Dopo lo stop del Colle arriva il via libera al "Milleproroghe"

Nel dl le norme sul bilancio di Roma e contro gli "affitti d'oro". Sbloccati i fondi Ue a sostegno di imprese e lavoro

Tutto da rifare. Caso unico nella storia del parlamento italiano, il decreto "Salva Roma" è stato ritirato subito dopo aver incassato la fiducia della Camera e quando si trovava a un passo dall’approvazione definitiva. La corsa del decreto si è interrotta alla vigilia di Natale, dopo un nervosissimo faccia a faccia tra Enrico Letta e Giorgio Napolitano. "Troppe misure eterogenee ed estranee all’impianto originario, così non può andare", ha detto il capo dello Stato al premier. Dopo aver rinunciato a chiedere la conversione in legge del decreto, il governo è corso ai ripari per ripristinare in extremis gli interventi che servono a evitare il default della Capitale. Il provvedimento è così finito all'interno del decreto "Milleproroghe", all’ordine del giorno del Consiglio dei ministri di questa mattina.

Tra le norme che rientrano nell’ultima versione del testo, non c'è solo lo stanziamento dei 400 milioni di euro per Roma Capitale. Al termine del Consiglio dei ministri Letta ha spiegato che, oltre alle norme essenziali del decreto "Salva Roma", che l'esecutivo ha deciso di "non portare a termine per la eterogeneità di norme venute fuori" durante il percorso in parlamento, il decreto è costruito con quelle "proroghe essenziali che sono necessarie su alcuni impegni" e che, come ogni anno, il governo ha dovuto prendere. Tuttavia, "l'ingorgo" che si è creato nell'iter parlamentare "dimostra che il processo legislativo in Italia non è all’altezza di una democrazia moderna, in grado di funzionare come si conviene: il 2014 è l’anno in cui bisogna dotare il paese di un processo legislativo più lineare". "Servono riforme - ha aggiunto Letta - che tengano conto delle difficoltà nel rapporto tra il governo e i due rami del parlamento". Durante la conferenza stampa Letta ci ha tenuto a ricordare che la mancata approvazione del "Salva Roma" avrebbe comportato danni ai bilanci. In primis, la materia fiscale col bilancio del Comune di Roma e le norme contro gli affitti d’oro.

Tra le misure approvate, il Consiglio dei ministri ha varato una ripartizione dei fondi strutturali europei per 6,2 miliardi di euro, soldi che "rischiavano di non essere utilizzati avendo un ciclo 2007-2013". "Con questo intervento di tipo amministrativo - ha fatto notare il premier - potremmo riallocare questi fondi". Nello specifico, grazie alla riallocazione dei fondi, il governo destinerà 2,2 miliardi di euro al sostegno delle imprese, 700 milioni alle misure per favorire il sostegno al lavoro e all'occupazione (150 milioni andranno alla decontribuzione dell’occupazione giovanile, 200 a sostegno dell’occupazione femminile e per i più anziani, 350 per ricollocare i disoccupati), 330 milioni per contrastare la povertà e 3 miliardi a sostegno delle economie locali. Per favorire il credito alle imprese verranno, invece, stanziati 1,2 miliardi.

Commenti
Ritratto di Roberto53

Roberto53

Ven, 27/12/2013 - 13:30

Con la scusa del processo legislativo più lineare (ma non era un cavallo di battaglia di Berlusconi?) vuole solo delegittimare il Senato per potere governare più a lungo.

Duka

Ven, 27/12/2013 - 13:31

Ieri scrissi che quello del colle era solo un trucco per poveri BOCCALONI. Ecco fatto il piatto è servito. Contenti????

