Al Bano dopo l'operazione: "Sto meglio. È inutile, lassù non mi vogliono"

Nella notte tra il 9 e il 10 dicembre, Al Bano Carrisi è stato operato a seguito di due infarti. Ora, il cantante di Cellino San Marco ha confessato di stare bene e di tornare presto al lavoro

"L'intervento di Al Bano è riuscito, accanto a lui c'è sempre Loredana Lecciso e oggi è venuto a trovarlo il figlio".

Così l'inviata di Domenica Live riassume le condizioni di salute del cantante dall'ospedale Santo Spirito di Roma. Al Bano è stato riceverato il 9 dicembre dopo due attacchi cardiaci che gli sono venuti durante le prove del concerto di Natale nell'auditorium di Roma. "Sta bene, dovrebbe essere dimesso già mercoledì" - rassicura dallo studio Barbara D'Urso.

In un'intervista esclusiva a Oggi, Al Bano Carrisi parla di cosa gli è successo: "Il primo infarto è stato alle 18, poi un altro. Alle 20 ho ceduto e mi sono fatto portare in ospedale. Ora sto bene. Nella notte mi hanno operato. Tre ore di intervento, in semi sedazione. Sentivo tutto quello che dicevano e mi sono morso la lingua: mi veniva da fare battute ma poi ho pensato fosse meglio non distrarli. Se va bene, in un paio di giorni sono fuori. Anche perché ho tante di quelle cose da fare".

Durante l'intervista Al Bano appare un po' affaticato, ma ha lo sguardo fiero di chi sa di averne superata un'altra. Ora, però, il cantante di Cellino San Marco dovrà tenere sotto controllo la sua aorta e stare un po' a riposo. Ma prima di salutare i giornalisti si concede un'ultima battuta: "Ma tanto è inutile, lassù non mi vogliono. Resto quaggiù".