Brexit, Borse in profondo rosso. Milano -28% da inizio anno

Le Borse europee falliscono il rimbalzo dopo il voto sulla Brexit, ma tornano a girare in negativo. Giù anche i bancari, Milano chiude a -3,94%. Continua il calo della sterlina

Tentano invano il rimbalzo le Borse europee, dopo il crollo di venerdì scorso all'indomani del voto che ha sancito la Brexit.

Piazza Affari sull'altalena: apre a -0,13% a 15.702 punti, ma poco dopo il Ftse Mib guadagna l'1%, trainato dai titoli bancari. Poi sono proprio le banche che trascinano l'indice al ribasso: alle 13, in attesa di una nuova seduta a Wall Street, a Piazza Affari l'indice Ftse Mib segna 15.367 punti (-2,27%) e l'All Share 16.914 punti (-2,37%). Nel pomeriggio il calo si è ampliato ulteriormente: il Ftse Mib cede il 4,37% a 15.039 punti dopo avere registrato un minimo infraday di 15.018. L'All Share perde il 4,39% a 16.564.

Alla fine Piazza Affari ha Ftse Mib che retrocede del 3,94% a 15.103,58 punti. Da inizio anno il Ftse Mib è ormai sceso del 28,5%. Tornano sotto pressione i bancari a cominciare da Unicredit (-8%) e Intesa Sanpaolo (-11%). Male anche Ubi Banca (-6,3%) che ha presentato il nuovo piano industriale al 2020. Molte case di investimento, come ad esempio Barclays e Citi hanno peggiorato la propria visione sui bancari italiani e in particolare su Unicredit. Forti ribassi anche sul settore assicurativo con Generali (-8,5%) che rompe al ribasso quota 10 euro. In flessione significativa anche Fiat Chrysler (-6,2%) dopo che Goldman Sachs ha rimosso il titolo dalla propria lista dei preferiti: nei giorni scorsi un portavoce del gruppo aveva escluso impatti diretti sotto il profilo finanziario per la casa automobilistica derivanti dalla Brexit. Resta però Yoox (-9,6%) il titolo più pesante di Piazza Affari a causa dell'esposizione dei ricavi, per circa il 16%, sul mercato inglese.

Nel resto del Vecchio continente peggiorano anche le altre piazze: a Londra l'Ftse 100 cede il 2,55% a 5.982,20 punti, a Francoforte il Dax arretra del 3,02% a 9.268,66 punti a Parigi il Cac 40 perde il 2,97% a 3.984,72 punti. Madrid segna il -1,62%. Anche Wall Street in negativo.

In ripresa invece - dopo una mattinata in sostaziale ribasso - le piazze asiatiche: chiudono in positiva Tokyo (+2,39%) e Shanghai (+1,45%, a 2895,70 punti). Guadagna anche Shenzhen (+2,27%), piatta Seul, con guadagni al di sotto del punto decimale, mentre Hong Kong lima le perdite, in calo dello 0,25% prima della chiusura. Perdite contenute anche per le piazze del sud-est asiatico, con Singapore a -0,08%.

Resta però in caduta libera la sterlina che, dopo aver subito un tracollo del 10% venerdì toccando il minimo dal 1985, arretra ancora a quota 1,3389 sul dollaro da 1,3716 di venerdì sera. La moneta unica si indebolisce comunque verso il biglietto verde cedendo lo 0,8% a 1,1028.

Commenti

Duka

Lun, 27/06/2016 - 10:30

Se la Sterlina è in caduta libera significa che i prodotti inglesi costeranno meno perciò avranno la logica conseguenza dell'aumento della domanda, quindi LAVORO per tutti. Forse la BREXIT non è stato un pessimo affare per gli inglesi-

steffff

Lun, 27/06/2016 - 10:46

Lo ho gia' scritto e lo ripeto. La sterlina NON e' in caduta libera. Ha perso in un giorno poco piu'(circa 3%) di quello che aveva guadagnato la settimana precedente. Alla apertura di oggi ha perso un altro 1-2%. Diciamo che e' (logicamente) in sofferenza. Il minimo dal 1985 forse lo ha toccato sul dollaro, visto che a Natale del 2008 (se ricordo bene), in seguito alla crisi Lehmann &Co. Euro e sterlina erano alla pari, oggi vale ancora il 20% in piu'.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 27/06/2016 - 10:51

@Duka, in parte è vero quello che dice, però ci sono altri effetti. L'acquisto delle materie prime spesso avviene in dollari o euro, e con la svalutazione della sterlina i fornitori vorranno ancora di più pagamenti con valute "forti" e non la sterlina. Quindi molte aziende che importano materie prime avranno spese maggiori e potrebbero entrare in crisi. Poi c'è il problema delle esportazioni dei prodotti inglesi in UE. Uscendo la GB dall'UE, quest'ultima probabilmente imporrà dei dazi per consentire l'importazione dei prodotti inglesi (come già avviene per altri Paesi fuori dall'UE), per cui i vantaggi che indica Lei per la GB saranno del tutto vanificati, almeno in ambito UE, che rappresenta c.ca il 50% delle esportazioni britanniche.

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 10:56

@duka, la sua analisi è corretta, tuttavia la caduta è solo temporanea, si vuole fare terrore e conseguentemente facile speculazione. L'euro senza l'abbraccio con la sterlina è destinato a perdere valore sul dollaro (e qui favorirà anche il lavoro da noi) e la sterlina che ha una svalutazione più lenta rispetto l'euro tenderà a sopravvalutarsi. La verità è che la svalutazione monetaria della GB darà mano libera ai banchieri centrali andando a comprare titoli interni o esteri a maggiore resa (quindi Germania esclusa che vedrà aumentarsi i costi del proprio rifinanziamento, indovina chi era contrario in continente alla brexit).

robylandia

Lun, 27/06/2016 - 11:06

sterlina in caduta libera.....sarà anche così ma è tuttora la valuta più forte al mondo con la conseguenza che a oggi diventano più competitivi sui prezzi in asportazione...tale da aumentare il PIL di un 1,2% previsto per il resto del 2016 e 1,4 nel 2017.....