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Ven, 27/12/2013 - 13:32

La Politica a cominciare dal Governo é il potere legislativo! Il compito é non di ingarbugliare, ma di chiarire e mettere in pratica le leggi fondamentali, che tutte le altre leggi devono rispettare Libertà Uguaglinza, Dignità umana cioé i Diritti dell'Uomo! Se nel paese regna il caos é perché i Governi ingarbugliano perché sono incapaci! Cioé i rappresentanti dei governi non possiedono le qualità necessarie Judicium, Ratiocinium et Scientia Intuitiva! Un italiano vero possiede queste qualità, acquisite dall'evoluzione di millenni di cultura, nei geni! Se si mettono in pratica le Leggi Fondamentali regna Giustizia, Civiltà ed automaticamente Progresso! Il vero Problema quindi non é come creare Progresso, ma Giustizia e Civiltà, cioé il rispetto della Dignità Umana, cioé dei Diritti dell'Uomo! Ma la corruzione nascosta dapertutto ha causato e causa il radicamento del male ed é più facile che un cammello attraversa la cruna di un ago! O Patria mia, che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

cgf

Ven, 27/12/2013 - 13:46

peggio di così? certo! accontentiamo chi dice sempre tanto peggio, tanto meglio, perché serve un segnale forte sia alle istituzioni che all'Europa, meglio NON votare il 1000pro ed andare al voto.

Ritratto di Zio Gianni

Zio Gianni

Ven, 27/12/2013 - 13:49

*** La Er-nikoLetta ha fatto un Letta-maio della Nostra Patria, ambiente consono per i "girini di fognarossa" ivi skodinzolano felici di odiare ed essere alla mercè dei LADRI DI KORTE & Kompagni di merende rossi. POVERACCI che brutta fine stanno facendo i kompagnuzzi, ignoranti che si nutrono soprattutto di BANANAS da 40 cm e che hanno sempre a portata di mano, si evince in quanto lo scrivono sempre, hanno la fissa insita nella debole e misera kapoccia come "l'orekkinato del tavoliere" con l'anello al naso.*

carlo5

Ven, 27/12/2013 - 13:56

Caro Giornale, tanto scandalo per gli affitti d'oro? Ma non sono stati firmati da uomini della destra poi ammiccati da uomini della sinistra? Tanto bravi voi a cercare gli scandali, leggi il povero Tulliani, prestanome a Montecarlo, e non dicevate nulla dello scandalo degli affitti d'oro dei palazzi a Roma? Ma Berlusconi, grande imprenditore dov'era? I suoi manager dov'erano? Se vogliamo abbattere il malcostume e gli sprechi cominciamo a fare autocritica e non solo guardare il novello Renzi, l'orologio della ministra che distribuisce pasta ai poveri e minchiate del genere. Diventate per primi voi i fustigatori della vostra parte e chiedetene le dimissioni dei corrotti o degli incapaci, leggi chi per primo quei contratti firmo'. Anche cosi' e non solo si fa buona politica e al Cav date un consiglio: faccia come fece un altro tanti secoli fa'. Mandi via tutti i corrotti, incapaci, servili e ladri dal tempio, compresa la Maddalena ed il suo dudu' e vedrete quanti voti delusi torneranno all'ovile. Parola del popolo sovrano. Forse.

unclesam1

Ven, 27/12/2013 - 13:57

Per favore signori (si fa per dire) politici andate a fanculo e restateci.

igiulp

Ven, 27/12/2013 - 14:09

400 milioni buttati nel pozzo-senza-fondo romano. Alla faccia dei comuni virtuosi che non possono spendere per i loro cittadini i soldi che hanno in cassa. Questa è una nazione che premia lo spreco e punisce chi risparmia.

makeit77

Ven, 27/12/2013 - 14:10

Stavolta bisogna fare i complimenti al Governo Letta: quei 6 miliardi sottratti alla UE saranno una manna dal cielo per le nostre imprese in difficoltà; rispetto ai precedenti e inetti Governi che sprecavano le risorse della UE, Letta ne esce fuori come fosse un gigante: bisogna ammetterlo

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Ven, 27/12/2013 - 14:13

Da tutto quanto sopra si evince sempre di più che siamo in una Repubblica presidenziale!!! Quanto sembrano lontani i tempi quando le sinistre si stracciavano le vesti solo all'idea di un progetto di riforma dello Stato in regime di repubblica somigliante a quella francese!!! E come mi è sempre presente il tentativo di impeacement a Cossiga,sempre da parte degli stessi, per le sue picconate!!!

