«Mennea», il Frecciarossa che in meno di tre ore collega Milano a Roma

RomaData simbolica per il viaggio inaugurale del nuovo Frecciarossa 1000 di Ferrovie dello Stato. Il treno superveloce ha percorso in 2 ore e 55 minuti la tratta Milano-Roma senza fermate riportando nella Capitale il capo dello Stato, Sergio Mattarella, che aveva partecipato nel capoluogo lombardo alle commemorazioni del 25 aprile assieme a una delegazione del governo. Il Frecciarossa 1000, in virtù della sua velocità (in grado di raggiungere la velocità di 360 chilometri all'ora), è dedicato alla memoria dell'olimpionico Pietro Mennea e ne porta il nome.

Il convoglio, costruito interamente in Italia da AnsaldoBreda e da Bombardier, entrerà ufficialmente in servizio dal prossimo 14 giugno, con l'avvio dell'orario estivo di Trenitalia e percorrerà la tratta Torino-Napoli con sei treni (ci saranno anche quattro corse su Rho-Fiera per Expo). Da settembre entreranno in funzione anche altri sei mezzi e per fine anno si arriverà a venti con altri otto convogli. Entro l'inizio del 2017 sarà completata la consegna dei cinquanta Frecciarossa 1000 complessivamente ordinati dal gruppo Fs. «Non è solo una questione di tecnologia e di infrastrutture - ha commentato l'ad di Ferrovie, Michele Mario Elia - ma soprattutto di orgoglio per aver ulteriormente migliorato il nostro servizio». Con il Frecciarossa 1000, Fs punta ad accrescere ulteriormente la quota di mercato sulla direttrice Milano-Roma che dal 36% del 2008 ha raggiunto il 65 per cento. «È un ponte ideale tra la modernizzazione dell'azienda e la privatizzazione», ha chiosato il presidente di Fs, Marcello Messori.

Ovvia soddisfazione per l'ad di Finmeccanica, Mauro Moretti, che quando era al timone di Fs decise questo «salto» tecnologico. «Il futuro immaginato cinque anni fa è appena iniziato a bordo di questo treno supertecnologico che siamo riusciti a realizzare in tempi record a ritmi che i nostri competitor non sono in grado di replicare», ha commentato. Ma soprattutto il Frecciarossa 1000, ha aggiunto, è «il treno che restituisce orgoglio ad AnsaldoBreda», passata da poco alla giapponese Hitachi in quanto Finmeccanica intende concentrarsi sul core business della Difesa. «È un segno dell'Italia che ce la fa e che investe in tecnologia e innovazione, che con l'alta velocita ha saputo vincere la sfida», ha concluso il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio.

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 26/04/2015 - 15:17

Pietro era un grande della velocità,le fs un glande dei ritardi.