Scamarcio promuove il governo di Salvini e Di Maio: "Merita grande rispetto"

L’attore, protagonista al festival del cinema di Venezia, appoggia la maggioranza Lega-M5S e bacchetta la sinistra: "Non esiste più"

Già nei mesi scorsi Riccardo Scamarcio aveva parlato, e bene, del governo Conte. All’attore piace il programma di Lega e Movimento 5 Stelle, riconoscendo specialmente a Matteo Salvini, l’anima nazionalista dell’esecutivo giallo-verde. Un’anima volta alla difesa della madrepatria che ha conquistato il volto del grande schermo italiano.

Oggi il 38enne pugliese, protagonista al festival del cinema di Venezia – che lo vede tra i protagonista de "I villeggianti", il nuovo film di Valeria Bruni Tedeschi – è sceso a modo suo in campo in occasione di un’intervista rilasciata all’Huffingtion Post.

"Io mi schiero, l’ho sempre fatto nella mia vita". E alla domanda del giornalista, che gli chiedeva un giudizio sul governo Conte e lo stato di salute della politica nostrana, Scamarcio ha risposto in modo ficcante e articolato: "Voglio partire da un punto fondamentale: il fatto che questo governo sia il primo governo dopo trent'anni che dica – poi vedremo se lo farà – di rinazionalizzare i beni pubblici, ecco, io penso che solo per questo che questo meriti un grandissimo rispetto. Rinazionalizzare i beni pubblici è un punto fondamentale. Poi possiamo discutere su altre questioni, che su alcuni casi l'approccio e i toni usati potrebbero essere diversi - questo sì, si può dire - ma da qui a sentenziare e a essere 'contro e con', è una cosa veramente sbagliata".

Poi, prima di parlare di cinema, una rammaricata stilettata alla sinistra italiana: "Mi dispiace che purtroppo la sinistra non sia mai esistita in questo Paese- non esiste più da anni oramai - da quando non c'è più Berlinguer".

Commenti

ghichi54

Mer, 05/09/2018 - 16:16

Ah, beh, se lo dice lui....

Klotz1960

Mer, 05/09/2018 - 16:45

Che sollievo.. eravamo in tanti a domandarci. "Ma Scamarcio cosa pensa del Governo?".. ora siamo piu' tranquilli. Grazie al Giornale per il prezioso articolo.

baio57

Mer, 05/09/2018 - 17:14

Io penso invece che un appartenente al mondo dello spettacolo che non sia allineato alla dottrina del pensiero unico come la stragrande maggioranza , sia di per se una notizia.Amen e così sia.

i-taglianibravagente

Mer, 05/09/2018 - 17:57

ah eccone un altro di quelli che "ah! quando c'era berlinguer..." ...paiasc!!

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 05/09/2018 - 18:12

A scamarcio... te posso da dell'anvedi? Ci dici il vero perché meritano rispetto? Finora solo chiacchiere, prese per il cubo e tanti proclami, denunce e prese di distanza dall'Europa che li vede come una gabbia di matti (quello che in realtà sono). Per ultimo, ci dici a noi che cosa ce ne cale del Cadavere del PD?

Libertà75

Mer, 05/09/2018 - 18:26

Beh in fondo, Berlinguer era un populista, uno che parlava alla pancia della gente... poi i compagni si sono arricchiti, seduti, aristocratizzati e hanno iniziato a parlare male dei poveri...

forzanoi

Mer, 05/09/2018 - 18:30

Per questi spettacolnti prima regola non parlare male del governo di turno! Avrebbe detto le stesse cose se al governo ci fosse stato il PD o Forza Italia! De Niro altra classe e coraggio!

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Mer, 05/09/2018 - 18:46

Un "solo per questo" che diventa tutto ahahahah babbei e crumiri ahahaha

MOSTARDELLIS

Mer, 05/09/2018 - 18:49

Una mosca bianca nel mondo del cinema e dlelo spettacolo, dove il 99,9% sono tutti contro Salvini, contro il Governo e soprattutto contro gli italiani.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 05/09/2018 - 19:38

@Libertà75... Il PCI era il populismo fatto partito. Quello che metteva in contatto il potere con l'ultimo degli operai. Le ricordo che nel 1994, la gioisa macchina da guerra era pronta a salire al soglio del governo in autonomia grazie alla ruspa Di Pietro.. purtroppo per loro, un nano proveniente da Arcore con tanti denti e tanti capelli, decise che Mister Occhetto (l'ultimo dei moicani), dovesse colare a picco insieme alla Diciotti... ops pardon la gioiosa di cui sopra. La gioia più grande della mia vita vedere le lacrime del nocchiero Occhetto che, fiero a petto in fuori sul ponte affondava insieme alla sua gioiosa nave. Egregio, un amplesso con la meglio donna del mondo non mi avrebbe procurato godimento maggiore. Eppure c'è chi mi da del comunista.

perilanhalimi

Mer, 05/09/2018 - 21:42

Deve stare attento con queste dichairazioni , perche` la sua carriera potrebbe finire . Cinema , TV, media sono tutti in mano ai sinistri . gente dalla superiorita` morale che potrebbero dimenticare questo attore .. Ha avuto davvero un bel coraggio ...adesso li daranno del razzista , fassista!!!!