Cerciello disarmato? Pistola troppo grande. E i carabinieri escono senza

Mario Rega Cerciello era in servizio regolare la sera dell'omicidio. Era senza pistola. L'Arma: "Solo lui sa perché". Ma molti agenti lo fanno

La procura di Roma qualche dubbio lo ha ancora. Non tanto su chi abbia accoltellato Mario Cerciello Rega, ma su come si sia arrivati al tragico omicidio. Lo spaccio a Trastevere, il blitz dei carabinieri, l'intervento in borghese. Mario era lì in servizio? Il sistema centralizzato dice di sì. Eppure molti non capiscono per quale motivo il vicebrigadiere non abbia portato con sé la pistola. Quesito legittimo. Ma una spiegazione potrebbe esserci.

"Solo lui potrebbe dire perché l'ha lasciatata nell'armadietto", è la tesi del colonnello Gargaro. Ma la verità è che quella di andare per strada senza pistola è una decisione non nuova tra le forze di polizia. Soprattutto quando si agisce in borghese, come nel caso di Cerciello.

"L'arma in dotazione è difficilmente occultabile", racconta una fonte al Giornale.it. In estate non ci sono giacconi sotto cui nasconderla e la sua misura impedisce di infilarla sotto gli abiti estivi. "Esiste un marsupio fatto apposta, con un laccetto che permette di aprirlo in pochi secondi ed estrarre la pistola. Ma se ti presenti in una piazza di spaccio con un marsupio a tracolla si capisce lontano un miglio che sei uno sbirro". Immaginiamoci un'operazione contro il traffico di stupefacenti in cui il carabiniere deve acquistare cocaina per provare l'attività criminale: "A volte succede che il delinquente ti perquisisce, la Beretta calibro 9 è impossibile da mimetizzare". Inoltre, si viene facilmente "sgamati" perché "dà troppo nell'occhio". E così capita "spesso" che i militari in borghese preferiscano lasciarla nell'armadietto. Nonostante l’obbligo di legge o il rischio di violare la consegna.

La pratica non riguarda solo la Benemerita. Ma anche le altre forze di polizia. A confermalo al Giornale.it sono decine di poliziotti impegnati nei più disparati servizi a difesa dell'ordine pubblico. "Una volta le Squadre Mobili avevano disponibilità di armi di più comode, meglio occultabili - spiega un agente - Oggi non ce ne sono più. Quindi il problema essite eccome, in particolare in estate quando l'abbigliamento è molto più leggero".

Nel 2017, dopo la strage sulla Rambla di Bercellona, il ministro Minniti invitò gli appartenenti alle forze dell'ordine a girare armati anche fuori dall'orario di servizio. Un modo per combattere il terrorismo, anche comprensibile. È da allora, però, che i sindacati come Italia Celere chiedono "armi più agevoli e facilmente occultabili". È un cavallo di battaglia del segretario Andrea Cecchini. L'appello è però rimasto senza risposta, spiega Pietro Di Lorenzo, segretario provinciale del Siap di Torino. E così la "dissimulazione necessaria" della pistola è rimasta un miraggio: "Garantire la sicurezza è un lavoro da professionisti - rimarca Valter Mazzetti, segretario generale dell'Fsp - richiede preparazione e mezzi adeguati". Ma non sempre ci sono.

La pistola d'ordinanza dell'Arma (e della polizia) è la Beretta 92 FS. Un modello che pesa 975 grammi, lunga 21,7 centimetri e spessa 3,8. Troppo, per metterla alla caviglia o sotto un abito leggero. Esistono certo armi a disposizione per "servizi speciali" e "i reparti operativi dei carabinieri in armeria hanno alcune calibro 38". Ma questa dotazione è "assente nelle stazioni e nei comandi di compagnia", dove - per dire - operava Cerciello.

Direte: gli agenti potrebbero comprarsene una più piccola. Non è così, visto che per legge possono girare solo con quella di servizio e difficilmente viene loro concesso il porto d’armi per difesa personale. Classica italica assurdità: mentre gli ufficiali di pubblica sicurezza possono portare altre pistole, la maggioranza di carabinieri e poliziotti "semplici" deve accontentarsi della 9 millimetri parabellum. Cioè a munizionamento da guerra. "È validissima per essere trasportata per servizi esterni - assicura un agente - ma per quelli in borghese non è affatto comoda". A trovarsi in difficoltà sono la digos, la squadra mobile e chi fa le scorte. E, ovviamente, i carabinieri in abiti civili come Cerciello e Varriale. "Esistono pistole di calibro identico ma più piccole e leggere - lamentano le divise - ma non si decidono a fornircele". E così si preferisce uscire disarmati. A proprio rischio e pericolo.