maurizio@rbbox.de

Lun, 27/06/2016 - 11:12

Infatti al momento la BREXIT è solo una specie di improvvisa svalutazione della sterlina. NIENTE DI PIÙ. E siccome la manfrina durerà MESI, se non davvero 2 anni come da Articolo 50, quello che sta accadendo è ascrivibile alla parola idiozia e mercati pilotati. La verità è che c'è una montagna di soldi in giro che vuole guadagnare, e su indici sui massimi la cosa migliore era presumibilmente andare al ribasso e sono tutti al ribasso. Si vende di tutto a prezzi ridicoli, tranne qualche rifugio incluso l'oro.

alyag

Lun, 27/06/2016 - 11:13

Anche a "IL GIORNALE" ci sono i gazzettieri. Questo Franco Grilli scrive che: "Resta però in caduta libera la sterlina che, dopo aver subito un tracollo del 10% venerdì toccando il minimo dal 1985, arretra ancora a quota 1,3389 sul dollaro da 1,3716 di venerdì sera". Dunque il minimo della sterlina sul dollaro è vero che è stato nel 1985, ma vediamo quale era questo minimo: 06/03/1986 Mercoledì 1.0651 dollari per una sterlina. Cioè, per raggiungere i livelli del 1985 la sterlina dovrebbe perdere ancora il 22,34 %. Allora capite bene che i giornali e i gazzettieri non ci dicono mai la verità perché sono al soldo di chi ha interesse a propugnare la Menzogna!! Fonti: http://fx.sauder.ubc.ca/data.html

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 11:16

steffff: concordo. se non sbaglio siamo ai livelli di primi 2015. con l'euro

accanove

Lun, 27/06/2016 - 11:18

..succedesse a noi esperti dicono che la nostra nuova moneta subirebbe una svalutazione del 20% circa, questo significherebbe, si pagare le importazione di più ma in due anni avremmo quasi raddoppiato l'export del made in Italy, anche in settori in cui oggi sentiamo la crisi, praticamente si "APRIREBBE" lavoro dove oggi non c'è. Non considerando il fatto che liberi da vincoli di bilancio potremmo riagire sulla leva monetaria che ci ha portato nei 7 grandi

maurizio@rbbox.de

Lun, 27/06/2016 - 11:21

In tutto questo le banche italiane ormai non fanno più notizia. Tra poco quoteranno meno degli stipendi dei rispettivi CEO... Con un gruppo d'acquisto abbastanza grande ti compri Unicredit ca. 10mrd Euro, la smembri, rivendi i pezzi e fai il 500% in un mese. Al netto di tutti i possibile NPL in pancia.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 27/06/2016 - 11:27

"Duka" le tue parole sono da grande economista , però hai dimenticato un piccolo particolare con la svalutazione il costo delle materie prime aumenterà e poi ci sono i mutui. Quindi prima di trarre delle conclusioni bisogna mettere in conto tutto e non solo quello che ti conviene.

maurizio@rbbox.de

Lun, 27/06/2016 - 11:31

@ liberopensiero77 Ma queste sono fandonie! Prima della UE, cioè prima del 1999, non nel 1500! di che regime godevano le merci inglesi?! Ma finiamola di scrivere ipotesi campate in aria. Si faranno accordi bilaterali che saranno convenienti per entrambi, nell'interesse dei cittadini europei e britannici come è sempre stato.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 27/06/2016 - 11:39

@duka. peccato che uk importa il doppio di quello ch esporta.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 27/06/2016 - 11:42

@accanove, e secondo Lei, in una ipotetica Italia fuori dall'euro, con una nuova liretta (ma proprio piccola piccola), quanto pagheremmo di interessi sui titoli di Stato?

alyag

Lun, 27/06/2016 - 11:50

Franco Grilli scrive che: "Resta però in caduta libera la sterlina che, dopo aver subito un tracollo del 10% venerdì toccando il minimo dal 1985, arretra ancora a quota 1,3389 sul dollaro da 1,3716 di venerdì sera". Dunque il minimo della sterlina sul dollaro è vero che è stato nel 1985, ma vediamo quale era questo minimo: 06/03/1986 Mercoledì 1.0651 dollari per una sterlina. Cioè, per raggiungere i livelli del 1985 la sterlina dovrebbe perdere ancora il 22,34 %. Fonti: http://fx.sauder.ubc.ca/data.html

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 12:03

liberopensiero77. copiamo il giappone. Titoli di stato con interessi vantaggiosi, non venduti alle banche ma ai risparmiatori. Niente circolazione all'estero. Sarebbe una partita di giro.

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 12:07

marino.birocco non capisco cosa c'entrano i mutui.

alyag

Lun, 27/06/2016 - 12:09

@marino.birocco: può spiegarmi che c'entrano i mutui con la svalutazione (stiamo parlando di svalutazione non di inflazione...)?? Una rata da 500 sterline rimane sempre una rata di 500 sterline anche con una svalutazione del 30%. @Overdrive: guardi che nel 2008-2009 quando la sterlina svalutò a seguito della crisi finanziaria, il saldo delle partite correnti dell'UK migliorò, salvo di nuovo peggiorare con il successivo riaggancio all'euro. Quello che successe all'Italia dopo il 1992 all'indomani dell'uscita dallo SME a seguito della svalutazione, salvo poi peggiorare fino ad oggi avendo noi adottando un cambio fisso con le valute dell'Eurozona (volgarmente chiamato EURO).

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 27/06/2016 - 12:13

@maurizio@rbbox.de, mi pare che abbia le idee notevolmente confuse, prima del 1999 la GB faceva comunque parte dell'UE, infatti è entrata nel 1993 col Trattato di Maastricht. Ma i veri vantaggi economici sono arrivati prima, nel 1973, quando il Regno Unito è entrato nella CEE (confermato con referendum nel 1975). Prima del 1973 la GB era stata in notevole crisi economica, mentre con l'ingresso nella CEE la Gran Bretagna vide crescere notevolmente il suo interscambio commerciale e il suo PIL. Se vuole fare un confronto lo deve fare con la situazione antecedente al 1973, quando la GB era fuori dalla CEE, infatti adesso la GB sta uscendo non solo dalla UE, ma anche dal mercato comune europeo, e riceverà un trattamento come tutti gli Stati extraeuropei, non si vede perché debbano ricevere un trattamento di favore.

