Fontana: "Sosteniamo Malpensa, è un grande motore di crescita"

Visita del presidente della Regione Lombardia all'aeroporto intercontinentale per rafforzare la partnership con Sea e guardare al futuro. Pietro Modiamo: "Dobbiamo allargare in maniera significativa la possibilità di avere nuove rotte dirette". A giugno passeggeri cresciuti di oltre il 10 per cento

Una “prima” a Malpensa come presidente delle Regione Lombardia che guarda al futuro e alla crescita, la visita di Attilio Fontana all’aeroporto intercontinentale assieme a Pietro Modiano, presidente di Sea, avvenuta nel pieno dell’operatività estiva dello scalo che a giugno ha continuato la crescita a due cifre dei passeggeri. E dopo l’importante missione “Malpensa Made for China” che ha visto impegnati nel road show Sea, Comune e TehAmbrosetti con l’obiettivo di far conoscere Milano e sue infrastrutture aeroportuali a compagnie aeree e tour operator cinesi.

L’incontro “sul campo” fra vertici Sea e Regione per rafforzare la partnership è infatti ben sottolienato dalle parole di Attilio Fontana: “È la rappresentazione plastica del fatto che crediamo molto in questo scalo e lo vogliamo sostenere". Non a caso Fontana era accompagnato da Fabrizio Sala, vice presidente e assessore alla Ricerca, Università, Internazionalizzazione delle imprese e dagli assessori Claudia Maria Terzi (Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile), Davide Caparini (Bilancio, Finanze e Semplificazione) e Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima). Un incontro che ha consentito alle delegazioni di approfondire i temi che possono essere messe a fattor comune: accessibilità, le questioni ambientali legate al Masterplan, l’occupazione, l'attrattività anzitutto.

"Abbiamo confermato la nostra volontà - ha detto Fontana - di collaborare su tutte le partite che ci possono vedere coinvolti. Per quanto riguarda i collegamenti è già cominciata l'interlocuzione con Trenord e Ferrovienord. Una migliore accessibilità consentirà, infatti, di rendere ancora più attraente il nostro territorio che, secondo noi, ha ancora tantissime opportunità di sviluppo. E se riusciremo a collegare in maniera ancora più sinergica Malpensa con il resto della Lombardia, i numeri saranno ancora più importanti". Fontana ha poi ricordato che la Regione Lombardia ha sostenuto Malpensa "anche quando volevano ucciderla. Ora che è tornata un'Araba Fenice ed è ripartita, sosterremo l'hub con ancor più convinzione proseguendo anche nell'interlocuzione con il Comune di Milano".
Pietro Modiano ha sottolineato come il Masterplan di Malpensa “deve riflettere le potenzialità ci crescita dell’aeroporto passato da 16mila a 20mila occupati nell’arco di quattro anni, rispettando le questioni ambientali, se le cose vanno come noi ci aspettiamo, possiamo pensare a 10mila occupati in più nei prossimi sei-sette anni". E ha aggiunto: “Dobbiamo allargare in maniera significativa la possibilità di avere nuove rotte dirette, realizzando nuove misure per l’attrattività turistica del nostro territorio. “Abbiamo parlato del collegamento T2-Gallarate, del potenziamento della Rho-Gallarate, di un aumento delle frequenze dalla Stazione Centrale a Malpensa. Fiumicino sta bene, un treno ogni quindici minuti, sempre dallo stesso binario” che a Termini - ricordiamo - è collegato all'hub dell'alta velocità ferroviaria.

All'incontro con il board di Sea ha fatto poi seguito un sopralluogo nello scalo: Cargo City con visita a Fedex, la torre per il Coordinamento di Scalo, la Galleria del Lusso regno dello shopping, i nuovi e-gate e le aree per il controllo passaporti. "Ho potuto toccato con mano le potenzialità enormi dell'hub - ha spiegato ancora Fontana - anche quelle che, se non si entra nel cuore di Malpensa sono impossibili da immaginare. Ne sono rimasto impressionato molto positivamente e per questo ripeteremo anche in futuro incontri del genere per capire cosa possiamo fare in maniera diretta o indiretta per Malpensa perché è un investimento sicuro".

Il vicepresidente Sala ha spiegato come l'innovazione abbia un ruolo fondamentale nel rendere ancora più attrattiva la Lombardia. "Stiamo spingendo particolarmente su E015, l'ecosistema digitale che ci ha dato grandi soddisfazioni durante Expo. Sui progetti di innovazione se si fa rete e squadra e si vince perché gioca un ruolo fondamentale sull'attrattività, in particolare per i turisti self made, soprattutto su quelli che utilizzano molti strumenti innovativi. Però dobbiamo riuscire a metterli a disposizione. Questo ci aiuterebbe anche in alcune battaglie culturali: abbiamo capacità di innovazione incredibili, ma dobbiamo diventare capaci di giocare in squadra".

L'assessore Cattaneo si è invece concentrato sul Masterplan di Malpensa "la cui valutazione di impatto ambientale è all'attenzione della regione". "In termini più complessivi è importante garantire un rapporto degli investimenti di Sea con il territorio che sia rispettoso dell'ambiente e delle esigenze di chi vive intorno all'aeroporto. Temi come il rumore aeroportuale devono essere gestiti con molta attenzione, perché gli amministratori dei comuni vicini al sedime dell'aeroporto hanno più volte segnalato che lo scalo per loro può essere anche sinonimo di disagio e difficoltà, fattori che devono essere adeguatamente compensati".