"Ti pianto il coltello in pancia" Così tunisino minacciava figlia a Rimini

A Rimini, un tunisino di 50 anni ha minacciato di uccidere la figlia solo perché colpevole di voler vivere come le sue coetanee

A Rimini, un tunisino di 50 anni ha minacciato di uccidere la figlia solo perchè colpevole di voler vivere come le sue coetanee ventenni. Colpevole di voler vivere all'occidentale.

All'ennesima feroce litigata con il padre, la giovane ha quindi chiesto aiuto alla polizia di Stato dopo che il padre aveva iniziato a picchiarla ed a minacciarla con un coltello.

Quando gli agenti sono giunti sul posto, si sono trovati di fronte un uomo violento completamente fuori di sè dalla rabbia.

Gli uomini del 113 sono stati quindi costretti a tenerlo con la forza. La ragazza, alla quale il padre aveva gridato con un coltello in mano "Te lo infilzerò nella pancia", ha finalmente avuto il coraggio dopo anni di soprusi e violenze di denunicare l'uomo.

Le forze dell'ordine hanno poi contattato prontamente l’associazione "Rompi il silenzio" dove ora la giovane ha trovato rifugio.

La giovane vittima, nata e cresciuta a Rimini, voleva vivere come tutte le sue compagne di scuola: uscire con gli amici, andare al cinema e qualche volta andare anche a ballare.

Ma sfortunamente gli scontri con il genitore erano diventati sempre più violenti. L'uomo, di religione musulmana, la seguiva ovunque, persino quando la figlia si recava in palestra. Il 50enne tunisino le aveva anche vietato di frequentare qualsiasi persona di sesso maschile, minacciandola, se avesse contravvenuto, di morte.

Il padre aveva iniziato recentemente a minacciare anche le amiche della ragazza, convinto che fossero colpevoli di aver fuorviato la giovane che ora continua a studiare ed ha anche trovato un lavoro, grazie all'associazione che l'ha accolta.

Il 50enne, al momento a piede libero con una denuncia per minacce, potrebbe a breve essere anche accusato di maltrattamenti.

Commenti

baronemanfredri...

Mer, 05/09/2018 - 13:02

AVETE INFORMATO BOLDRINI?

baronemanfredri...

Mer, 05/09/2018 - 13:04

MINACCIAVA LE AMICHE? CHI ITALIANE? I LORO PADRI FORSE, PENSO DI SINISTRA, SI CACAVANO DI SOPRA? NON REAGIVANO NON ANDAVANO A ROMPERGLI QUEL POSTO DI CUI UN CERTO CAMMELLIERE ERA CONTENTISSIMO E GODEVA? SI DEVE REAGIRE COME, NON SBAGLIANDO, I NOSTRI AVI DEL MEDIOEVO E DEL TEMPO DELLE 5 GIORNATE DI MILANO O IN SICILIA CON I VESPRI, CON LEPANTO REAGIVANO E VINCEVANO. FORZA ORMAI IL TEMPO DEL BUONISMO FORZATO ED IMPOSTO DEVE FINIRE, ANZI E' FINITO ORA RISCOSSA CONTROFFENSIVA.

baronemanfredri...

Mer, 05/09/2018 - 13:07

MINACCE PLURIME, MINACCE AGGRAVATE CONTRO LA FIGLIA, USO DI ARMA BIANCA, VEDERE SE ERA DA CUCINA O A SERRAMANICO O ALTRO TIPO DI COLTELLO MALTRATTAMENTI, MA LA MOGLIE O LA MADRE ESISTE? CHE RUOLO AVEVA? DI TACITO ACCORDO? OPPURE ERA ANCHE LEI MINACCIATA? ALLORA HANNO RAGIONE COLORO CHE DICONO CHIUDIAMO I CONFINI E RIGETTIAMO NELLE FOGNE QUESTI ANIMALI.

Yossi0

Mer, 05/09/2018 - 13:21

Pedagogia islamica e secondo qualche italico dovremmo assimilare questi metodi aggiornandoci alla cultura multietnica

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 05/09/2018 - 13:26

E dopo migliaia di casi come questo, ci sono ancora sinceri democratici de sinistra che parlano di integrazione?

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 05/09/2018 - 14:00

L'uomo, di religione musulmana...NON CI POSSO CREDEREEEEEE,così pio e devoto che picchia e minaccia la progenie...

Malacappa

Mer, 05/09/2018 - 14:01

Maledetti trogloditi

Aegnor

Mer, 05/09/2018 - 14:09

Boldrina e femmi-nazi nonché kkkompagni tutti zitti, del resto, si sa, loro per queste Cultura stravedono

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mer, 05/09/2018 - 14:15

Io che manco tanti anni da l'italia; vorrei sapere -se- RIMINI e` diventata una /Cologna mussulmana&nordafricana/ e` sempre nelle cronache nere,,,mazza che brutto posto ...e` chi ci va !?

Hapax15

Mer, 05/09/2018 - 14:25

Vivere all'Occidentale? Occidentale a chi? Ignora, costui, che il baricentro della sua Tunisia s'indova assai più ad occaso di quello italico?

Hapax15

Mer, 05/09/2018 - 14:33

Ignora, costui, che l'intero territorio tunisino, non senza le ruine della prisca Cartago, vantano ubicazione più occidentale dell'avita Ariminum? Non sentesi in Oriente, sulla Riviera romagnola?

Divoll

Mer, 05/09/2018 - 14:36

Io vorrei sapere cosa ci fanno in Italia cosi' tanti magrebini? CHI li ha legalizzati? non ci sono guerre in Marocco, Tunisia e Algeria!