alyag

Lun, 27/06/2016 - 12:16

@liberopensiero77: con una ipotetica Italia fuori dal regime dei cambi fissi chiamato euro e riportanto la Banca Centrale Italiana sotto l'egida del Tesoro, la liretta sarebbe moneta sovrana in mano a Stato sovrano con la Banca Centrale Italiana come prestatore di ultima istanza. I deficit di bilancio statale sarebbero finanziati a moneta con emissione da parte della Banca d'Italia, come avveniva prima del 1981, quando l'Italia era tra le prime 5 potenze mondiali economiche e quando gli italiani stavano molto bene economicamente e godevano dei diritti civili di cittadini e non come oggi che siamo ridotti all'osso e stiamo acquisendo lo status di sudditi, se non di schiavi, delle élite finanziarie internazionali.

cgf

Lun, 27/06/2016 - 12:30

@liberopensiero77 i tempi cambiano, che mi dice del modello Norvegia? Lei pensa che gli esportatori tedeschi rinuncino ad una fetta superiore del 10% delle loro esportazioni? Potrei andare avanti fino a domani ma mi fermo non prima di ricordarle che nemmeno con le crociate si sono fermati i commerci nel mediterraneo.

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 27/06/2016 - 12:43

Questa delle borse deboli e della Sterlina a picco e` solo bassa propaganda dei comunisti e dei burocrati di Bruxelles. Gli schermi che raccontano la picchiata sono truccati, e i conti di aziende ed investitori sono invece in ottima salute, e il prezzo della benzina sembra essere piu` alto a causa della sterlina debole quando uno guarda la pompa, ma poi quando uno paga il prezzo e` quello di sempre. Solo un'illusione ottica. Tutto cio` era stato previsto dai sostenitori della permanenza, ma quelli sono solo disfattisti senza cervello. Per fortuna gli eminenti esperti del forum del Giornale sanno come tirare il mondo fuori dal buco in cui si e` cacciato.

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 12:48

@duka...spledido post...solo dimenticato che la moneta ha due faccie...se i tuoi prodotti li vendi meglio...quelli stranieri li paghi di piu'...ora si da il caso che La GB abbia dal tempo della Tachter smesso di produrre e sia solo un centro finanziario...il che vuol dire che importa quasi tutto... sai che saresti un ottimo economista per la Lega ???

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 27/06/2016 - 12:51

Duka - Lei e` un genio! Sa che questo lo ha detto anche il noto Lord Digby Jones stamattina alla radio? (Tra nobili vi intendete benissimo). Ma il famoso giornalista che lo intervistava non ha avuto il coraggio che di dirgli che purtroppo il Regno Unito deve importare praticamente tutto, mentre le esportazioni sono ormai parecchio marginali rispetto al grande passato industriale Britannico. Un'occasione persa. Sa quante altre domande non hanno fatto i famosi giornalisti Britannici quando i Brexit sparavano le loro menzogne, che adesso si stanno rimangiando una a una? Cerchi di informarsi prima di sparale grosse. Vale anche per gli altri.

rokko

Lun, 27/06/2016 - 12:56

Duka, avrebbe ragione se l'economia fosse fatta solo di export. Peccato che sia fatta anche di import e, cosa che chissà perché nessuno ricorda mai, di consumi interni, che di solito è la voce più importante nel bilancio economico. Se fosse vera l'equazione moneta debole = più lavoro e ricchezza, l'Argentina dovrebbe essere a mille ed invece lì fanno la fame, e così è anche per molti paesi sudamericani ed è vero in parte perfino per l'India e la Cina. Di che stiamo a parlà ?

FranceM8

Lun, 27/06/2016 - 13:09

http://finanza-mercati.ilsole24ore.com/quotazioni.php?QUOTE=!GBPVS.FX&refresh_ce=1 Ma che caduta libera, quante frottole raccontate, ma li guardate i grafici a 5 anni? E' l'euro che si sta svalutando sulla sterlina, se si parla di sterlina contro dollaro è un conto. Il problema è che ci stanno massacrano a noi che nn centriamo nulla con la Brexit, non siamo il Benelux. Siamo la borsa piu massacrata dall'avento dell'era internet, la Gran Bretagna non ha perso nulla, guardatevi un grafico degli ultimi 20anni. Svegliaa

FranceM8

Lun, 27/06/2016 - 13:11

Parlano di sterlina contro dollaro.....mentre è l'euro da novembre 2015 sta ancora perdento.. anche oggi +1.34 la sterlina si rafforza sull'euro. Noi nn abbiamo il dollaro...... abbiamo l'euro, sveglia

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 27/06/2016 - 13:14

@alyag, il Suo ragionamento è molto teorico, e purtroppo, anche fallace. Vero che prima del 1981 (cioè prima del divorzio fra Tesoro e Banca d'Italia) l'Italia stava meglio, anche perché nel periodo che va dal 1981 al 1994 è cresciuto a dismisura il ns. debito pubblico, con la politica sciagurata di pagare interessi a due cifre sui titoli di Stato (raddoppiando così il debito pubblico nell'arco del periodo). Tuttavia l'Italia era già cresciuta economicamente già prima del 1981, anche per merito dei contributi europei che sono arrivati a partire dal 1957 (nascita della CEE). Oggi sarebbe tutta un'altra musica, il debito NON scompare con una nuova ipotetica lira, anzi si aggraverebbe, sia per l'inevitabile svalutazione rispetto all'euro, sia per il lievitare degli interessi (che oggi sono bassi).

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 13:16

@gcf48..he si...paRTITA DI GIRO...LOL...MA SOLO NEL TUO CERVELLINO..guarda che non siamo affidabili come il giappone...gli stranieri non li comprerebbero...tu vorresti venderli agli italiani?? e chi li comprerebbe???e anche se li comprassero...sarebbero risorse tolte agli investimenti produttivi..!!! santo cielo ma perche' non andate a passeggiare ai giardinetti!!!

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 27/06/2016 - 13:18

Mi auguro che la popolazione abbia capito il perchè,""" che chi hà studiato e si da tante arie di gran sapientone, NON È ALTRO CHE

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 27/06/2016 - 13:27

Mi auguro che la popolazione abbia capito il perchè,""" che chi hà studiato e si da tante arie di gran sapientone, NON È ALTRO CHE UN FALSO PROFETA,A CUI STARE ALLA LARGA"""??? PROPORREI DUNQUE, CHE UN IMPIEGATO STATALE O PARASTATALE, CHE SIA DIRIGENTE O NO, """CHE VENGA PAGATO A FATTURATO""", SOPRATUTTO QUELLI DELLA POLITICA, CHE PRIMA DI PARLARE SU UN ARGOMENTO, DEVE AVERLO VISSUTO"""!!!

