Harry andrà in congedo paternità, ma qual è il suo lavoro?

Harry di Sussex sta per diventare padre e avrà diritto a un congedo di paternità dagli impegni reali, a dispetto di chi sostiene che i nobili non lavorino

Harry diventerà padre molto presto (secondo le indiscrezioni potrebbe esserlo già) e, dopo la nascita del Royal Baby, si prenderà un congedo di paternità per dedicarsi esclusivamente al suo nuovo ruolo. Due settimane lontano dagli impegni di corte e dalle numerose iniziative di beneficenza che porta avanti con la moglie Meghan. Una decisione che non ha nulla di originale, come ricorda “Vanity Fair”, dal momento che venne presa anche dal fratello William in occasione della nascita di George e Charlotte (non di Louis, a causa di impegni improrogabili). A questo punto la domanda nasce spontanea: che lavoro fa Harry? Del resto un congedo di paternità (o maternità) è una momentanea pausa dalla professione, lo sappiamo tutti, ma qualcosa non torna. Non ci hanno sempre detto che i nobili non lavorano?

Questo è vero fino a un certo punto. Era assolutamente vero in passato, ma oggi le cose sono cambiate: stando alle dichiarazioni a “Business Insider” di Katie Nicholls, autrice della biografia “Harry and Meghan: life, loss and love”, “Harry prenderà due settimane di congedo…poi si godrà un mese di pausa ad agosto, che è normale per i reali”. Leslie Carroll, altra esperta della monarchia britannica, sostiene che il dovere di ogni membro della famiglia reale sia “sostenere la regina nel suo ruolo di monarca, non solo per la Gran Bretagna ma per le nazioni del Commonwealth”. Harry ha rispettato questo impegno prestando servizio nelle Forze Armate per 10 anni e ora, come spiega il sito ufficiale dei Windsor, presenziando a “eventi ufficiali tra cui oltre 2000 appuntamenti all’anno” in cui ogni membro della Casa Reale si intrattiene “con circa 70mila persone”.

Quindi il mestiere di Harry, il cui patrimonio personale è stimato in 25 milioni di sterline secondo il "Time", è quello di partecipare a eventi a nome della regina e portare avanti iniziative di beneficenza. A questo proposito il duca di Sussex ha fondato Sentebale, un’associazione che si occupa di aiutare gli orfani dell’Africa meridionale e i giochi Invictus, creati per i reduci di guerra, che si svolgono ogni due anni (i prossimi saranno a L’Aia nel 2020). Dall’anno scorso è anche, come sottolinea “Vanity Fair”, Commonwealth Youth Ambassador e Royal Marines Captain General. Gli impegni, però, non finiscono qui: nel 2017 Harry intervistò Barack Obama per la BBC 4 Radio e pare che ami fare visite non annunciate agli enti di carità che presiede, come spiega la Nicholls. Insomma Harry non farà un lavoro “normale”, ma neppure la sua vita e il suo ruolo sono altrettanto ovvi e le sue giornate sono pieni di impegni che ha il dovere di rispettare.