Avviata azione disciplinare nei confronti di Ingroia

La Cassazione ha avviato un'azione disciplinare. Motivo? Ingroia ha continuato a far politica anche dopo il rientro in magistratura

Il leader di Rivoluzione Civile Antonio Ingroia a Roma

Ultimamente non ne ha azzeccata una. Da quando ha deciso di buttarsi nell'agone politico - dopo la brevissima parentesi guatemalteca - Antonio Ingroia ha incamerato una sequela di sconfitte e di critiche. La sua Rivoluzione Civile è fallita - non riuscendo a varcare la soglia del Parlamento -; e la neonata Azione Civile appare come una sorta di paracadute più che un rinnovato progetto politico. Nel frattempo, Ingroia ha incassato richiami del Csm, reprimende da parte dei colleghi, la bocciatura del Csm in merito all'incarico di esattore delle tasse in Sicilia offertogli dal governatore Crocetta e quella del Tar, che ha rigettato il suo ricorso contro il trasferimento ad Aosta.

Nel territorio valdostano, la toga "partigiana" si è recata solo per prendere un caffè e per chiedere ferie immediate. Solo che, invece di godersi il riposo, Ingroia, da inizio maggio, ha continuato a fare politica, partecipando a convegni, manifestazioni (su tutte quella della Fiom di Landini) ed entrando a gamba tesa sul dibattito politico. E proprio per questo motivo, dopo che nei giorni scorsi il procuratore capo di Aosta, Marilinda Mineccia, aveva inviato una segnalazione al Csm e agli altri organi competenti per “illecito disciplinare”, il pg della Cassazione ha deciso di avviare un’azione disciplinare nei suoi confronti.

Motivo? Aver continuato a svolgere attività politica anche dopo il rientro in ruolo nella magistratura. E pensare che nella Costituzione che ha sventolato nel famigerato palco di Rifondazione Comunista definendosi un partigiano della Carta l'articolo 98 afferma che i magistrati non possono iscriversi ai partiti politici. Lettera e regola morta per Ingroia. Che si è persino lamentato di guadagnare cinquemila euro al mese di stipendio senza lavorare e poi, una volta ricollocato, ha avuto l'ardire di contestare la destinazione e di continuare a fare politica. Adesso, con quest'ultimo provvedimento disciplinare (che potrebbe portare anche a una sospensione dalle funzioni di magistrato) si fa sempre più concreta l'ipotesi che Ingroia possa dire addio alla toga.

L'exit stategy potrebbe chiamarsi Crocetta, pronto a garantirgli un posto di rilievo nell'isola. Intanto, Ingroia continua nella sua linea dura: "È una conseguenza della segnalazione del procuratore di Aosta e la cosa non mi sorprende né mi amareggia - ha dichiarato Ingroia all'Adnkronos -. "L'amarezza vera è invece venuta dalla decisione, che considero politica, presa a sua tempo dal Consiglio superiore della magistratura, quando mi destinò alla procura di Aosta'', ha poi aggiunto.  

Non è la prima volta che Ingroia incorre in provvedimenti disciplinari. Nei mesi scorsi, il pg di Cassazione aveva avviato un’altra inchiesta riguardante il presunto "vilipendio" della Corte Costituzionale, relativo alle dichiarazioni rilasciate dal magistrato all’indomani della decisione della Consulta sul conflitto sollevato dal Quirinale per le intercettazioni che riguardavano indirettamente il Capo dello Stato disposte nell’ambito dell’indagine sulla presunta trattativa Stato-mafia.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 11/06/2013 - 16:31

Ma proprio oggi non c'era la notizia che avrebbe "lasciato la toga"? Dobbiamo andare ad accendere un cero o possiamo stappare lo spumante?

guidode.zolt

Mar, 11/06/2013 - 16:35

A mio parere lo stanno punendo per il flop alle politiche...ci sarebbe stato tutto ciò se, per mera ipotesi, avesse incassato un 10% del consenso popolare...? il danno procurato, in quel caso, all'immagine della magistratura, sarebbe stato edulcorato...? in Italia la giustizia non segue la logica ma la convenienza...

Libertà75

Mar, 11/06/2013 - 16:41

Antò se ti alleavi con il PD ora saresti un semidio, invece ora devi passare le forche gaudine, complimenti compagno.

carlo196

Mar, 11/06/2013 - 16:49

Questo signore vuol tenere il piede in due scarpe; se gli interessava l'incarico offertogli da Crocetta bastava dimettersi da magistrato e avrebbe fatto il c...o che voleva. Troppo comodo mantenere due o più porte aperte...