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 13:28

borsa a picco? solo le banche. E perché mai? provate ad indovinare. Sterlina a picco, ma guardatevi i grafici non di ieri, ma di un po' più in la. Per adesso è quello che è capitato. Tutto il resto è vedremo .....

marygio

Lun, 27/06/2016 - 13:31

io è un da tempo che lo dico che abbiamo un problema: unicredit. il brexit è solo una scusa. o la sistemano in qualche modo o sprofondiamo.il resto sono solo panzane

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 27/06/2016 - 13:32

Vuoi vedere che con la sterlina in "caduta libera" costa di meno acquistare un'Aston Martin??

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 27/06/2016 - 13:34

La borsa, non è altro che lo strumento di PENALIZZAZIONE dei paesi ricchi, contro quei paesi che non la pensano come loro.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/06/2016 - 13:40

vabbè ma voi siete contenti di questo..

magnum357

Lun, 27/06/2016 - 13:47

Ne guadegneranno le esportazioni british, ahhhahhhahhhahhh, alla faccia degli euro-massoni !!!

freud1970

Lun, 27/06/2016 - 14:01

E' logico, chi è contrario alla Brexit le spara grosse, rassegnatevi, ormai l'effetto domino è inesorabile!

wotan58

Lun, 27/06/2016 - 14:11

Duka, il reddito degli inglesi come avviene per ogni svalutazione DIMINUISCE (di, quindi gli inglesi saranno più poveri) ed il mercato si contrae. Ed i primi ad essere colpiti (ovviamente) sono i prodotti di importazione, tra cui gli italiani, visto che il mercato inglese per l'Italia è il quarto in ordine di importanza.

agosvac

Lun, 27/06/2016 - 14:11

Se i vari soros e gli altri delinquenti che dominano le borse non avranno finito di spolparsi gli imbecilli che speculano senza averne le possibilità di reazione , queste oscillazioni non termineranno. Ma non sono dovute alla Brexit, sono dovute, appunto, ai pescicani che hanno sempre fame di miliardini!!!

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 14:15

@sniper, io capisco che lei di economia non sa niente e quindi come arma delle sue argomentazioni ha solo l'insulto, ma il fatto di avere pochezza culturale è un problema suo, non di chi è oggetto delle sue offese gratuite e qualunquiste. Si figuri se la prima piazza finanziaria al mondo ha paura ad avere una propria moneta, solo le persone devotamente fedeli alla menzogna possono sostenere il contrario. Finché dollaro e euro sono in svalutazione, nessuna divisa può aver timore di andare in solitaria... vedremo tra alcuni mesi se le sue profezie saranno corrette, tuttavia difronte l'errore lei non sarà mai tanto intelligente da ammetterlo

wotan58

Lun, 27/06/2016 - 14:16

@liberopensiero77, giusto. Ed occorre anche considerare una variabile che si tende a dimenticare, e che metterà ulteriormente in crisi le aziende locali. Quello degli oneri finanziari, perchè aumenteranno gli interessi sul debito delle aziende. In Italia, a parità di condizioni, sarebbe fatale a buona parte del tessuto produttivo, - basterebbe leggere i report Confindustria - in Uk non so, probabilmente in misura minore.

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 14:18

@lp77, ma basta parlare di economia senza averla studiata... io capisco che lei sia più intelligente di sniper ma non andiamo a toccare il ridicolo. Con euro e dollaro in svalutazione, qualsiasi moneta nazionale gongolerebbe, perché avrebbe a disposizione la stessa leva di svalutazione, con la quale potrebbe comprarsi solo titoli nazionali anziché "quelli dei vicini tedeschi". Questa è la realtà... poi se vuole mancare di onestà come fa Sniper, faccia pure, ma lei è un pochino superiore. Quindi nel medio periodo (non il breve e non il lungo) il rifinanziamento costerebbe meno.

wotan58

Lun, 27/06/2016 - 14:31

Gfc48, Bankitalia sarà anche il prestatore di ultima istanza, ma quanto deve pagare?? Quasi metà del debito pubblico italiano è in mani estere (quasi tutto area euro). Oggi i titoli di stato (in euro) come i BTP pluriennali hanno tassi di interessi reali ridicoli. Se l'Italia torna alla lira - ed incomincia a svalutare del 20% - come ipotizzato - e su base annua - quale tasso di interesse devi corrispondere al cinese che li compra? Mica sono fessi, vogliono guadagnarci, ed il rischio di cambio costa carissimo. Ma prima ancora che il default dello stato, le prime conseguenze sono per le aziende italiane, che peraltro sono le più indebitate d'Europa. Ha idea che significherebbe pagare il denaro in prestito invece del 3-6% ,come ora, il 30-35% di interessi annui????? LE grandi aziende scapperebbero, chiuderebbe anche il barbiere sotto casa.

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 14:46

liberta' 75.-..in regime di lira...tu compreresti titoli nazionali ???o buoni del tesoro nazionali ??? io solo se gli interessi fossero sul 30/40% e a scadenza di UN ANNO..e ancora ..esiterei...

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 14:48

@wotan58, perfavore mi racconti dello spread aumentato in Europa a seguito della svalutazione che Draghi ha promosso e che ha ridotto il valore dell'euro del 20%... Sinceramente questi tassi che schizzano che voi superinformati vedete, io non riesco a rintracciarli... boh sarà che le banche fan la pubblicità di mutui all'1%, mentre voi avete informazioni privilegiate, ma intanto la realtà dice cose diverse da quelle che dite voi... Sa solo la realtà...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/06/2016 - 14:54

Caduta libera???....Cambio £/€ al 27 Maggio:1,3103....cambio al 27 Giugno:1,2019....:perdita:8,27%....Precipitata???

paolonardi

Lun, 27/06/2016 - 14:55

Meno male che ci sono persone sorde alle sirene catastrofiste a gettone che intonano la musica stonata degli economisti, apprendisti stregoni alla Monti, con strabismo sinistro.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/06/2016 - 14:58

@liberopensiero77:....lei si capisce che non ha esperienza di mmercato internazionale!!!...In queste cirsostanze,con la FAME DI VENDERE,che c'è nel Mondo,alla FINE il danno per gli IMPORTATORI INGLESI,sarà estremamente ridotto,ma daranno da torcere con le loro ESPORTAZIONI!!!

