Le motivazioni del Tas su Rossi e Marquez

Il Tas ha rigettato il ricorso presentato da Valentino Rossi per avere annullata o ridotta la sanzione inflittagli dopo il Gran Premio della Malesia a causa della “ginocchiata” a Marc Marquez

Il Tas ha rigettato il ricorso presentato da Valentino Rossi per avere annullata o ridotta la sanzione inflittagli dopo il Gran Premio della Malesia a causa della “ginocchiata” a Marc Marquez. Quali sono i motivi che hanno portato a questa decisione? Ecco quanto si legge sul comunicato ufficiale.

"Il tribunale arbitrale dello sport (TAS) ha respinto il ricorso presentato da Valentino Rossi dopo la decisione emessa dai Commissari Sportivi della FIM, il 25 ottobre del 2015. Pertanto viene confermata la decisione della FIM di togliere 3 punti dalla “patente” di Valentino Rossi dopo l’incidente avuto durante il Gran Premio della Malesia con Marc Marquez dunque Valentino Rossi partirà dall’ultima posizione dell’ultimo appuntamento della stagione che si terrà a Valencia dal 6 al 8 Novembre 2015. Dopo la gara della Malesia, la Direzione Gara ha deciso che Valentino Rossi ha volutamente portato Marc Marquez fuori linea con conseguente contatto che ha portato Marquez fuori gara. Per questa violazione del regolamento FIM, la Direzione Gara ha dato 3 punti di penalizzazione a VAlentino Rossi, sanzione confermata poi dai commissari sportivi FIM. Dal momento che Rossi aveva già un punto di penalità sulla patente a causa di un incidente avuto ad inizio anno, questa decisione lo porta a un totale di 4 punti di penalità. Sulla base dei regolamenti FIM, un pilota con 4 punti di penalità deve partire, nella gara successiva, dall’ultima posizione in griglia. Il ricorso di Valentino Rossi è stato depositato al Tas il 29 ottobre 2015. Il giudice del Tas, nominato di comune accordo tra le parti (Prof Ulrich Haas/Germania) ha sentito i rappresentati del Sig Rossi e della FIM ieri all’ufficio del Tas di Losanna per poter decidere se Rossi sarebbe dovuto partire dall’ultima postazione a Valencia o meno. Il giudice ha dichiarato che non c’erano le condizioni per accettare il ricorso, ciò significa che la sanzione imposta dalla FIM deve essere rispettata al prossimo Gran Premio di Valencia".

Commenti

unz

Gio, 05/11/2015 - 15:09

spettacolo rovinato ma valentino ne esce bene. se perde come è probabile non perde sul campo. se dovesse vincere ne avranno ulteriormente aumentato il mito che è. con buona pace di chi lo odia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 05/11/2015 - 15:15

infatti dalle immagini mi pareva che non si fosse comportato bene come ho detto tempo fa, poi non so se è un'abitudine contrastare l'avversario che sopraggiunge, non sono un tecnico. Lui si è allargato troppo ma non disegnando una parabola esatta ma per un attimo si è spostato verso l'esterno come impedire di farsi superare.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 05/11/2015 - 15:16

Quanto hanno ricevuto dalla Spagna?????????????????? Siamo un paese che sbeffeggiato da tutti. L'ercolino da menare a prescindere.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 05/11/2015 - 15:26

Un vero luminare della moto! Don Abbondio sapeva fare di meglio!

Libertà75

Gio, 05/11/2015 - 15:37

io ho 30 punti sulla patente, se vuole gliene passo 3 aggratiss

frabelli1

Gio, 05/11/2015 - 16:00

Se tutte le volte che un pilota "guida" l'avversario fuori traiettoria dovesse essere punito, avremmo gare con pochissimi piloti in pista, tutti quelli che hanno moto dell'anno precedente

Rossana Rossi

Gio, 05/11/2015 - 16:01

Una bella torta spagnola che darà a loro un mondiale di cui non ci sarà da andare orgogliosi ma da vergognarsi.

linoalo1

Gio, 05/11/2015 - 16:06

Ed il vero colpevole,ossia il Simulatore Marquez,la passerà liscia anche questa volta!!!Grazie a chi???Grazie all'Honda,ovviamente!!!!Vale,hai vinto tutto!!!!Vinci anche questa volta!!!!Non correre!!!!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 05/11/2015 - 16:07

Ovunque comanda chi giudica non chi opera.

Ritratto di depil

depil

Gio, 05/11/2015 - 17:02

Rossi raccoglie quello che ha seminato per tante stagioni