"Non parla italiano". Cittadinanza negata all'immigrata indiana

Il primo cittadino leghista: "Nessuna discriminazione, applico la legge"

Cittadinanza negata. Rani Puspha, immigrata indiana di 56 anni, ha sbattuto contro il muro del municipio di Cairate, in provincia di Varese, dove il sindaco Paolo Mazzucchelli (Lega Nord) ha applicato la legge e non le ha permesso di ottenere la cittadinanza perché non conosce l'italiano. L'ha, invece, spedita a frequentare un corso di italiano. "Sono già andata tante volte a chiedere di poter fare il giuramento, ma non mi è stato permesso - replica la donna che si è rivolta agli avvocati – ora vado in una scuola di italiano da due mesi, e il mio linguaggio sta migliorando".

Come racconta il Corriere della Sera, il ministero e la prefettura hanno accordato a Rani Puspha il nullaosta per ottenere la cittadinanza. A questo punto le manca soltanto il giuramento in Comune. In base alla legge, per, deve recitarlo entro sei mesi. "Se non le sarà consentito di effettuare il giuramento faremo causa in sede civile e penale", osserva l'avvocato della donna che parla di "omissione di atti d’ufficio". In realtà Mazzucchelli sta solo facendo rispettare la legge. "La persona che presta giuramento per ottenere la cittadinanza italiana deve saper parlare italiano, lo prevede la legge, deve saper leggere la Costituzione - spiega il primo cittadino di Cairate - la signora Rani non era ancora pronta". Durante un incontro a cui hanno partecipato anche la figlia e il genero, Mazzucchelli le ha, infatti, suggerito di iscriversi a un corso di italiano. "Se la signora è pronta a recitare la frase in italiano - assicura il sindaco leghista - da parte mia non c’è alcuna opposizione".

L'italiano di Rani Puspha, come fa notare anche il Corsera, è ancora zoppicante. E il termine per ottenere la cittadinanza italiana scade l'8 marzo. "Vogliamo che siano rispettati i nostri diritti", tuona il marito della donna. "Non c’è nessuna discriminazione - ribatte il sindaco - faccio due cittadinanze alla settimana, ma sempre con persone che parlano italiano".

Commenti
Ritratto di illuso

illuso

Dom, 01/03/2015 - 17:35

La legge va rispettata. Bravo sindaco.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 01/03/2015 - 17:41

capirai il "ministero e la prefettura.." due covi di ZECCHE traditori..le prefetture sono covi puzzolenti di piazzati di sinistra

cicero08

Dom, 01/03/2015 - 17:41

Lex, dura lex, sed lex .....

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 01/03/2015 - 17:43

..indiano del menga voi parlate di diritti??? ma rifatevi tre quarti del globo e ritornate da dove siete venuti fateci il piacere parassiti in gonnella..magari fermatevi in cina..a parlare di diritti

Ritratto di frank60

frank60

Dom, 01/03/2015 - 17:45

Più che giusto!

LP

Dom, 01/03/2015 - 17:48

Ha fatto BENISSIMO, qui in Estonia si deve passare anche un esame di educazione civica, e l'esame linguistico è facilissimo. Mi fa, comunque un po' specie l'espressione da voi usata 'ha sbattuto contro il muro'.... quasi a difesa della donna e contro quei 'cattivoni' della Lega. Dovreste entrare un pochino più nell'ottica, se mi permettete, che Salvini E' il nuovo leader della destra e futuro Primo Ministro, spero a brevissimo. Ho anch'io votato Silvio in passato, una volta sola, ma ormai mi sembra succube di Renzi e incapace di offrire speranze agli Italiani.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 01/03/2015 - 17:54

Questa signora indiana dovrebbe cambiare avvocato, oltre ad imparare l'italiano... Certo che la vedo dura, se non l'ha imparato in tanti anni vuol dire che non le interessa, le interessa ottenere la cittadinanza per altri scopi. Bravo sindaco! Fosse stato un sindaco di sinistra sicuramente da sincero democratico non avrebbe chiuso un occhio, ma tutti e due. C'è da scommetterci!

vale.1958

Dom, 01/03/2015 - 18:11

Grande Sindaco..adesso completa l opera visto che fanno anche gli sxxxxxi..rispescili nel loro paese!!

