Bolt ci riprova col calcio: ingaggiato da una ​squadra australiana

Il campione giamaicano, che aveva espresso più volte il desiderio di diventare un calciatore professionista una volta terminata la carriera nell'atletica, sarebbe in procinto di firmare un contratto con il club australiano del Central Coast Mariners Fc.

Lo aveva più volte annunciato da subito dopo il ritiro e ora, dopo una serie - e il caso di dirlo - di false partenze, sembra deciso ad andare avanti e fare sul serio. Usain Bolt, il velocista pluricampione olimpico, starebbe infatti per essere ingaggiato in via preliminare dal Central Coast Mariners Fc, squadra di calcio di Gosford militante nella Hyundai A League, la massima serie del campionato australiano. Secondo una nota apparsa sul sito ufficiale del club: "La Central Coast Mariners si sta impegnando a discutere con l'uomo più veloce del mondo ed il suo management, riguardo al ruolo che la società potrà svolgere nel concretizzare la bruciante ambizione di Bolt di diventare un calciatore professionista". Il contratto che Bolt sta discutendo in queste ore prevederebbe un periodo di prova iniziale di sei settimane, con la possibilità di prolungarlo per un intero anno e poter così disputare delle partite di campionato già nella prossima stagione.

Nei mesi precedenti tuttavia, il 31enne giamaicano aveva già tentato più volte di iniziare la sua nuova carriera calcistica in Europa; prima sostenendo un provino per i tedeschi del Borussia Dortmund e successivamente giocando un'amichevole con la squadra norvegese dello Stromsgodset lo scorso 10 giugno. In entrambi i casi però, nonostante l'atteggiamento propositivo e l'umiltà nei confronti della squadra, i risultati delle sue prestazioni si sono rivelati al di sotto delle aspettative, tanto che l'allenatore del Borussia Peter Stoger ha in seguito commentato: "Diciamo che è tutta una questione di movimenti e applicazione, ma l'importante è che si sia divertito. Il suo sogno di giocare da professionista? Penso che abbia del talento, ma c'è ancora molto lavoro da fare se vuole davvero diventare professionista".

Bolt, da sempre appassionato di calcio, tanto da essere presente domenica scorsa alla finale dei mondiali a Mosca, non giungerà però da solo nella terra dei canguri. Come rivela il Bristol Post, ad accompagnarlo ci sarebbe infatti Mike Phelan, ex allenatore di Norwich e Hull City ma soprattutto assistente di Sir Alex Ferguson sulla panchina del Manchester United dal 2008 al 2013, e che adesso è stato chiamato dal Central Coast Mariners come nuovo direttore sportivo. Sarebbe proprio l'ex vice Ct dello United, squadra del cuore di "Lighting Bolt", l'anello di congiunzione che potrebbe portare il recordman dei 100 metri piani a correre finalmente sul campo da gioco, stavolta con un pallone tra i piedi.