Donnarumma: "Buffon è l'esempio da seguire. La pressione non mi spaventa"

Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan, si sta dimostrando molto saggio: studia da Buffon, non ha tatuaggi e lavora con tanta umiltà per arrivare in alto

Gianluigi Donnarumma, un anno fa, non si sarebbe mai aspettato di essere il portiere titolare del Milan e di essere tra il giro della Nazionale maggiori a soli 17 anni e mezzo. Il numero uno rossonero, lo scorso 25 ottobre del 2015, ha rubato il posto a Diego Lopez e a da quel momento in poi non ha più abbandonato i galloni da titolare. Donnarumma ha stupito tutti per la sua grande sicurezza tra i pali e per la sua maturità fuori e dentro al campo che lo fanno sembrare un veterano, nonostante la carta d'identità dica che è un classe 99. Il portiere del Milan è stato convocato dal commissario tecnico Ventura per gli impegni contro Spagna e Macedonia: naturalmente giocherà Gianluigi Buffon ma Donnarumma si candida seriamente per ripercorrere la carriera del fuoriclasse della Juventus. Ecco le sue parole ai microfoni del TG1: "Con Buffon ho un bellissimo rapporto, in queste prime convocazioni mi ha dato tanto: seguo ogni suo movimento in allenamento, perché voglio imparare tutto da lui".

Donnarumma viene definito da tutto un predestinato, ma lui non si scompone e continua a lavorare duramente sul campo. Il 17enne di Castellammare di Stabia ha parlato anche del rapporto con il padre e del suo procuratore, Mino Raiola: "Io predestinato? Cerco di lavorare e di impegnarmi sempre al massimo, con tanta umiltà, perché è questa la prima cosa che mi hanno insegnato i miei genitori. L’esordio in Serie A a 17 anni? Mia mamma dice sempre di rimanere umile e di comportarmi bene. I tatuaggi? No, non ne ho nemmeno uno: mio padre mi dice sempre che non vuole che mi faccia né tatuaggi né orecchini, quindi credo proprio che non ne avrò mai. Raiola ha detto che sono un Modigliani da 170 milioni? Sento sempre le sue dichiarazioni. Queste cifre non mi fanno girare la testa perché cerco sempre di divertirmi, credo che in questo mestiere la base di tutto sia il divertimento"

Commenti

giovauriem

Mer, 05/10/2016 - 12:30

caro ragazzo , segui l'esempio buffon solo sul campo e no nella vita.

Tamagorà

Mer, 05/10/2016 - 13:25

Caro Gigio, non seguire nessuno, tranne te stesso. Saranno GLI ALTRI a dover seguire te !