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 14:59

@wotan5...sono quisquilie...bazzeccole...allarmismi massoni..degli affiliati bildenberg..radical chic..comunisti e affini...ci pensera' il PRODE SALVINI...ha gia' la macchinetta per stampare soldi padani...garantiti dalla vendita dei tombini di ghisa...he he he

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 15:08

@zagovian....sai citare a lume di naso...le loro esportazioni???io conosco il petrolio del nord..industria aereospaziale...qualche cosetta in campo automobilistico...il resto?'''????

wotan58

Lun, 27/06/2016 - 15:12

Libertà75, cosa c'entra lo spread? L'ultima svalutazione (ed unica) svalutazione fu quella del 1992, che, in quanto riallinamento in vista della decisione dei tassi ufficiali di cambio all'interno dell'eurozona ebbe conseguenze limitatissime dal punto di vista temporale, sufficienti però a mandare alle ortiche una discreta quantità di posti di lavoro. In quell'occasione il TUS volò al 16% ed i tassi a breve oltre il 25%. Per quanto riguarda quello che ci possiamo aspettare, beh, l'Italia non è il Giappone il cui debito pubblico è tutto interno, bisogna mettersi in testa che l'ITalia con il debito estero che ha, sia pubblico che privato, non potrà MAI E POI MAI avere alcuna sovranità nazionale, finchè non lo riduce.

mic21

Lun, 27/06/2016 - 15:14

Questi crolli del nostro indice sono anche rappresentativi dello scarso appetito dei nostri titoli a tutti i livelli sia di investimento sia anche meramente speculativo di breve periodo a riprova di come la nostra tobin tax che colpisce anche i derivati sul tutto ciò che è italiano sia un altro motivo per amplificare le perdite e ridurre la liquidità del mercati..Bravo il genio Monti che l'ha applicata e tutti i sostenitori di questa dannosa tassa.

abocca55

Lun, 27/06/2016 - 15:15

Bisogna lasciare la Borsa di Londra, che da tempo manovra le quotazioni dei titoli Italiani, senza controlli da parte nostra, La sporca speculazione è sotto gli occhi di tutti, anche dei più stupidi. Occorre una decisa operazione chirurgica.

cgf

Lun, 27/06/2016 - 15:17

la borda di Milano è agli stessi livelli di febbraio 2016... cosa è successo a Febbraio 2016? Da Aprile a Maggio 2012 ha avuto un crollo simile.. le grandinate in pianura padana? anche sabato scorso è successo.

mauriziosorrentino

Lun, 27/06/2016 - 15:28

A parte tutti i ragionamenti economici:Libero pensiero77...se uno importa materie prime per trasformarle(anche in previsione dell'autarchia-sviluppo mercato interno)noi dobbiamo ragionare sul valore aggiunto della trasformazione ,che sarà sempre maggiore dell'incremento del costo materie prime(varrebbe anche per l'italia in caso di uscita) quindi l'inghilterra risulterà più competitiva per le esportazioni(vantaggio),per quanto riguarda le importazioni dalla ue l'inghilterra è impotatore netto...quindi saremo Noi a rimetterci con i dazi... Inoltre suggerisco di leggere questo articolo di Marco della Luna ,da dove risulterebbe che tutti questi movimenti finanziari siano una"combine" progettata con largo anticipo(almeno un anno e mezzo)con scopi speculativi:http://marcodellaluna.info/sito/2016/06/24/mother-of-the-free/

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 15:32

finalmente un forum ...dove..pur avendo idee differenti..i partecipanti in generale sanno di che cosa si stia parlando e non riempiono il forum delle solite tiritere..ddimissioni..bimbominkia..komunisti zecche. insulti a chi non si adegua....e tutta la panoplia del perfetto minorato mentale

Rossana Rossi

Lun, 27/06/2016 - 15:34

Quante disquisizioni dotte ma inutili.....il mercato si adeguerà come ha sempre fatto e gli inglesi ,che sono affatto sprovveduti, ne ricaveranno solo benefici. Liberi e indipendenti.

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 15:50

wotan58 mi permetta alcune osservazioni. Difficile stabilire la svalutazione della nostra liretta. Un 20% è probabile ma solo all'inizio, col tempo la svalutazione sarebbe più bassa. E' vero che oggi, strozzati dalla troika abbiamo tantissimi debiti in euro. Ma per quelli possiamo per il momento lasciarli da parte. IO ho prospettato che i debiti dello stato futuro fossero in lire con interessi vantaggiosi per il risparmiatore e non vendibili a banche e all'estero. Circa come il giappone. Non si ricorda che anni fa tutti i pensionati compravano i bot e vivevano bene? Se ci pensa è una partita di giro per lo stato. Altre cose sarebbero da dire ma lo spazio è poco. cordialmente gcf

mauriziosorrentino

Lun, 27/06/2016 - 15:51

lorenzovan,quando la storia ti piazzerà tra i deficienti..tra non molto, riderai un po di meno?

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Lun, 27/06/2016 - 16:01

Sniper, il posto di Cameron é vacante, approfittane!

Ritratto di _alb_

_alb_

Lun, 27/06/2016 - 16:13

Ma insomma, il Brexit non doveva essere una sciagura per il Regno Unito? O lo era per noi? Perché è la NOSTRA borsa che perde. E quella della Spagna. E quella della Grecia. Perfino quella della Germania. MA NON QUELLA DI LONDRA. Che tutti i soloni che prevedevano sciagure per il regno unito ci raccontassero palle? Vabbè tanto stasera gioca l'italia, chissene importa...

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 27/06/2016 - 16:16

Liberta (ha ha) 75, io non sono un economista, e non mi spaccio per tale. Racconto cio` che vedo e sperimento su me stesso, qui nel Regno Unito. Capisce...? Se lei ha preso la laurea in economia al CEPU buon per lei. Se c'e` qualcosa di quello che ho scritto che ritiene sbagliato, mi corregga, Se invece e` in disaccordo, confuti la mia opinione. Se invece e` qui solo per denigrare ed insultare, mi compiaccio, si vede che il Giornale e` una soluzione anche a questi tipi di problemi.

