Sylvester Stallone: l'amarcord prima degli Oscar

Sylvester Stallone torna a puntare su "Rocky" pubblicando su Instagram delle vecchie foto di scena, in attesa dei risultati degli Academy Awards che lo vedono candidato

Il mito è sempre qualcosa di molto misterioso, ma scoprirne i retroscena è qualcosa che lo alimenta. Consapevolmente o meno, è quello che sta facendo Sylvester Stallone, poche settimane prima che gli Academy Awards siano assegnati e lui conosca il suo destino dopo la nomination come miglior attore non protagonista per "Creed - Nato per combattere".

Sly sta infatti pubblicando alcune vecchie foto di scena del primo "Rocky", che già all'epoca, nel 1976, lo vide candidato come miglior attore protagonista e come miglior sceneggiatura originale. Allora non poteva saperlo, ma l'attore italoamericano avrebbe cambiato per sempre la storia del cinema con una vicenda che parla di sport, ma che per una volta parla del perdente, di colui che batte il pregiudizio e, pur venendo sconfitto ai punti, trionfa ugualmente perché simbolo dell'uomo che lotta contro la sua stessa natura.

È da quella trama che nasce il mito di Rocky, ancora oggi alimentato da contorni piacevoli: queste ultime foto su Instagram, così come gli aneddoti relativi a quel film low budget che Stallone avrebbe voluto diverso: per esempio, nella scena in cui il protagonista corre sulle scale a Philadelphia, Rocky avrebbe dovuto essere accompagnato da un corteo di centinaia di bambini inneggianti Altri aneddoti sono invece più ameni: il soprannome di Rocky, "lo stallone italiano", deriva dal fatto che l'attore aveva precedentemente interpretato un film porno, per potersi mantenere.

Stallone dovette letteralmente combattere per diventare Rocky sullo schermo, dopo avergli dato vita sulla carta: i produttori volevano un attore noto, ma alla fine Sly la spuntò e oggi è il solo e unico Rocky che il pubblico conosce. Quell'attore, per molto tempo snobbato agli Oscar - nonostante abbia dimostrato la sua versatilità nella commedia "Oscar: un fidanzato per due figlie" - e spesso liquidato come un semplice interprete di film d'azione, potrebbe vincere finalmente la sua prima e agognata statuetta.