odifrep

Mar, 11/06/2013 - 17:11

Questa poi, non me la sarei mai e poi mai aspettata. Come avrà fatto il PG della Cassazione a venire a conoscenza del fatto che Ingroia ha continuato a svolgere attività politica, anche dopo il rientro in ruolo in magistratura. Non è possibile, roba dell'altro mondo. Forse, qualche suo collega, invidioso della brillante carriera di Ingroia, ha ben pensato di fare "lo spione", solo in questo modo si poteva venire a conoscenza. Prova "provata" che quando presiedeva comizi di rifondazione comunista (ancor prima di formare rivoluzione civile) in pieno svolgimento delle funzioni istituzionali, nessun collega ha fatto da spione e nessun giornale ha "spifferato" la notizia, come nessun PG di Cassazione ne era venuto a conoscenza. MA MI FACCIA IL PIACERE, PROCURATORE GENERALE. Non si fa più bella figura TACERE? In subordine, emettere -a vista- una giusta sentenza contro Ingroia, anzichè anticipare inutili provvedimenti che, nella più sporadica delle ipotesi (qualora portati a termine) non sfioreranno neanche lontanamente, la persona del magistrato?.

vince50_19

Mar, 11/06/2013 - 17:25

Qui va a finire che il procuratore capo di Aosta, firmatario della segnalazione fatta al Csm, corra il rischio di finir male.. Imputazione? Lesa maestà del più famoso partigiano italiano della costituzione!

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 11/06/2013 - 18:11

Maronnaa, ebbasta infierire co' sto' poverocristo, ma non lo vedete dalla faccia com'è ridotto..? Basta, per favore, a tutto c'è un limite. Consideratelo un perdente a 360° e basta, la crudeltà è inutile.

syntronik

Mar, 11/06/2013 - 18:20

era ora!!!!!!!!!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/06/2013 - 18:23

Vivissime congratulazioni al procuratore capo Marilinda Mineccia. Ora pero', dal momento che Ingroia non é certamente il solo magistrato che fa politica, ci attendiamo che "gli organi comptetenti" contestino "l'illecito disciplinare" a chi di dovere e nomi e cognomi sono ben noti a tutti! Ci voleva una donna con gli attributi per svegliare chi finora, con tutta evidenza dormiva sonni profondi!

pansave

Mar, 11/06/2013 - 18:42

Si va bene e la pena??? O è solo la solita pubblicità gratuita.

Klotz1960

Mar, 11/06/2013 - 19:03

Un elemento tra i piu' negativi mai apparsi sulla scena pubblica italiana, insieme a Di Pietro, Scalfari e Saviano. Tralaltro con grande malafede considera la Costituzione del 1948 (compromesso tra cattolici a marxisti stra datato e da revisionare integralmente, specie per quanto attiene alle istituzioni dello Stato) piu' o meno come i Musulmani considerano il Corano. La Costituzione e' stata e potra' essere radicalmente modificata, come essa stessa prevede, e le opinioni in merito di questo elemento non hanno alcuna rilevanza. Andasse a fare l'esattore delle tasse o altro nella sua amata Sicilia bedda, e se possibile, che ci rimanga.

1filippo1

Mar, 11/06/2013 - 19:06

Finalmente,qualcuno si muove nei confronti dell'ex pm palermitano che ,in ispregio delle più elementari regole di comportamento di carattere istituzionale,agisce a ruota libera,ponendosi spesso al di sopra e al di fuori della legge,con un'arroganza e una sicumera sprezzante che ci lascia perplessi.

dondomenico

Mar, 11/06/2013 - 19:12

Sono mesi e mesi che questo signore continua a prendere lo stipendio ( pagato da noi cittadini ) senza fare niente di niente! E' ora che vada a lavorare!

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Mar, 11/06/2013 - 19:34

Personaggio repellente.

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 11/06/2013 - 19:40

è solo in ITALIA che succedono certe cose è poi si stupiscono perchè nessuno o pochissimi tranne i profittatori vengono a investire da noi,ci vuole già un bel coraggio per i nativi rimanere in questa torre di babele che è diventata la nostra PATRIA

Gianca59

Mar, 11/06/2013 - 19:50

Bene, speriamo sia l' ultima così finite di parlarne .....

Ritratto di Sig. A

Sig. A

Mar, 11/06/2013 - 20:01

#guidode.zolt# Il problema da Lei ventilato non si pone, per il semplice fatto che, col 10% dei voti, l'ometto sarebbe entrato in Parlamento e quindi avrebbe potuto fare politica legittimamente. Invece, il ben noto "legalitario", ha pensato bene di continuare anche dopo scadutagli l'aspettativa per motivi politici. D'altronde, non è una novità, perché è da anni che tale individuo frequenta convegni e manifestazioni. Alla faccia dell'immagine dell'imparzialità del magistrato!

precisino54

Mar, 11/06/2013 - 20:06

La mia posizione su Ingroia non da adito a dubbi sulla mia idea sullo sfaticato partigiano, ma a questo punto quasi mi diventa un minimo simpatico con questa serie di sberle che ha preso da quando si è scontrato con la realtà elettorale. E’ comunque incredibile che il pm che aveva carta bianca nel fare e dalla esternazione continua, di colpo viene bastonato dai colleghi. Avranno capito che il personaggio creava problemi alla categoria o solo ora si sono accorti delle malefatte di questo “pierino” delle aule di giustizia?

swiller

Mar, 11/06/2013 - 20:16

Ma questo non è ancora al fresco.