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 16:28

lorenzovan: finalmente un forum. Proprio lei che è indignato del mio piccolo cervellino? provvederò a passeggiare ai giardinetti come mi consiglia. Ma poiché dubita del mio Q.I. io gentilmente le chiesi di dirmi il suo. Non mi ha ancora risposto, pensa te.

marygio

Lun, 27/06/2016 - 16:30

intesa -30% in 2 giorni.ok..... ci vediamo ad aprile 2017 poveri deficienti

marygio

Lun, 27/06/2016 - 16:37

arriveranno una vagonata di miliardi dalla bce alle banche. un mega rimbalzo ci sta ...tutto. ma mega mega........

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/06/2016 - 16:37

@_alb_:....già,poi c'è sempre la risorsa del "grande fratello" o qualche "talk show" demenziale!!!

alyag

Lun, 27/06/2016 - 16:42

Who is goofy-follower?

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 27/06/2016 - 16:48

LG e Samsung sono pronte a lasciare la Gran Bretagna, dove hanno il loro quartier generale europeo. Per queste aziende il mercato britannico è diventato all'improvviso meno interessante, in virtù di un aumento dei dazi doganali; una cosa che preoccupa molti osservatori ma che non è ancora una certezza. L'AD della taiwanese Acerprende atto del duro colpo che subirà l'azienda ma per ora non ci sono contromisure drastiche.Non è solo l'hardware naturalmente. In Gran Bretagna tutto il settore dei videogiochi è preoccupato, come evidenzia una lettera aperta da Richard Wilson, che dirige l'associazione di categoria in UK. Gli operatori del settore videoludico chiedono assicurazioni al governo di Downing Street, in particolare perché potrebbe risultare molto più difficile assumere persone non britanniche. C'è poi il problema che l'industria dei videogiochi britannica è votata all'esportazione, ed eventuali barriere doganali potrebbero rappresentare un problema molto serio.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 27/06/2016 - 16:50

Brexit, Morgan Stanley pronta a trasferire 2mila dipendenti in Irlanda. E Francoforte apre le porte alle banche inglesi. La banca d'affari non è l'unica a preparare le valigie per i propri addetti: nella lista ci sono anche Jp Morgan, Deutsche Bank, Hbsc. Intanto i lobbisti tedeschi promuovono la città sul Meno come un "centro finanziario stabile pronto ad abbracciare chi cerca una nuova sede per le operazioni all'interno dell'Eurozona"

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Lun, 27/06/2016 - 17:00

CARI LETTORI (E REDAZIONE DE "IL GIORNALE" COMPRESA ): QUALCUNO DI VOI HA LA MINIMA IDEA DEL FATTO CHE LA BORSA DI MILANO E' DI PROPRIETA' PER INTERO O QUASI DELLA BORSA DI LONDRA ?????!!!, INFATTI SI CHIAMA "MILANO LSEG".... LSEG STA PER "London Stock Exchange" QUINDI COME ERA PREVEDIBILE IL MAIALE CHE SARA' SCANNATO VIVO E FATTO A PEZZI PEGGIO DI TUTTI IN EUROPA SARA' QUELLO ITALIANO (ma che strano non succede mai !) A PROPOSITO ... LO SAPEVATE CHE LA FUSIONE LONDON STOCK EXCHANGE E BORSA TEDESCA A NOI BORSA MILANO CI COSTERA' DAGLI 80 AI 100 LICENZIAMENTI ??? QUINDI RICAPITOLANDO: LORO FANNO LA BREXIT E PORCI COMODI LORO E NOI PAGHIAMO I CONTI. (notizie dall'interno, quindi pubblicate please e se possibile RIpostate in cima alla lista ). GRAZIE MILLE

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 17:03

gcf..effettivamente sono stato a dir poco..esagerato e brutale..me ne scuso..ma sono abituar«to con tutta una serie di kroll e cromi che non fanno altro che insultare (vedi sorrentino ore 1551)e purtroppo mi sono adeguato

marygio

Lun, 27/06/2016 - 17:16

è vero borsa italiana è in mano inglese e ci spennano. bisogna essere davvero stupidi a cedere la sovranità della propria finanza

leggeuguale

Lun, 27/06/2016 - 17:18

Una banale e semplice domanda: le transazioni di borsa sono davvero regolari? Mi spiego meglio. Chi è quel pazzo che in tale catastrofica situazione reputa conveniente acquistare quei titoli che tutti stanno precipitosamente vendendo? Insomma, è un colossale imbroglio quello di far credere che i mercati stanno vendendo tutto e di più, perché per poterlo fare ci dev'essere qualcuno che compra.

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 17:20

@sniper, veramente è lei che si prodiga in insulti, e in ironia... mi linki perfavore dove ha argomentato con dovizia di analisi e sarò lieto di rispondere... Buonaserata a lei

marygio

Lun, 27/06/2016 - 17:21

è come la grecia. in casa mia di greco non è entrato mai nemmeno un formaggino e di inglese al massimo 2 bustine di the.

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 17:22

@lorenzovan, guardi che io parlavo di acquisti da parte del banchiere centrale... penso a volte sia utile capire di cosa si stia parlando

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 17:24

@wotan58, guardi che Draghi ha iniziato la svalutazione. Il bello di sapere di economia grazie ai trafiletti di "la Repubblica" è che poi si vive in un mondo parafrasato pieno di convinzioni e di dati antitetici alla realtà... Le consiglio di diversificare le letture. Il QE è a tutti gli effetti una svalutazione monetaria, non classica (acquisto di titoli sul mercato primario), ma all'atto pratico una svalutazione... Ma guarda caso che il rapporto euro su dollaro è sceso del 20%

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/06/2016 - 17:29

@VladoGiulio:...mi meraviglio che non riesca a fare un distinguo fra chi "gestisce" la Borsa,e le "società quotate in quella Borsa"...Se le "società quotate alla Borsa di Milano" perdono di valore,non è COLPA del "gestore" ma delle Società stesse,della speculazione,del "gioco" che la "Borsa",specialmente quella Italiana,è in sé!

