Sea: ricavi, passeggeri e merci in crescita per gli aeroporti milanesi

La società che gestisce gli scali ha chiuso il primo semestre 2014 con un utile di 19,2 milioni di euro (+41,5%). Transitati più di 13,6 milioni di passeggeri (+6,5%), di cui 9,2 milioni a Malpensa (+9,3%) e 4,4 milioni (+1%) a Linate. Andamento confermato a luglio e agosto, tanto che sono stati 18 milioni i passeggeri nei primi 8 mesi. Merci: +10,3%

Passeggeri e merci, ma anche utile e ricavi in crescita per gli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate, gestiti da Sea. Diciotto milioni di passeggeri, nei primi otto mesi del 2014, sono transitati dai due aeroporti che registrano un incremento pari al 4,9%. In particolare nel mese di agosto Milano Malpensa con 1,8 milioni di passeggeri è cresciuto del 4,1% e Milano Linate con 777mila passeggeri ha registrato una crescita dello 0,5%. Anche il traffico merci è in crescita: con 274mila tonnellate di merce, Milano Malpensa, nei primi otto mesi del 2014, ha fatto registrare un aumento del 10,3% del traffico rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Per quanto riguarda il primo trimestre del 2014 sono stati più di 13,6 milioni di passeggeri (+6,5%) transitati nei due scali, di cui 9,2 milioni a Milano Malpensa (+9,3%) e 4,4 milioni a Milano Linate (+1%), e 237 mila tonnellate di merce, di cui oltre il 97% servito a Malpensa che ha gestito più del 50% del traffico cargo italiano del periodo. La crescita del traffico passeggeri su Milano Malpensa è stata sostenuta anche dal temporaneo spostamento in maggio dei voli dallo scalo di Bergamo, chiuso per i lavori di rifacimento della pista, con circa 470 mila passeggeri aggiuntivi. Al 30 giugno i vettori operanti sugli scali di Milano sono stati 118, con oltre 180 destinazioni servite in tutto il mondo.

E' quanto emerge dalla relazione consolidata semestrale al 30 giugno 2014, approvata dal consiglio di amministrazione di Sea spa, presieduto da Pietro Modiano. Sul fronte dei conti vengono evidenziati ricavi consolidati, pari a 371,7 milioni (+4,9%), sostenuti prevalentemente dall'andamento del comparto aeronautico (ricavi Aviation pari a 187,7 milioni: +6,9%) e dalle attività commerciali (ricavi Non Aviation pari a 96,9 milioni: +14,7%); al lordo degli impatti derivanti dalla ristrutturazione delle attività di handling, rispetto al corrispondente periodo dello scorso esercizio, l'Ebitda consolidato registra una riduzione di 5,9 milioni e l'utile di 4,1 milioni. A fine giugno 2014 la posizione finanziaria netta consolidata segna un indebitamento di 525,2 milioni, di cui 300 milioni rappresentati dal bond emesso nell'aprile 2014 (finanziamento a 7 anni al costo fisso del 3,125% annuale), che, spiega Sea, "ha consentito di rimborsare quasi 200 milioni di finanziamenti in scadenza fra il 2014 e il 2015, rafforzando la struttura finanziaria del Gruppo e minimizzando i costi di raccolta". Nel corso del primo semestre 2014 sono stati realizzati investimenti per  42,9 milioni. I principali interventi hanno riguardato lo scalo di Milano Malpensa Terminal 1, dove sono proseguiti i lavori per l'ultimazione delle opere di realizzazione del terzo satellite e il restyling del terminal, il cui completamento è previsto nel 2015.

Leggi lo speciale LE ALI DI MILANO