Venezuela, Tajani: "Minacciato di morte, ma non mi spavento"

Il presidente del Parlamento europeo pubblica un tweet con un video in cui un sostenitore di Maduro si rivolge con toni minacciosi

Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo e vicepresidente di Forza Italia, torna a parlare del Venezuela.

Su Twitter, Tajani ha scritto: "Da sempre mi batto in difesa del popolo venezuelano contro la dittatura comunista di Maduro! Le minacce non mi spaventano, continuerò a combattere per la libertà e la democrazia". Sotto il tweet, il presidente dell'Europarlamento ha poi pubblicato un video in cui Dario Vives, del Partito Socialista Unito del Venezuela, si rivolge contro di lui in toni minacciosi.

Dopo il tweet con le minacce del sostenitore di Nicolas Maduro, il vicepresidente di Forza Italia ne ha pubblicato un altro con l'incontro con un gruppo di venezuelani anti-Maduro a Roma.

Poco dopo questo scontro verbale, il capo del Parlamento europeo è tornato a parlare del Venezuela e della crisi di potere a Caracas in una conferenza stampa convocata nella sede di Forza Italia a Roma. Il vicepresidente ha commentato così il video: "Ho ricevuto più volte minacce, anche di morte, anche di recente, per aver attaccato Maduro".

Commenti

Tobi

Mer, 06/02/2019 - 17:17

Ha detto una mezza verità. Forse è vero che è stato minacciato di morte, ma dalla fazione che vuole spodestare Maduro a favore del nuovo fantoccio voluto dagli Stati Uniti. Altrimenti perché tanti politici s'inchinano così facilmente senza scandalizzarsi di fronte a tutti questi golpe pilotati da fuori?

ESILIATO

Mer, 06/02/2019 - 17:25

Ma chi vuoi che perda tempo con questa macchietta......

DIAPASON

Mer, 06/02/2019 - 17:50

Chi può volere la morte di quest uomo, fa tanta tenerezza

rigampi51

Mer, 06/02/2019 - 20:38

Ma non sporcatevi le mani per questo elemento, non ne vale la pena

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mer, 06/02/2019 - 20:39

Poverino é l´ unico eunuco di Silvio a non avere la scorta, c´é l´ha Sallusti, Sgarbi , il cane dudú e quind na scusa buona , é la minaccia che ha sentito lui solo.

Mauritzss

Mer, 06/02/2019 - 21:57

Non ne vale la pena . . . .

mcm3

Gio, 07/02/2019 - 09:01

Un guerriero, un uomo coraggioso, ahahha ha paura di alzare la voce ed a Bruxelles lo deridono tutti