Torino, 50 ragazzi senza biglietto sul treno e non disposti a pagare

Erano saliti in 50 sopra il treno che partiva da Torino Porta Nuova in direzione Milano centrale la sera del 31 dicembre intorno alle ore 20 e nessuno era intenzionato a pagare

Sono saliti sopra il treno in 50 con l'intenzione di non pagare il biglietto così il controllore è stato costretto a chiamare la sede operativa della Polfer per richiedere l'intervento della Polizia

Erano una cinquantina i ragazzi che sono saliti la sera del 31 dicembre non intenzionati a pagare il biglietto alla stazione di Porta Susa sul regionale che da Torino Porta-Nuova arriva a Milano Centrale. Tutti concentrati all'interno di una carrozza, alcuni anche in evidente stato di ebbrezza e con cani al seguito. È stato necessario l'intervento anche della Questura che ha dovuto coordinare una squadra di specialisti pronti ad intervenire nel caso la Polfer non fosse riuscita a risolvere il problema. Il controllore è stato costretto a chiamare la Polizia ferroviaria proprio perché i ragazzi non erano assolutamente intenzionati a pagare il prezzo del biglietto, tanto che ha temuto per la sua incolumità vedendo una massa del genere tutta raccolta dentro una carrozza.

Non è stato necessario però un intervento specifico e il treno ha ripreso la sua corsa in seguito all'intervento degli agenti, chi non era regolare ha immediatamente pagato il prezzo del biglietto e fatto sì che il mezzo ripartisse in direzione Milano. I viaggiatori regolari sono stati accompagnati all'esterno del convoglio e fatti salire sulla corsa successiva perché l'operazione di controllo e convalida titolo viaggiatori a tutti i ragazzi ha richiesto un certo tempo.

Tutti quanti i ragazzi che hanno partecipato a questo "strano piano" di non pagare il biglietto sono stati deferiti per interruzione di pubblico servizio riferisce il Torino Today dall'autorità giudiziaria della Polizia ferroviaria di Porta Susa.

Commenti

leserin

Mer, 09/01/2019 - 21:35

D’altra parte, alla luce dei numerosi ed edificanti esempi forniti dalle ‘risorse’, di che cosa ci meravigliamo?