Classifica ATP: per Fognini l'eliminazione ad Amburgo significa perdere 5 posti

Per Fabio Fognini l'eliminazione al primo turno nel torneo di Amburgo significa la perdita di cinque posti nella classifica dei tennisti dell'ATP. Il ligure resta sempre al primo posto tra i tennisti italiani, ma la sua posizione ora è la 20esima

Fabio Fognini

Un brutto stop per Fabio Fognini, quello del primo turno nel torneo di Amburgo; oltre alla brutta figura rimediata per le offese rivolte al suo avversario, con il quale si è poi scusato, per il tennista italiano è arrivata anche la retrocessione di cinque posti nella classifica ATP. Fognini, infatti, lo scorso anno aveva ottenuto il successo ad Amburgo e questa debacle, unita alle buone prestazioni di altri tennisti, ha causato la sua discesa fino al n° 20, dal n° 15 che deteneva sino ad una settimana fa.

Il tennista ligure si può consolare per aver mantenuto la prima posizione tra gli italiani con Andreas Seppi che è piazzato in seconda posizione con la sua 45esima piazza e Lorenzi al terzo con la posizione numero 83. Anche per loro si tratta di un passo indietro: l'altoatesino di una sola posizione, e Lorenzi di 4. Per quanto riguarda le prime posizioni del ranking mondiale non ci sono sorprese con Nole Djokovic che mantiene il primo posto, e tiene a distanza sia Rafa Nadal, secondo, che Roger Federer, terzo.

Un passo in avanti dopo il torneo sulla terra rossa di Amburgo è stato compiuto dallo spagnolo Ferrer, che dopo aver eliminato proprio Seppi nel terzo turno, è arrivato in finale, dove però si è dovuto arrendere ad un argentino, Leonardo Mayer. Ferrer è comunque riuscito a salire una posizione, dalla settima all'ottava. Il vincitore invece, oltre a festeggiare il primo successo in carriera ha fatto un balzo in avanti, raggiungendo il 27esimo posto. Sempre per quanto riguarda gli avanzamenti in classifica, spicca quello, di 54 posti, che ha effettuato il tennista australiano Tomic, che si è imposto a Bogotà, battendo in finale il croato Karlovic. Per Tomic ora c'è il 70esimo posto. Il croato dal canto suo retrocede di 2 posizioni, attestandosi al 31esimo posto.

Per quanto riguarda gli altri componenti della top ten mondiale, al quarto posto si trova un altro svizzero, Stanislas Wawrinka, seguito dal ceco Berdich. Dopo la sesta posizione, come detto appannaggio di Ferrer, alla settima si trova il canadese Raonic, che precede l'argentino Del Potro, ottavo, il bulgaro Dimitrov, nono, ed il britannico Andy Murray, che è sceso alla decima posizione.

Per quanto riguarda Fabio Fognini, che in terra tedesca non ha ripetuto le brillanti prestazione della scorsa stagione, quando si aggiudicò in sequenza i tornei di Stoccarda ed Amburgo, c'è bisogno di riordinare le idee e ritrovare maggiore tranquillità durante le fasi di gioco, evitando sceneggiate e litigi con arbitri ed avversari, che possono solo nuocere al proseguimento della sua carriera.

Anche le classifiche WTA non sorridono alle tenniste italiane, che con Flavia Pennetta e Sara Errani scendono di una posizione con la brindisina che è ora al 14esimo posto, mentre la Errani è al 15esimo. Le due azzurre pagano la salita di Caroline Wozniacki, che ottiene la tredicesima posizione grazie al successo ottenuto ad Istanbul dove ha battuto in finale Roberta Vinci. Anche l'italiana comunque, come la danese, ottiene un riscontro positivo dall'aver disputato la finale in Turchia, e sale in 23esima posizione. Per quanto riguarda le altre azzurre impegnate nel circuito internazionale, si va dal 38esimo posto della Giorgi al 74esimo e 75esimo di Knapp e Schiavone. Tra le prime dieci continua a comandare l'americana Serena Williams e non si registrano variazioni di classifica.