canaletto

Lun, 27/06/2016 - 17:29

Gli Inglesi hanno dimostrato maturità, coerenza e coraggio ad uscire dalla UE e non se la sono fatta addosso come mezza europa e noi Italiani. Dobbiamo seguire loro e farci gli affari nostri. Il resto è tutta speculazione, le borse, lo spread (cioè quella cosa che non esiste ma mette paura), si speculazione di tutti politici compresi nel mettere paura al popolo, paura che non esiste. L'Inghilterra continuerà a fare quello che ha sempre fatto ma non si inchinerà più alla Merkel e a Bruxelles: noi cosa aspettiamo????????? di essere falliti e sprofondati e sopraffatti dai migranti??????? ragionate gente, ragionate, ma con la vostra testa non con quella di Grillo

lorenzovan

Lun, 27/06/2016 - 17:43

@liberta' 75...mi faccia capire...il banchiere centrale...cioe' nel nostro ipotetico caso..la banca d'italia..ricomprerebbe titoli nazionali???..mi scusi...ma ..non riesco proprio a seguire il suo raziocinio...e neppure il senso dell'operazione finanziaria...sarebbe una partita di giro tutta azionale...retta solo da continue iniezioni di carta moneta stampata fresca...cioe' ritorniamo alla stampatrice del Prode Salvini

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 27/06/2016 - 17:43

CHI; CI GUADEGNERÁ DAL BREXIT SARA LA GERMANIA; É QUESTO PERCHE I SPECIALISTI INDUSTRIALI CHE PRIMA ANDAVANO IN INGHILTERRA ADESSO ANDRANNO IN GERMANIA A RINFORZARE L;INDUSTRIA TEDESCA; É GIA UN INSTITUTO CINESE HA DICHIARATO CHE I CAPITALI CINESI NON SARANNO INVESTI IN INGHILTERRA MA IN ALTRE PARTI DELL;EUROPA COME FRANCIA E GERMANIA; É LA GERMANIA CHE PRIMA ERA CONTRASTATA DAL REGNO UNITO AVRÁ ANCORA PIU PESO A BRUXELLESS É SENZA CAMERON A CONTRASTARLA; LA GERMANIA INSIEME ALLA FRANCIA FARANNO NELLA UE I LORO INTERESSI; MENTRE IN ITALIA I PARTITI POLITICI LITIGANO PER SPARTIRSI I BRUSCOLINI CHE FRANCIA E GERMANIA LASCIANO A RENZI É COMPANY! É SE LA UE VUOLE SOPRAVIVERE DOVRÁ CAMBIARE MUSICA; PERCHE QUESTA NON É L;EUROPA CHE SCHUMAN! DE GASPERI E ADENAUER! VOLEVANO CREARE!.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/06/2016 - 17:49

@canaletto:....magari,ragionassero!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/06/2016 - 18:04

VABBè MA VOI IN ITALIA KOMUNISTACCI DEL KAZZO SIETE CONTENTI E SE LA ITALIA USCISSE E IL MIB PERDESSE IL 50% SARESTE CONTENTI VOI SIETE COME IL PD CHE DESIDERATE VEDERE LA ITALIA IN GINOCCHIO ROVINATA, QUESTA è MIA IDEA PERSONALE MA NON PREOCCUPATEVI CHE IL PD VI STA ACCONTENTANDO OLTRE ALLE CORNA ANCHE LA ROVINA ECONOMICA?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/06/2016 - 18:06

VABBè MA VOI IN ITALIA KOMUNISTACCI DEL KAZZO SIETE CONTENTI E SE LA ITALIA USCISSE E IL MIB PERDESSE IL 50% SARESTE CONTENTI VOI SIETE COME IL PD CHE DESIDERATE VEDERE LA ITALIA IN GINOCCHIO ROVINATA, QUESTA è MIA IDEA PERSONALE MA NON PREOCCUPATEVI CHE IL PD VI STA ACCONTENTANDO OLTRE ALLE CORNA ANCHE LA ROVINA ECONOMICA?NO? NON PENSERETE CHE QUESTI MUSULMANI VADANO A PAGARA 30 O 50 EURO PER UNA RAMAZZATA QUANDO HANNO LE VOSTRE DONNE A DISPOSIZIONE, VOI NO MA LE VOSTRE DONNE RINGRAZIANO IL PD

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/06/2016 - 18:07

VABBè MA VOI IN ITALIA KOMUNISTACCI DEL KAZZO SIETE CONTENTI E SE LA ITALIA USCISSE E IL MIB PERDESSE IL 50% SARESTE CONTENTI VOI SIETE COME IL PD CHE DESIDERATE VEDERE LA ITALIA IN GINOCCHIO ROVINATA, QUESTA è MIA IDEA PERSONALE MA NON PREOCCUPATEVI CHE IL PD VI STA ACCONTENTANDO OLTRE ALLE CORNA ANCHE LA ROVINA ECONOMICA? NO? NON PENSERETE CHE QUESTI MUSULMANI VADANO A PAGARA 30 O 50 EURO PER UNA RAMAZZATA QUANDO HANNO LE VOSTRE DONNE A DISPOSIZIONE, VOI NO MA LE VOSTRE DONNE RINGRAZIANO IL PD.

bobo55

Lun, 27/06/2016 - 18:38

Chi ha detto che SALVINI non ha mai lavorato? BUGIARDI....adesso CARTA CANTA....al centro della foto potete vedere SALVINI all'opera...'mazza ohhh...deve fare pure il doppio lavoro...ehehe

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 27/06/2016 - 18:43

Dopo aver letto TUTTI i commenti finora pubblicati, secondo me (che di finanza ci capisco poco) ci stiamo letteralmente TUTTI, FASCIANDO LA TESTA PRIMA DI ROMPERSELA, con teorie varie che i fatti reali poi smentiranno. I mercati sono piu forti dei paesi e dei bilanci, quindi non succedera niente di IRREPARABILE. Tutto il resto è NOOIAAA!!! Saludos dal Nicaragua