Commenti

Ernestinho

Ven, 02/08/2019 - 08:08

Ma il suo collega aveva la pistola? Se l'aveve perché non ha sparato? E se non l'aveva è stata una bella stupidaggine!

rossini

Ven, 02/08/2019 - 08:09

La Beretta 92 FS è un'arma affidabilissima. In grado di sviluppare un notevolissimo volume di fuoco. Spara in rapidissima successione 15 colpi (14 nel caricatore e uno in canna). Un miracolo di ingegneria balistica di precisione. Tanto che è stata adottata dalle forze di polizia degli USA. Un conto è in servizio in borghese e un altro quello sotto copertura. Perchè si vogliono confondere le mele con le pere?

Jon

Ven, 02/08/2019 - 08:11

I Carabinieri sono parte dell'Esercito. Lasciare la pistola e' ABBANDONO DELL'ARMA, reato grave...

VittorioMar

Ven, 02/08/2019 - 08:24

..e se operano tra il PUBBLICO evitano la TENTAZIONE di USARLA..non possono permettersi le spese di un PROCESSO !!!

Antibuonisti

Ven, 02/08/2019 - 08:37

non solo e' troppo grande ma come sappiamo bene non possono neppure usarla. Portare un arma e non poterla usare e' più' pericoloso che non averla.

venco

Ven, 02/08/2019 - 08:44

Polemiche inutili sulla pistola che poi se giustamente la usano finiscono in galera e gli mangiano tutti i suoi averi per risarcimento del criminale.

Ritratto di akamai66

akamai66

Ven, 02/08/2019 - 08:56

Ho già avuto modo di scrivere che l’armamento, l’equipaggiamento e l’atteggiamento delle forze dell’ordine non è conforme alla MINACCIA. Gran colpa di ciò è nei politici che NULLA fanno: atteggiamento ostile della sinistra giornali e tv compresi, tagli da una componente nihilista di Governo, per cui da sola l’Arma non può fare nulla. Vi sono esempi storici, ma in altri paesi ,come dimissioni in massa dei vertici, ma non la ritengo una pista possibile in Italia, da noi le poltrone non si lasciano senza sofferenza e poi la sinistra parlerebbe subito di golpe e altre stupidaggini in cui sono maestri.

smiley1081

Ven, 02/08/2019 - 08:57

Il giornalista dovrebbe studiare la differenza fra pistola e revolver/rivoltella, dato che son due cose totalmente differenti.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 02/08/2019 - 09:03

^(*@*)^ Sarà anche troppo pesante, ma il vero motivo è che se escono con la pistola rischiano, rischiano molto, potrebbero portargliela via, potrebbero addirittura estrarla o sparare un colpo in aria, già queso porterebbe GRAVISSIME SANZIONI, Se poi addirittura ferissero qualcuno anche in grave stato di necessità , che so, una risorsa, gli si aprirebbero le porte dell’inferno. Perciò se si continuasse di questo passo non solo non prenderebbero mai su la pistola d’ordinanza ma chi lo farebbe verrebbe deriso e criticato duramente dai colleghi del tipo: Di hai visto cosa ha fatto il collega X Y ?? Lo conosco, gran bravo collega, ma non so cosa abbia fatto dimmi, COOSAA HA FATTOOOO !!! È USCITO CON LA PISTOLA !! TI RENDI CONTO!!! NON L’AVREI MAI DETTO POTESSE FARE QUESTO ERRORE !!! Questo dura poco !!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Ven, 02/08/2019 - 09:06

Il problema reale non sono le dimensioni dell'arma, bensì il suo possibile utilizzo. Infatti un Carabiniere, un Finanziere o un Polizziotto che spara viene automaticamente indagato e se per caso colpisce il delinquente, ha rogne a non finire, non viene tutelato, deve pagarsi un avvocato, ecc. ecc.. Qulcuno quindi sceglie di non portarla per non rischiare tutto ciò. Siamo al parossismo. BASA CON I PROCLAMI, DIFENDETE LE FORZE DELL'ORDINE!

Sa-Pietro

Ven, 02/08/2019 - 09:06

Questa è la bufale del 2 di agosto.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 02/08/2019 - 09:11

Mio padre era un Maresciallo Maggiore "A" dei CC congedatosi nel 1978. Non ricordo di averlo visto con la pistola nella fondina se non in rare occasioni. Perché non la portava? "Tanto non la posso usare a meno di correre il rischio di grane grosse come case. Da rovinarsi con la magistratura che abbiamo in Italia". Questa la sua convinzione.