Silvanrig

Dom, 01/03/2015 - 18:12

Furboni di giornalisti , non dicono quanti anni ci vogliano per poter chiedere la cittadinanza italiana. Se questa donna non ancora ll'italiano il sindaco ha fatto + che bene.

Blueray

Dom, 01/03/2015 - 18:14

Perfetto. Basta che adesso la signora non impari la frase a memoria, se no ci fai anche la figura da pirla.

plaunad

Dom, 01/03/2015 - 18:15

E cosa c'é di strano. Mi sembra semplicemente logico

Luci60

Dom, 01/03/2015 - 18:17

bravo sindaco fossero tutti cosi

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 01/03/2015 - 18:24

Rani, studia invece di menar il can per l'aia.

FRANZJOSEFF

Dom, 01/03/2015 - 18:42

TUTTI ORA GRIDERANNO AL RAZZISTA EXTRAOMOFOFO O ALTRE COGLIONATE. SE C'ERANO (PER FORTUNA NON C'E') UN SINDACO SINISTRO COSA AVREBBE INVENTATO PER GIUSTIFICARE IL RAGGIRO DELLA LEGGE? FORSE AVREBBE DATO UN FOGLIETTINO O IL FOGLIO COPIA? OPPURE AVREBBE ADOTTATO LE SOLLITE TECNICHE APPLICATE NELLE ASSUNZIONI DEGLI IGNORANTI RACCOMANDATI? PRIMA CHE QUALCUNO RAGLI PER ORE O MASSE DI ASINI ABITUATI A PROTESTARE NELLE STRADE O CHE OCCUPANO EDIFICI PER POLITICA GLI RISPONDO: LEX DURA SED LEX. BRAVO SINDACO

scipione

Dom, 01/03/2015 - 18:44

Ma quale causa in sede civile e penale, ignorante.

Giorgio5819

Dom, 01/03/2015 - 18:47

Il marito della donna può tuonare quello che vuole, le leggi italiane le fanno gli italiani e loro le DEVONO rispettare. Se non gli va bene suggerisco l'Australia. Deve finire l'atteggiamento spocchioso di chi pretende di entrare in Italia facendosi le leggi a proprio comodo. Se non interviene il solito giudice frescone, la signora impara l'italiano e si ripresenta, punto e stop.

moshe

Dom, 01/03/2015 - 18:49

IL SINDACO HA PERFETTAMENTE RAGIONE !!!!! Come si fa a pretendere la cittadinanza se non si parla perlomeno la lingua del paese ospitante? Oltretutto, se dopo 56 anni non ha ancora imparato la lingua, i casi sono due, o non le importa niente e questo già da solo è un buon motivo per non darle la cittadinanza, oppure è ritardata mentale !!!

timoty martin

Dom, 01/03/2015 - 18:50

Bravo !! finalmente un sindaco che rispetta la legge, intelligente e con le pa...e Speriamo serva d'esempio.

FRANZJOSEFF

Dom, 01/03/2015 - 18:54

E GLI AVVOCATI CHE C'ENTRANO? CI SONO STATI GOVERNI DI SINISTRA E QUESTO E' DI SINISTRA (VENDOLA HA IMPOSTO PERFINO BOLDRINI) POTEVANO ABROGARLA O MODIFICARLA. PER IL SOTTOSCRITTO NON ESISTE NESSUNA NORMA INTERPRETATIVA SOLO LA LEGGE PUNTO E BASTA! IN ITALIA LE LEGGI VALGONO SOLOE PER GLI ITALIANI? SCRIVO IL PENSIERO DEL FILOSOFO TEDESCO JOHANN CHRISTOPH FRIEDRICH VON SCHILLER: TUTTI GIUDICANO SEOCNDO L'APPARENZA, NESSUNO SECONDO LA SOSTANZA. CHI PARLA DI ILLEGALITA' RISPONDO: ETIAM PULCE HABENT TUSSIM. LEX DURA SED LEX