Massimo Bocci

Lun, 27/06/2016 - 18:56

Come diceva l'INSACCATO DI MER.......................della triade dei miserabili,rinnegati,collaborazionisti al soldo dello straniero, con l'EURO tutto questo si è REALIZZATO,tutti ricchi si GLI STRANIERI che con quattro soldi NOSTRI si son magnati tutto e come costituzione TUTTI SERVI (Erasmus) GLI ITALIANI, il disegno CRIMINALE catto,comunista, riportato scritto nella ciofeca più bella del mondo, la piena occupazione DI SERVI!!! Principio costituzionale "l'Italia, una repubblica (si fa per dire) SFONDATA sul lavoro, conto.......TERZI,Dove PRONI AI PADRONI METICCI!!!! Ordinano e gli Italioti obbidiscono o in subordine schiantano da SERVI!!!

sparviero51

Lun, 27/06/2016 - 19:02

PIÙ CHE UNA BORSA,MILANO SEMBRA ORMAI UNO SCOLAPASTA . BUFFONI !!!

geronimo1

Lun, 27/06/2016 - 19:09

hernando45 hai ragione..!!! I mercati sono piu' forti dei paesi..!!!!! Passate le tempeste psicologiche tutto torna normale.. Se avessi fiducia nell' Italia sarei favorevole ad una manovra all' inglese, ma se si considerano i compagni di barca (PD e Grillini) bisogna veramente considerare la cosa..... Cha sia molto piu' saggia una fuga solitaria in Australia o Nuova Zelanda????? E lasciare gli italioti a diventare piu' pezzenti giorno dopo giorno sotta la Kulonen?????? Questa soluzione mi pare piu' furba..!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di perSilvio46

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 27/06/2016 - 19:51

Sterlina in caduta libera,pensate da Harrod's tra saldi e deprezzamento un paio di scarpe Church,s al posto di 375 euro,lo portate via a ben 352 euro... Che affarone...ma va'...

glasnost

Lun, 27/06/2016 - 19:56

Qi sono i risultati dell' Europa e questi sono i risultati del governo Renzi!! Avanti così idioti!!

Maura S.

Lun, 27/06/2016 - 20:13

X franco il krucco & Co. = considerando che avete il fiele in bocca riguardo l'Italia e gli Italiani, sapete che vi dico..= andate a fanc........... e quello che segue. gli insulti meritano insulti.

Una-mattina-mi-...

Lun, 27/06/2016 - 20:24

L'UNICA CHE TIENE, RALATIVAMENTE, E' QUELLA DI LONDRA... HAI VISTO MAI...

Marcolux

Lun, 27/06/2016 - 22:12

Ormai siamo in caduta libera. Quando gli idioti italiani che votano a sinistra se ne renderanno conto sarà troppo tardi. L'Italia è virtualmente già fallita. Si attende solo che gli stranieri acquistino tutte le industrie importanti e trasferiscano tutto all'estero per certificarne la morte. Un Paese d'idioti guidato da un fanfarone venditore di pentole, messo sullo scranno da un golpe internazionale della finanza e dei poteri forti, du cui La sinistra ormai è la referente e garante. Il Bildenbeg, di cui Mario Monti fa parte ha deciso di affossare alcuni Paesi europei, e dopo la Grecia, ormai di proprietà quasi integrale dei tedeschi, toccherà al Paese dei balocchi, azzerato economicamente e culturalmente da questi animali di sinistra, uniti ormai alla feccia islamica che non aspetta altro che issare la sua bandiera nera in casa nostra. L'Italia sta vivendo la su fine senza che nessuno alzi un dito. In fondo è ciò che si merita.

fgerna

Lun, 27/06/2016 - 22:25

Tutto questa è la causa di una vigliacca speculazione, un avvertimento agli anti Europa unita, o rimanete sotto ricatto di questi burocrati o vi distruggiamo economicamente. Triste dirlo ma dopo avere ceduto continuamente ai loro ricatti siamo arrivati al punto di non ritorno. Questa Europa Unita "virtuale" mi ricorda la vecchia Unione Sovietica, pochi ricchi e altri tutti poveri

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 28/06/2016 - 08:14

per vendere ci sono dei compratori, balle mea. Le azioni sono sempre in mano a qualcuno, quindi chi è che perde? Se un titolo è a 10 ed uno lo vende a 8 finchè nessuno lo acquista rimane sempre a 10, quindi c'è qualcuno che continua ad accumulare scendendo sempre, aspettando un domani che salgono. A meno che siano i gestori dei fondi che li fanno acquistare in rialzo, così i finanzieri che li hanno acquistati in ribasso li possno vendere ai piccoli risparmiatori igrari delle operazioni dei loro gestori, che glieli stanno comprando con un prezzo sempre più alto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 28/06/2016 - 08:20

terrore terrore, ma vi ricordate che prezzo avevano le azioni prima del 2008? tra ribassi e rialzi hanno perso più del 50%. Andate a controllare! Scendono di 5 gradini e ne salgono di 3 poi riscendono di scalini e risalgono di 3 ecosì via. C'è sempre una scusa per abbassare il prezzo. Basta una bomba in metropolitana e subito la borsa crolla, ma mi spiegate il perchè? Ve lo dco io, solo una scusa per mangiare i soldi dei piccoli risparmiatori. A loro serve un imput.

Libertà75

Mar, 28/06/2016 - 11:33

@lorenzovan, mi faccia capire... quello sta facendo Draghi va bene perché lei non è in grado di capirlo, mentre se lo facesse un banchiere centrale in Italia non andrebbe bene perché esiste un Salvini all'opposizione? Bello il suo modo di ragionare, scommetto che ha superato il test per la tessera del PD. Le faccio i miei complimenti.

mauriziosorrentino

Dom, 03/07/2016 - 11:04

@lorenzovan,normalmente non offendo a vuoto,ma in questo caso ho difeso Salvini dalla tua(che non si capisce) ironia e denigrazione. La stampatrice di Salvini è quella di cui dispone il Giappone e appunto consente che il debito pubblico sia ,come dici"una partita di giro".Ricomprandosi il debito invenduto la Banca centrale impedisce l'aumento dello spread e contemporaneamente "erode" con la svalutazione la massa del debito.Cosa che peraltro ha cominciato a fare Draghi,per non far scoppiare l'eurozona,riservandosi di farlo a "modo suo",in base alla simpatia delle scelte dei governi,arrogandosi un diritto POLITICO che NON gli spetterebbe.Questi sono semplici meccanismi alla portata di un tabaccaio qualsiasi(che voglia capire)come mai dici di non riuscirci tu?