SPADINO

Ven, 02/08/2019 - 09:11

FANNO BENE A NON PORTARE LE ARMI. PERCHE' LORO SONO LIBERI DI FARSI AMMAZZARE,MA SE LORO FERISCONO AL MIGNOLO UN DELINQUENTE, CON I MAGISTRATI CHE CI RITROVIAMO, I POVERI CARABINIERI SAPETE QUANTI ANNI DI PROCESSI DEVONO SUBIRE E QUANTI SOLDI DEVONO RISARCIRE AL DELINQUENTE FERITO ED ALLA LORO FAMIGLIA. NON PARLIAMO DELLE CONSEGUENZE SE PER CASO IL DELINQUENTE-ASSASSINO-STRUPRATORE MUORE. IL POVERO CARABINIERE FAREBBE BENE AD ANDARSENE DALL'ITALIA.

Ritratto di Braddock

Braddock

Ven, 02/08/2019 - 09:12

La cosa assurda è che la Beretta ha nel suo catalogo una serie di pistole 9mm compact ideali per il porto occulto anche con vestiario estivo (Beretta 84, PX4 Compact e Subcompact, APX Compact e Subcompact etc. etc. etc.). Perchè non avviare un bando per l'acquisto di un modello ideale per il porto in borghese?! La Burosaurocrazia italiana fa ridere i polli. Sono bravi solo in ufficio a timbrare i moduli e intanto chi opera sul territorio per la sicurezza ha le mani legate senza neanche mezzi adeguati. Schifo.

Amazzone999

Ven, 02/08/2019 - 09:13

In relazione al brutale assassinio del giovane carabiniere e alle condizioni difficili in cui operano le forze dell'ordine, un'amica mi ha inviato un video del 1994 in cui Giorgio Faletti cantava la bellissima Signor Tenente, da lui scritta e interpretata. Magnifica e straziante canzone, rimossa e dimenticata, oggi si ripresenta quantomai attuale. Riascoltatela e ponete attenzione al testo.

ptck135

Ven, 02/08/2019 - 09:17

Non hanno tutti i torti. Tanto non la possono usare

giovanni951

Ven, 02/08/2019 - 09:18

troppo grande? ma dai....manco avessero una .44 magnum o una Desert Eagle .50

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 02/08/2019 - 09:21

La soluzione sarebbe semplice e a portata di mano : Smith&Wesson "bodyguard" cal.38 special; molto piccola e facilmente occultabile tanto da stare in una tasca di pantalone, ma non meno efficace di una 92F in dotazione alla Polizia ITA, dato che il cal.38 è più potente del cal.9 parabellum; al limite si potrebbe obiettare che un caricat. bifilare da 15colpi offre più volume di fuoco, ma un arma semi-auto si può anche inceppare, un revolver come la "bodyguard" NO e i suoi 6 proiettili sono sempre garantiti.

maria angela gobbi

Ven, 02/08/2019 - 09:25

non lamentiamoci se all'estero dicono "far le cose all'italiana"

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 02/08/2019 - 09:30

Vero, grande e pesantuccia oltre che vecchia (non per questo però meno efficace). Fornite loro ad es. una glock (il mod. 19 ha lo stesso calibro), più piccola, pesa qualche etto in meno ed è ugualmente efficace. Tuttavia queste motivazioni non giustificano il non portare a seguito l'arma di ordinanza.

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Ven, 02/08/2019 - 09:36

Balle. In estate la si può infilare nei pantaloni dietro la schiena, anche in apposite fondine per chi le vuole (pochi), e coprire con una maglietta o con la camicia.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 02/08/2019 - 09:45

1 di 2) Intanto mi piacerebbe che non si confondessero i termini "pistola" e "rivoltella",non facciamo confusione. Mentre "pistola" e' un termine generico per un'arma corta, "rivoltella" ne indica un tipo particolare, la "pistola a tamburo", "quella del West", per capirci, altrimenti detta "revolver", in quanto il tamburo gira dopo ogni sparo. Ne esistono anche oggi, fra le piu' note le Smith & Wesson. Per come funzionano, sono intrinsecamente piu' lente ed imprecise di una "normale" "pistola semiautomatica", che fra l'altro ha in genere un caricatore molto piu' capiente e, essendo piu' "piatta", meglio si presta ad essere indosssata. Piu' piccola e' la pistola, piu' vicini sono i punti di mira, e piu' difficile e' acquisire il bersaglio mirando. Cosa non di poco conto per chi NON DEVE SBAGLIARE ferendo un malcapitato passante.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 02/08/2019 - 09:47

