Migranti, il barcone in avaria. Tripoli invia cargo per salvarli

Dopo le pressioni del governo italiano, l'intervento della Libia. I migranti dopo il salvataggio saranno trasferiti a Tripoli

Il caso del barcone in avaria a largo della Libia con almeno 100 migranti a bordo è a un punto di svolta. Una nave battente bandiera della sierra Leone starebbe recuperando i migranti a bordo del natante. Ad annunciarlo è stato il ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli: "La nave Sierra Leone, sotto coordinamento libico, sta iniziando a prendere a bordo i 100 #migranti dal gommone. Tutto si svolge secondo le convenzioni internazionali, i naufraghi andranno In Libia. Seguo con attenzione, nella speranza che l’operazione si concluda senza problemi".

Di fatto dunque i migranti recuperati in mare dal cargo verranno poi trasferiti in Libia. Il governo italiano, come ha fatto sapere con una nota Palazzo Chigi nel pomeriggio, per diverse ore è andato in pressing su Tripoli per sbloccare la situazione chidendo l'intervento della Guardia Costiera libica: "Dopo vari giorni di mare agitato i trafficanti di esseri umani hanno riapprofittato di questo weekend di mare calmo per agire nuovamente. Attualmente è ancora in mare un gommone con un centinaio di persone in acque territoriali libiche, a circa 60 miglia dalla terraferma. Siamo in continuo contatto con la Guardia costiera libica perché effettui questo ulteriore intervento e metta in sicurezza i migranti che sono a bordo", aveva fatto sapere il governo. Adesso la Guardia Costiera di Tripoli ha inviato un cargo per effettuare le operazioni di salvataggio. Evitato dunque l'intervento dell'ong tedesca Sea Watch che aveva annunciato di essersi messa in navigazione proprio verso il barcone in avaria per recuperare i migranti. In serata una nota di Palazzo Chigi ha fatto sapere che i migranti verranno poi trasferiti, sempre a bordo del cargo, nle porro di Misurata.

Commenti

killkoms

Dom, 20/01/2019 - 23:07

stavolta il pacco ritorna al mittente!è triste fare simili discorsi,ma la cosa va risolta in libia!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 20/01/2019 - 23:10

Mi dispiace, lo avete sgonfiato troppo presto quel gommone nuovo di pacca.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 20/01/2019 - 23:11

Rimane il fatto che la nave indicata, Lady Sharm, non esiste in nessun registro navale.

Ritratto di makko55

makko55

Dom, 20/01/2019 - 23:12

Accidenti, così i Nxxxi eri della ong sono rimasti a bocca asciutta......ops

nunavut

Dom, 20/01/2019 - 23:16

Questo dimostra come Salvini é contrastato sia in Libia(gaudagni facili) sia in patria.Le persone che non si rendono conto, che dopo lo sgambetto di Conte alla politica di Salvini le navi che hanno potuto sbarcare le persone sulla loro navea malta,hanno ripreso coraggio e i 117 secondo il velivolo dell'areonautica italiano erano una ventina,se avessimo militari che scambiano una ventina con 120 meglio arrendersi e farsi invadere da chiunque.

Royfree

Dom, 20/01/2019 - 23:18

Noi siamo contentissimi che queste persone sono state salvate e che non innesteranno polemiche per mesi e soprattutto che non verranno in Italia facendo lievitare ulteriormente sia il degrado che le spese economiche da parte di noi che paghiamo le TASSE!! Mi dispiace per le ONG e i centri di accoglienza che hanno perso una bel sacchetto colmo d'oro. Ora ci penseranno cento volte prima di partire.

steluc

Dom, 20/01/2019 - 23:24

Immagino che per i buonisti con le terga altrui nemmeno il salvataggio basterà. Pazienza. Tutto e bene quel che finisce bene. E l’ultimo chiuda la porta.

Ritratto di ateius

ateius

Dom, 20/01/2019 - 23:46

ohhh. ma poveretti quelli della ong. dovranno TORNARE a mani vuote con le tasche vuote. magari se chiederanno ai Libici.. un tozzo di pane glielo danno pure.

timoty martin

Dom, 20/01/2019 - 23:54

Grazie a Salvini, si incomincia a rispedire al mittente

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 21/01/2019 - 00:21

Bene! Anche questa è sistemata. Ne avete ancora da mandarci in qua per poiu accusarci di essere assassini? Forza, caricate pure! Prima o poi lo capiranno anche quei poveracci che il paradiso in terra non esiste, e, se esiste, non è in europa.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 21/01/2019 - 00:23

Per la miseria, ammiraglio Omar El Mekàz! Come è informato lei! Conosce a memoria tutti i registri navali del mondo?

Alessio2012

Lun, 21/01/2019 - 00:55

PRATICAMENTE UNO SI AVVENTURA IN MARE E GLI ALTRI DEVONO TIRARGLI FUORI LE CASTAGNE DAL FUOCO!

Tranvato

Lun, 21/01/2019 - 01:05

@Omar El Mukhtar: non dare notizie false e tendenziose, il Cargo Lady Sharm è registrato regolarmente e batte bandiera della Sierra Leone; è attualmente dato in navigazione nelle acque libiche.