Anonimo (non verificato)

leo_polemico

Dom, 01/03/2015 - 19:32

Ma non avete ancora capito che per i veri "geni" che sono i nostri politici sinistroidi, sono gli italiani che devono imparare l'arabo, l'indiano, o la lingua della "nostre risorse"? Dove abito, qualche anno fa, a nostre spese, sono stati tenuti "corsi di arabo" per gli arabi, affinchè non perdessoero la loro identità. Lascio indovinare ai colleghi lettore chi amministrava il comune.

magnum357

Dom, 01/03/2015 - 19:42

Bene, legge rispettata, in Olanda ti rispediscono al mittente se non sai la lingua !!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/03/2015 - 19:46

basta che la donna si trasferisce in Emilia il gioco è fatto.Mal che vada può far compagnia alla Kyenge, tanto la votano tutti, cane e porci.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/03/2015 - 19:52

2 cittadinanze alla settimana!!!!???? Se le facessero tutti i sindaci d'Italia qui saremmo come numero di abitanti cittadini italiani pressapoco come in India, però dando assistenza a tutti e 20milioni a sgobbare.Qui c'è solo da scappare, ma cosa l'hanno presa l'Italia, per l'America?

Tipperary

Dom, 01/03/2015 - 20:53

Solo dei buffoni possono pensare che valga il contrario.

Much63

Dom, 01/03/2015 - 20:54

Non sa l'italiano ma sa fare causa, basterebbe questa minaccia per cacciarla a calci nel c...

External

Dom, 01/03/2015 - 21:18

BRAVO SINDACO.

Anonimo (non verificato)

sbrigati

Dom, 01/03/2015 - 22:01

Molto facile siano andati a lezione presso la locale sezione pd, infatti il marito parla solo di diritti e non si ricorda dei DOVERI. Tipico dei sinistri.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 01/03/2015 - 22:04

...Condivido! Ottomila di questi sindaci!

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Dom, 01/03/2015 - 22:41

piu che giusto ed ora procediamo con le espulsioni di tutti coloro che non parlano italiano, dai cinesi agli indiani passando per tutti gli arabi.

roseg

Dom, 01/03/2015 - 23:18

Un sindaco dotato di palle

Ritratto di pulicit

pulicit

Dom, 01/03/2015 - 23:34

Almeno questo ha le palle. Regards

Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Lun, 02/03/2015 - 00:10

Dovrebbero essere indagati il ministero e la prefettura che danno il nulla osta a persone che non rispettano la legge. La conoscenza della lingua è d'obbligo, altrimenti come possono rispettare le nostre leggi se non sono in grado di parlare, leggere e scrivere l'italiano? E in 15 anni non è riuscita ad impararlo? Allora, a cosa le serve la cittadinanza? Non certo per integrarsi!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 02/03/2015 - 00:18

Non mi sembra una cosa intelligente chiederle di recitare semplicemente una frase in italiano. LA IMPARA A MEMORIA E IL GIOCO È FATTO. Per legge dovrebbe invece saper interloquire nella nostra lingua e non ripetere papagallescamente un brano scritto.

longbardus

Lun, 02/03/2015 - 07:05

Certo che se facesse lo stesso esame a certi italiani (anche laureati) provenienti da ....... sarebbe anche peggio.

vince50_19

Lun, 02/03/2015 - 07:50

Questa è la legge, ergo il comportamento del sindaco è più che corretto.

matteo lamanna

Lun, 02/03/2015 - 08:22

MatteoLamanna. "vogliamo che siano rispettati I nostril diritti"!!! e dove sono i diritti dei nostril due M A R O' ingiustamente tenuti prigionieri nel loro paese di m...a? bravo Sindaco.

hectorre

Lun, 02/03/2015 - 09:58

come succede in qualsiasi stato degno di questo nome....alcuni richiedono esami specifici su usi e costumi....e fanno cantare pure l'inno!!!...se vogliono la cittadinanza per sfruttare solo i diritti e le agevolazioni, possono tornare da dove sono venuti.