che tutti abbiano già una destinazione – prosegue il testimone – , perchè tornano in strada e si incamminano verso San Giorgio o ritornano indietro, come fossero attesi da qualcuno. O, meglio, come qualcuno li attendesse. Improvvisamente se ne perdono le tracce."

Una storia di traffici illeciti, che l'imprenditore non ha mai denunciato, spiega, per paura: "Una volta – conclude sconsolato – ho pensato di raccontare questa situazione drammatica a un volontario della Croce Rossa: ebbene, prima che potessi parlare sono stato tacitato di essere razzista, mi hanno detto di “non essere in grado di capire”! Mi sono sentito malissimo e ho taciuto."

Commenti

ilbelga

Lun, 27/04/2015 - 18:35

e io pago, naturalmente diceva Totò

vince50_19

Lun, 27/04/2015 - 18:49

Oramai quel che conta è l'Expo.. Ministro degli interni se ci sei batti un colpettino..

beppazzo

Lun, 27/04/2015 - 19:20

Ad ogni azione corrisponde un'azione uguale e contraria.Nel caso di specie si farà un po attendere ma poi si verificherà. L'Italia si libererà da tutta questa indiscriminata zavorra.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 27/04/2015 - 19:28

tutti in italia naturalmente! ormai lo sanno anche i sassi che ci sono i cxxxxxxi italiani che li mantengono

NON RASSEGNATO

Lun, 27/04/2015 - 19:49

Almeno questi non ce li andiamo a prendere, si risparmia qualcosa.

giolio

Lun, 27/04/2015 - 20:10

Certo che in Austria ci tengono al loro Paese nel 2015 sono stati accolti CENTOCINQUE rifugiati mica fessi gli AUSTRIACi I!!!!!!!

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 27/04/2015 - 20:17

Già una ventina di anni fa, nel piazzale della stazione di Villa Opicina Transito (confine Slovenia), un piazzalista FS aveva sentito strani rumori nella notte provenire da un carro carico (parzialmente, evidentemente) di legname e proveniente dalla Romania. Dalla Polfer venivano rinvenuti all'interno una quindicina di romeni (non rom), tra cui anche un ragazzino e solita tipa con telefonino che già sapeva destreggiarsi in loco. Roba vecchia, insomma.

vince50

Lun, 27/04/2015 - 20:41

Che paese di mxxxa,chi ancora può scappi via.

luigi.muzzi

Lun, 27/04/2015 - 21:20

Non siamo in grado di capire che dibbiamo solo pagare e tacere.

unz

Mar, 28/04/2015 - 08:53

è legittimo che provino a venire in europa, ma è doveroso impedirlo. l'immigrazione italiana in usa svizzera argentina uruguay brasile germania australia era RICHIESTA. quindi chi entrava era legale. se la legalità ha un senso ce l'ha sempre. altrimenti si certifichi la morte degli stati e dell'europa, ma per tutto. cominciando dalla riscossione dei tributi che pagano stupendi stipendi a politici nazionali e della UE. le tasse sono il corrispettivo dej servizi. primo dei quali la difesa e l'ordine pubblico perche il cittadino ha il diritto di vivere in luoghi sicuri, decorosi, salubri.