Egli

Lun, 21/01/2019 - 02:33

Rimane il fatto che esiste e si chiama Lady Sham.

stopbuonismopeloso

Lun, 21/01/2019 - 04:31

la sinistra ha tradito il popolo, e ha tradito i lavoratori, gli restano solo i clandestini per fare retorica da quattro soldi mentre si riempiono le tasche di soldi pubblici

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 21/01/2019 - 06:53

Per la cronaca:la "Lady Sham" ha caricato i "naufraghi volontari" alle 03 di questa mattina,ed ora è a 14 miglia da Misurata...La "Sea Watch 3",alle 01:12 di questa mattina,ha invertito la rotta,e sta tornando verosimilmente da dove era partita ieri,cioè a 30-36 miglia NE di Zuara(Libia),con 47 "naufraghi volontari" a bordo,di cui al precedente "salvataggio".Bene,così qualcuno capisce,che non si può chiedere quando si fa il "naufrago volontario",di essere "salvato" da chi si vuole,ma da chi ti capita,che anzichè portarti in Italia,ti porta da dove sei partito!

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 21/01/2019 - 06:56

I CLANDESTINI andranno in Libia...smettiamola di chiamarli naufraghi!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 21/01/2019 - 07:43

La Libia dopo che gli abbiamo regalato le motovedette, soldi e pure le armi, continua a ricattarci con il non fermare le partenze. Ogni tanto si muove tanto per fare. Ho capito, hanno bisogno un'altra lezione. Ma non vorrei che lo fanno apposta per tirarci in qualche tranello.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Lun, 21/01/2019 - 08:15

Gentile dottor Luca, Ci dica se le Coop, che stanno nell'alimentare,7 e le Ong filo scafisti, che stanno nei trasporti, portano portando alimenti e vestiarii a Misurata ai clandestini colà portati. Dottor Luca attendiamo curiosi. Sereno anno ... Libertà o cara

nopolcorrect

Lun, 21/01/2019 - 08:41

Complimenti agli amici Libici. La nostra sinistra vuole permettere ai "migranti" di fare ciò che vogliono: andare il Libia liberamente violandone i confini, andarsene poi dalla Libia quando vogliono imbarcandosi illegalmente con gli scafisti, violare illegalmente i confini marittimi italiani, installarsi liberamente da noi a spese di tutti noi Italiani, non solo della minoranza dei loro amici buonisti.

Cicaladorata

Lun, 21/01/2019 - 09:00

Michael Pence, vice di Trump, invita ad un discorso, con le autorità americane, per rivedere tutte le leggi sull'immigrazione e creare un sistema nuovo più adatto a questi tempi. Anche il Ministro Salvini e colleghi, dovrebbero rinnegare i Dublini in quanto sono stati imposti alla popolazione italiana in modo nebuloso tanto che gli italiani hanno poi votato contro. Sarebbe meglio se i Ministri aprissero un colloquio, NON con chi ha creato questo sistema nefasto, ma con le forze militari che vengono morsicate, picchiate, sputate, accoltellate da diversi di questi elementi a noi imposti, ed ascoltare intellettuali che supportano un cambiamento delle regole, . . Chiedere ad una platea grande ed interessata, per ideologia o per diretto contatto, come cambierebbero le leggi di immigrazione dei Dublini. Iniziare una discussione creativa e non polemica senza coinvolgere perditempo ma solo per una platea interessata al cambiamento

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Lun, 21/01/2019 - 09:21

@ Omar El Mukhtar ore 23:11/ fosse anche una nave fantasma o un sommergibile per noi va bene lo stesso. Sono in salvo sulla terra ferma e stasera grande festa a casa di Omar...

NoSantoro

Lun, 21/01/2019 - 09:22

La Lady Sham (non Sharm) è ferma 10 nm fuori del porto di Misurata,

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 21/01/2019 - 10:15

Per la cronaca:la "Lady Sham" ha caricato i "naufraghi volontari" alle 03 di questa mattina,ed ora è a 10 miglia da Misurata...La "Sea Watch 3",alle 01:12 di questa mattina,ha invertito la rotta,e sta tornando verosimilmente da dove era partita ieri,cioè a 30-36 miglia NE di Zuara(Libia),con 47 "naufraghi volontari" a bordo,di cui al precedente "salvataggio".Bene,così qualcuno capisce,che non si può chiedere quando si fa il "naufrago volontario",di essere "salvato" da chi si vuole,ma da chi ti capita,che anzichè portarti in Italia,ti porta dove sei partito!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 21/01/2019 - 10:21

@steluc 23:24...già!

buonaparte

Lun, 21/01/2019 - 10:48

bravo ZAGOVIAN . ma io credo che ci siano piu di un gruppo di trafficanti in libia. chi opera a est e chi opera ad ovest . quelli ad ovest hanno contatti con le ong stretti come detto dai giudici spagnoli ,mentre quelli ad est meno. comunque con questa notte si è avuta la prova provata che ce collegamento tra ong e trafficanti altrimenti non potevano sapere della barca in difficoltà e con tanti dettagli. SALVINI TOGLI I 35 EURO SUBITO E TUTTO FINIRà. CHI ARRIVA SENZA DOCUMENTI DEL LORO PAESI VANNO RESPINTI BASTA ALLE AUTOCERTIFICAZIONI PERCHè COME HANNO DETTO I GIUDICI SPAGNOLI MENTONO RACCONTANDO UN SACCO DI BUGIE IMBECCATI DAI TRAFFICANTI E ONG.

killkoms

Mar, 22/01/2019 - 19:10

@(s)omar,la nave si chiama Lady Sham!