Maria Lorena Garolfi

Ven, 27/12/2013 - 14:47

E così Roma ha il debito ripianato di nuovo! Ma andate tutti a casa!! Politici chiaccheroni!!! Nemmeno un taglio alle spese! Una caterva di soldi alle scuole paritarie ! Vergogna!!!!!! Buffoni!!!!!!!!Un cattivo 2014 a tutti i politici!!!!!!

Joe

Ven, 27/12/2013 - 15:02

A Capodanno 4 milioni di italiani parte in vacanza, -11% rispetto all'anno scorso. Bene : i nomi si conoscono e con una piccola tassa ricaviamo da queste persone una decina di miliardi da dare come contributo per far ripartire l'economia da aggiungere a quelli messi dal governo letta nella legge di stabilità. Non vi sembra una cosa giusta ed equa?

unosolo

Ven, 27/12/2013 - 15:43

bene adesso vogliamo sapere perche i soldi della UE non sono stati adoperati prima con il PDL , spreco o macchinazione per creare caos nella Nazione , il decreto si ritira la prima volta per paura di cadere oro si accetta e passa per l'urgenza ? qualcosa sotto esiste , saranno mica finanziamenti strani politicamente magari rossi. ci si potrebbe approfondire visto che sono soldi che graveranno sulle tasse ai solo lavoratori e alle imprese oltre alle famiglie di chi da PIL ,. quanta gente stiamo mantenendo e ci siamo stancati , loro girano con orologi da oltre trentamila euro mentre noi con quelli delle bancarelle che costano meno di una pila . Ecco dove finiscono i nostri soldi invece dei servizi se li mangiano e ci prendono per il culo nelle conferenze stampa.

giovannibid

Ven, 27/12/2013 - 16:17

DIMETTETEVI LADRONI!!!!!!!!!!!!!!! SIETE LA VERGOGNA DEL PAESE VIVA LA LIBERTA'

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 27/12/2013 - 17:41

Joe Condor, il pelato di pisa mente in maniera talmente spudorata e plateale da provocare il vomito. E dice anche cose molto molto stupide: "servono riforme che tengano conto delle difficoltà nel rapporto tra il governo e i due rami del parlamento" Ma certo! Che idea! Preoccupiamoci dei "due rami" del parlamento, non della gente! A casa, principiante, supponente senza capelli!

unosolo

Ven, 27/12/2013 - 17:43

l'uomo del colle ha detto " SI " vai avanti ..... il popolo ha fame ? dagli tasse salate .

fcf

Ven, 27/12/2013 - 18:04

Non ricordo che si sia mai arrivati a uno sconcio come quello che ci hanno propinato i "politici" nelle ultime settimane con tanto di benedizione dal n° 1 insieme con un buffetto natalizio sulla guancia sinistra . Ricordiamoci di come il n° 1 si comportava durante il governo Berlusconi e facciamo il confronto.

Gianmario

Ven, 27/12/2013 - 18:11

Vediamo se usando toni meno esacerbati riuscite a pubblicare il mio commento senza epurarlo. Partiamo dal fatto che sperare, fino a prova contraria, non è ancora un reato. Ciò detto spero con tutto il cuore tutto il peggio che possa accadere a tutti questi politici e politologhi ladri e farabutti. Che l'anno nuovo se li porti via per sempre e ce ne liberi a partire dal comunista dei comunisti...

vincentvalentster

Ven, 27/12/2013 - 19:38

Tutto semplicemente ridicolo.

mikimik

Ven, 27/12/2013 - 21:13

Mi sapete dire cosa accadrà a coloro che non hanno saputo spendere 6,7 milioni di euro? E le assunzioni di Vendola che fine hanno fatto?