Nizza, tutti i dettagli sul tir usato per uccidere

Il percorso, l'attentatore e i dettagli del camion utilizzato per compiere la strage di Nizza, costata la vita a ben 84 persone sulla Promenade des Anglais

Il camion che nella notte si è abbattuto sulla folla a Nizza era stato affittato "alcuni giorni fa" nel sud-est della Francia, nella zona della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. A riferirlo una fonte della polizia, aggiungendo che il veicolo "ha cambiato percorso almeno una volta" durante la sua folle corsa di due chilometri lungo la Promenade des Anglais e "ha chiaramente cercato di fare il maggior numero possibile di vittime".

I dettagli sul camion usato per uccidere

Secondo il quotidiano francese Le Figaro, l'attentatore era solo a bordo del suo veicolo. Ora gli inquirenti puntano tutto sulle analisi delle telecamere di video sorveglianza per capire esattamente da dove fosse partito il camion. Un testimone ha raccontato all'emittente BFMTv ha pensato che il conducente avesse "perso il controllo" del veicolo. Il testimone, che ha detto di chiamarsi Nadir, ha aggiunto di aver cercato insieme a un altro presente, di "parlare con il conducente per farlo smettere"; ed egli stesso sarebbe di poco sfuggito alla morte, perchè il camion "si è fermato davanti a lui, dopo aver falciato un sacco di gente". Poi, secondo Nadir, l'aggressore ha sfoderato una pistola e ha cominciato a sparare sui poliziotti; e a quel punto "l'hanno ucciso", ha aggiunto in un inglese stentato.

Il sospetto dell'attentato di Nizza aveva affittato un camion frigorifero due giorni prima dell'attacco a Saint-Laurent-du-Var, comune limitrofo di Nizza. Lo riferisce un giornalista del quotidiano Le Figaro. Il camion era stato affittato per diversi giorni. Inoltre a quanto riferisce Bfmtv, nel camion dell'attacco di Nizza sono stati ritrovati un telefono cellulare, una patente e una carta di credito.