vacabundo

Mar, 11/06/2013 - 21:01

Adesso spetta a lei, Sig.Ingroia,fare veramente la rivoluzione civile.Dato che ancora continuano a screditarla e farle del male, faccia lei altrettanto,Occhio per occhi, dente per dente.Lei, ha chiamato il suo partito quando si è fatta campagna elettorale,rivoluzione civile.La faccia veramente perchè loro faranno sempre rivoluzione incivile nei suoi confronti.Sia lei, adesso il GRILLO PARLANTE,si salvi lei, salvi chi crede in lei, e apra la porta a delle verità.grazie

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mar, 11/06/2013 - 23:32

Miracolo, si sono accorti di questa anomalia...

billyjane

Mer, 12/06/2013 - 00:19

Questo non sta proprio "capito".

Emilio il pazzo

Mer, 12/06/2013 - 00:19

Decisamente una delle più brutte --e non in senso estetico -- persone sulla scena italiana. Correttezza senso dello stato , vergogna non sa neanche dove stanno di casa. In miniera possibilmente subito Gianni

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 12/06/2013 - 00:43

Non c'è assolutamente nulla di cui meravigliarsi. Ormai è risaputo. Chi fallisce nella vita si BUTTA IN POLITICA. BASTA SPARARE QUATTRO FESSERIE SULLA COSTITUZIONE PER DARTI CREDIBILITA' E IL GIOCO E' FATTO. Questo è il modus operandi di coloro che stanno distruggendo la politica in Italia.

Ritratto di il bona

il bona

Mer, 12/06/2013 - 04:29

Ma se ne tornasse in Guatemala! Braccia rubate all'agricoltura.

a.zoin

Mer, 12/06/2013 - 08:01

Chi troppo vuole,deve avere delle basi molto profonde. Ingroia, con quel suo ODIO PERSONALE verso talune persone,Ha cominciato una caduta in un precipizzio molto profondo. Dopo tutte le calunnie da lui fatte,mi AUGURO CHE CADA FINO IN FONDO,e che venga pure dimenticato dalla stampa.

precisino54

Mer, 12/06/2013 - 08:28

La mia posizione su Ingroia non da adito a dubbi della mia idea sullo sfaticato partigiano, ma a questo punto quasi mi diventa un minimo simpatico con questa serie di sberle che ha preso da quando si è scontrato con la realtà elettorale. E’ comunque incredibile che il pm che aveva carta bianca nel fare e dalla esternazione continua, di colpo viene bastonato dai colleghi. Avranno capito che il personaggio creava problemi alla categoria o solo ora si sono accorti delle malefatte di questo “pierino” delle aule di giustizia? O non fa più comodo e quindi meglio accantonarlo?

paolonardi

Mer, 12/06/2013 - 09:33

Che aspettano a cacciarlo dalla magistratura della quale si e' dimostrato indegno.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 12/06/2013 - 09:44

Chissà se Vietti é capace di spiegarci come mai l'articolo 98 della "sacra carta" é, o sarebbe, valido e applicabile solo in Valle d'Aosta! Cos'é, lo "statuto speciale" illumina le menti dei signori magistrati mentre nel resto d'Italia si dormicchia (eufemismo), comprese le menti illuminate che siedono al CSM?? Come cittadino resto in attesa dei lumi del signor Vietti, sempreché questa volta non sia Napolitano a sentire il dovere di tenerci informati sulla "sacra carta" a..... geometria variabile!

paci.augusto

Mer, 12/06/2013 - 10:08

Alla fine si SONO DOVUTI svegliare! Con la denuncia del pm capo di Aosta,anche il CSM si è alla FINE SVEGLIATO!Anzi, obtorto collo si è dovuto svegliare! Che questo cialtrone fosse più politico che magistrato, in totale disprezzo del disposto costituzionale, l'ha dovuto denunciare un pm capo!! Al CSM e all'ANM non ci arrivavano!!!

odifrep

Mer, 12/06/2013 - 10:13

precisino54 - caro amico, ricordi quando dicevo che Ingroia sarebbe rimasto -ugualmente- un P.M.? Contrariamente a quanto -prevedeva la Legge- e che tu giustamente asserivi? Bene, ci risiamo. Non devi convincerti che i colleghi stanno bastonando Ingroia. Questi sono "atti dovuti" che nel tempo sminuiranno nell'aria. Cordialmente.

honhil

Mer, 12/06/2013 - 10:17

La vera notizia non è che “il pg della Cassazione ha deciso di avviare un’azione disciplinare nei suoi confronti”, ma che tale funzione non l’abbia fatto prima. Molto prima. Perché il pm Ingroia è da molti anni che fa politica. Fino a straboccare.

precisino54

Mer, 12/06/2013 - 15:01

X odifrep- mio caro, ti riferisci per caso allo scambio di post del 22/03/2013? Le nostre posizioni differivano ma solo perché io mi riferivo alla norma tu al fiuto, ma entrambi non avevamo dubbi sulla sostanza di questo “scansafatiche” vanesio! Ciao p