Sophie Turner del Trono di Spade: “Soffro di ansia e depressione per colpa del mio personaggio”

L'attrice sarebbe entrata talmente nella parte di Sansa Stark, il personaggio da lei interpretato nel "Trono di Spade", da viverne personalmente i traumi, come se si identificasse con lei

L'attrice Sophie Turner ha rivelato che la psicoterapia ha cambiato la sua vita. Sophie, famosa per aver interpretato il ruolo di Sansa Stark ne 'Il Trono di Spade', ha ammesso di aver avuto problemi di depressione e di attacchi d'ansia che ancora oggi sta cercando di curare con l'aiuto degli psicofarmaci. La Turner, che è una persona molto emotiva, ha rivelato che una volta ha pianto tutta la sera sul letto perché si era sentita troppo coinvolta emotivamente nel suo personaggio della serie tv in onda sul canale americano HBO.

“Il mio personaggio ha attraversato cose davvero incredibili e orribili per tutto il tempo. È stata violentata, ha visto morire la sua famiglia e poi ha avuto una svolta ed è diventata una donna di potere”, ha spiegato in un'intervista rilasciata alla rivista “Rolling Stone”, svelando così l'origine dei suoi attacchi di panico.

Sarebbe entrata troppo nella sua parte al punto da assorbirne traumi ed emozioni che ora non riesce a staccarsi di dosso perchè l'hanno scossa nel profondo.
“Ho avuto un esaurimento nervoso. Soffro di depressione, di ansia e tante altre cose, a causa del "Trono di Spade". "Ancora oggi ho qualche ricaduta ma grazie alla psicoterapia mi sento molto meglio. Parlare con una persona di quello che accade ogni giorno nella mia vita mi ha aiutato molto", ha raccontato la 23enne star tv.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?