Euro 2016, Italia: è Giaccherini il pupillo di Conte

Giaccherini è stato uno degli uomini chiave nella vittoria dell'Italia di Conte sul Belgio di Wilmots

Emanuele Giaccherini è stato uno dei grandi eroi dell’Italia di Antonio Conte che ha sconfitto per 2-0 il favoritissimo Belgio di Marc Wilmots. Il calciatore del Bologna ha siglato la rete del vantaggio azzurro, al 32 del primo tempo, dopo una bella imbeccata di Leonardo Bonucci. L’ex tuttofare della Juventus, e pupillo di Conte proprio in bianconero, è stato convocato dal tecnico leccese per Euro 2016 e questa scelta non è stata vista con un po' di scetticismo dalla critica. Giaccherini, invece, ha risposto alla grande con una prestazione fantastica che ha lanciato gli azzurri verso la vittoria.

Il trio di centrocampo composto da Parolo-De Rossi-Giaccherini non ha affatto sfigurato davanti ai più blasonati e chiacchierati sul mercato Nainggolan-Fellaini-Witsel. Il folletto gialloblù, poi, oltre al gol si è distinto sia in fase propositiva che di contenimento, limitando gli attacchi dei calciatori belgi e buttandosi in avanti per creare superiorità numerica. Questo Giaccherini è utile per l’Italia di Conte che non avrà tanti fuoriclasse ma è un gruppo vero, che gioca con il cuore e mette in campo tradizione ed esperienza. Buona la prima dunque: gli azzurri, ora, possono guardare più serenamente alle prossime due partite e in caso di vittoria contro la Svezia di Ibrahimovic gli ottavi di finale sarebbero già cosa fatta.