2 di 2) Altrimenti si deve passare ad armi per distanza ravvicinata, come le Derringer, dove non si mira piu', ma si punta direttamente al corpo. Pero' per evitare ulteriori azioni da parte del bersaglio, l'arma dovrebbe avere un grosso potere d'arresto, e cioe' un grosso calibro, incompatibile con un'arma da "giocatore di Poker". La cal.9 e' il migliore compromesso fra potenza e compattezza. Basterebbe solo CAMBIARE LE REGOLE D'INGAGGIO, e tutti tornerebbero a portarla. Con quelle attuali c'e' solo il rischio di farsela rubare, senza poterla veramente usare in caso di estremo bisogno.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 02/08/2019 - 09:51

Sparare in "rapida successione" puo' andar bene in guerra, ma certamente non in un ambiente cittadino, dove ogni colpo deve finire piazzato esattamente dove MIRATO, e meno colpi si sparano, meglio e'.

fer 44

Ven, 02/08/2019 - 10:10

@ Jon 8:11 se l'ha riposta nel suo stipetto, in caserma, e chiuso a chiave, NON E'ABBANDONO DI ARMA !

fer 44

Ven, 02/08/2019 - 10:16

@ Amazzone999! Grazie x avercela ricordata! Veramente una bellissima e straziante canzone, purtroppo ATTUALISSIMA !

ilbelga

Ven, 02/08/2019 - 10:32

caro De Lorenzo siamo sinceri, la pistola la lasciano nell'armadietto perché se la usano contro un volgare bandito vengono subito incriminati.

gneo58

Ven, 02/08/2019 - 10:43

piu' che troppo grande direi inutile tanto non possono usarla altrimenti finiscono sotto processo tanto vale uscire senza.

venco

Ven, 02/08/2019 - 10:43

Ricordo anni fa che i sinistri volevano disarmare le forze dell'ordine.

Cheyenne

Ven, 02/08/2019 - 10:45

TANTO ANCHE SE SE LA PORTANO NON LA POSSONO USARE. ITALIA DI BUFFONI

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 02/08/2019 - 10:54

Ma invece di preoccuparsi di 4 disperati sui gommoni , capitan Findus non sarebbe bene che facesse un pò di chiarezza su questo episodio ? Ma il compagno del carabiniere accostellato cosa faceva , dov'era , era armato o anche lui senza pistola?

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 02/08/2019 - 13:32

Egregio Menono incariola, mi permetta di contraddirla. E' vero che ci sono varie scuole di pensiero, ma è impreciso dire che il revolver sia più lento o impreciso di un automatica. Dipende dal tiratore, ma nel revolver l'arma non ha movimenti propri, mentre nelle automatiche la massa battente7otturatore si muove all'indietro e poi in avanti per espellere il bossolo sparato e ricaricare l'arma. Il campione del mondo di tiro libero Jerry Miculek (World Record 12 Shots In Under 3 Seconds!) spara, e fa tutti centri, 12 colpi calibro 45 in 3 secondi compresa la ricarica dell'arma. Regards

ottobrerosso

Ven, 02/08/2019 - 13:39

L'arma in dotazione è una full size e non è occultabile in modo soddisfacente. E' sicuramente un'arma molto affidabile e discretamente precisa (ha 15 colpi nel caricatore più, volendo, uno in canna) e, con il caricatore pieno, supera abbondantemente il chilogrammo. Molti corpi di polizia e militari degli stati che l'avevano in dotazione stanno passando ad armi più moderne e leggere

Malacappa

Ven, 02/08/2019 - 14:25

Tanto che la portano a fare non la possono usare,meglio lezioni di karate' a pero' attenti a non far male a una risorsa o vai sotto processo

elpaso21

Ven, 02/08/2019 - 14:47

Anche sparare un solo colpo gli costerebbe un "avviso". Meglio non presentarsi.

Mogambo

Ven, 02/08/2019 - 14:53

Io propongo di dotare gli appartenenti all'Arma di una DERRINGER, è piccolina e stà comodamente in una pochette.

Minimalista

Ven, 02/08/2019 - 16:05

"Nonostante l’obbligo di legge o il rischio di violare la consegna" il resto dell'articolo é inutole.

routier

Ven, 02/08/2019 - 16:58

Da vecchio frequentatore di poligoni per tiro a segno posso assicurare che una Beretta "9 Parabellum" con caricatore bifilare è come mettersi in tasca un ferro da stiro!

trasparente

Ven, 02/08/2019 - 17:22

L'Arma dei Carabinieri senz'arma? Assurdo! Visto che non le possono usare, è urgente che imparino il Krav Maga o qualche altra arte marziale!

