Caterina Balivo fuori di sé in tribunale: aggredisce un fotografo

Caterina Balivo era in tribunale perché accusata di diffamazione aggravata. Uscita dall'aula, ha aggredito un paparazzo che le ha fatto alcune foto

In tribunale perché accusata di diffamazione aggravata, Caterina Balivo, una volta uscita dall'aula, ha dato in escandescenza e se l'è presa con il paparazzo.

La conduttrice di "Detto Fatto" è accusata di aver denigrato il lavoro delle estetiste in diretta a "Porta a Porta" nel marzo 2009. Secondo l'associazione Confestetica di Rimini, Caterina Balivo avrebbe affermato davanti alle telecamere che quasi tutte le estetiste fanno uso di siringhe per praticare trattamenti chirurgici, come le iniezioni di collagene e botulino, senza però poterlo fare.

Dopo quelle dichiarazioni, l'associazione è stata tempestata di telefonate da parte degli operatori estetici che erano entrati in panico per quello detto da Caterina Balivo. Confestetica, sentitasi chiamare in causa e non ricevendo le scuse della conduttrice Rai, ha subito portato in tribunale la Balivo che ieri, ha spiegato la sua posizione al giudice.

Ma una volta uscita dall'aula di Rimini, c'era un paparazzo ad attenderla e questa cosa non è proprio andata a genio alla Balivo che ha aggredito il fotografo. Caterina ha cercato di prendere con forza la sua macchina fotografica e ha trascinato l'uomo davanti al giudice pretendendo di mostrare le imamgini che le erano state scattate di nascosto.

Il magistrato è venuto a capo della storia facendo identificare il fotografo che però non si è fatto intimidire dalla situazione e ha sporto denuncia contro la Balivo.