Giorgio Rubiu

Ven, 02/08/2019 - 18:02

@ Mogambo delle 14:53-Il Derringer è di grosso calibro,ha canna corta, ha solo due colpi ed ha una gittata utile piuttosto breve.Ad un paio di passi di distanza è efficace senza nemmeno dover prendere la mira.Si spara verso il "bersaglio grosso" (torace) e si spera in Dio perché è praticamente impossibile ricaricarlo e sparare di nuovo.Abramo Lincoln fu ucciso,in un palco di teatro,con un colpo alla testa sparato con un Derringer da meno di un metro di distanza.Il suo vantaggio era (ed è) quello di poter essere nascosto anche nella manica ed esisteva anche un meccanismo a molla,affibbiato all'avambraccio,che,con un semplicissimo gesto,lo proiettava in mano allo sparatore.

maria angela gobbi

Ven, 02/08/2019 - 18:14

meglio che sparino siringhe con sonnifero,come si fa con animali-

baronemanfredri...

Ven, 02/08/2019 - 18:24

E' STATA CITATA LA LOTTA DI DIFESA ISRAELIANA RICORDO CHE SE UNO E' ARMATO AD UNA CERTA DISTANZA O ALTRA POSIZIONE NON ESISTE LOTTA CHE PUO' BASTARE.

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 02/08/2019 - 19:23

Dai, grossa opportunita` commerciale per i costruttori di armi amici di Salvini per rifornire le Forze dell'Ordine con nuove armi piu` maneggevoli. E` cosi` che si fa lobbying in Italia.

zen39

Ven, 02/08/2019 - 20:05

E' questa la polizia che ha sempre voluto la sinistra: disarmata. Adesso è ancora più contenta perchè sa che è anche complicato portare un arma quando si è in borghese. Possiamo fare un salto negli USA e vedere come fanno da loro? O la sinistra ci vuole impedire anche di informarci ? Peraltro se il collega aveva l'arma e non ha sparato ciò è dovuto al timore di essere processato. E sì per la sinistra il poliziotto deve farsi ammazzare e quando succede non è un eroe ma è solo il suo dovere. Rimane un perchè: le pistole di piccolo calibro perchè non vengono fornite ? I carabinieri non appartengono anche all'esercito e non dipendono dal Ministero della Difesa ? Oh Trenta e fai anche trentuno e dai ste pistole c.... !

carlottacharlie

Ven, 02/08/2019 - 20:22

Appunto! Ci vuole forse un ingegnere spaziale per capire che sono troppo grosse ed ingombranti? Ci vuole un super genio per capirlo e mettersi in testa di dotarli del taser che è più facile da afferrare e difendersi? Il suo collega era impegnato in un corpo a corpo col criminale e, se avesse potuto avrebbe sparato, anche se le nostre leggi condannano i carabinieri invece che i criminali. Tutto sbagliato in questo paese che ha lasciato mano libera a dei dementi odiatori del buon e civile vivere.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Ven, 02/08/2019 - 20:40

Cambiare le PISTOLE è opportuno. Cambiare le REGOLE d'INGAGGIO è necessario. Cambiare i MAGISTRATI KOMUNISTI è indispensabile!!! E, di colpo, sparirebbero i guappi, i bulli, gli aficionados dei centri sociali e spacciatori di droga con diritto di far danni alle cose e alle persone.

routier

Sab, 03/08/2019 - 11:28

ammazzalupi 20,40 "Cambiare le PISTOLE è opportuno. Cambiare le REGOLE d'INGAGGIO è necessario. Cambiare i MAGISTRATI KOMUNISTI è indispensabile"! Condivido ma soprattutto le faccio i complimenti per il "climax" ciceroniano. (opportuno, necessario, indispensabile). Non sono molti che lo conoscono e che lo usano.

mcm3

Dom, 04/08/2019 - 14:40

La Beretta 92 FS e' un ottima arma, la possono occultare come vogliono, non didciamo stupidagini, chi e' in servizio non la puo dimenticare, parliamo di Carabinieri non di Vigili del Fuoco, il suo collega perche' non e' intervenuto, dove stava ?? Parlare di eventuali conseguenze, di indagini, se avesse sparato e' un altra stupidagine, avrebbe solo fatto il suo dovere e salvato un collega