La versione di Marina: il mio posto è in azienda

La primogenita dell'ex premier smentisce una sua discesa in campo ma torna a criticare la sentenza del processo Mediaset: la condanna riguarda tutte le persone oneste

Il centrodestra guarda al futuro. A settembre prenderà il via il progetto della nuova Forza Italia. Domenica scorsa, alla manifestazione di via del Plebiscito, Silvio Berlusconi ha messo le cosa in chiaro: "Non mollo, resto qui". Così, mentre il Pd si frantuma in vista del congresso d'autunno, il Pdl si compatta attorno al Cavaliere e prepara l'offensiva in attesa di tornare al voto. Ma chi guiderà la nuova Forza Italia? Berlusconi passerà davvero il timone alla primogenita Marina? La voce circola insistentemente da diversi giorni. D'altra parte la presidente di Fininvest e Mondadori ha già raccolto molti apprezzamenti sia in politica, in un arco che va da Daniela Santanché a Michaela Biancofiore, sia tra l'elettorato di centrodestra che ha risposto positivamente alla possibilità di un cambio al vertice in questo senso. Cambio che, però, è stato smentito dalla diretta interessata.

Berlusconi l'ha sempre detto. Vuole tener fuori la figlia dalla politica. La preoccupazione principale è che l'odio che per vent'anni è stato riversato su di lui possa essere spostato per ferire Marina. Una preoccupazione più che reale. Basta guardare come si sta attrezzando la sinistra. È bastato che la sua discesa in campo fosse soltanto un'ipotesi perché l'Unità si mettesse a studiare un trucchetto per renderla ineleggibile grazie all'asse tra democratici, Sel e grillini. La stessa Marina non ha alcuna intenzione di prendere in mano le redini del centrodestra. Dopo paginate per rivelare le mosse e la tempistica delll'ingresso in politica della primogenita del Cavaliere, ecco arrivare l'ennesima smentita. Come riporta il vicedirettore del Corriere della Sera Daniele Manca, nelle ultime ore Marina Berlusconi avrebbe rassicurato i manager del gruppo Fininvest e i suoi più stretti collaboratori sul fatto che non è nelle sue intenzioni impegnarsi in politica. Tutto smentito, isomma. Una pietra sopra, almeno per ora, sui retroscena politici agostani che in questi giorni stanno cercando di far luce sulle prossime mosse del Cavaliere. Che la primogenita non avesse intenzione di entrare nell'agone politico, non è certo un mistero. Non più tardi di qualche mese fa, infatti, aveva affidato a una nota scritta la propria posizione. Nonostante la chiarezza del "no", molti esponenti del Pdl e molti elettori del centrodestra hanno sperato in un suo impegno. Impegno che sembra, quindi, non concretizzarsi nemmeno dopo la condanna della Cassazione al processo Mediaset. Condanna che la sinistro e il partito delle toghe vede come la fine della vita politica del Cavaliere e il lasciapassare per la sinistra al governo. In realtà, Berlusconi ha detto chiaramente che non ha alcuna intenzione di lasciare il Paese in mano a gente che lo renderebbe meno libero. "Io sono qui, io resto qui, io non mollo - ha assicurato domenica scorsa dal palco - continueremo tutti insieme a combattere questa battaglia di democrazia e libertà facendolo diventare un Paese dove i cittadini non abbiano paura di trovarsi senza nessun motivo in carcere".

Secondo il retroscena del Corsera, Marina Berlusconi avrebbe spiegato ai suoi collaboratori che la democrazia è stata ferita e che, proprio per questo, c'è un disperato bisogno di un Berlusconi, che c'è, si chiama Silvio, e non molla. Il mio posto è qui, avrebbe assicurato, nelle aziende, a maggior ragione in una situazione complessiva così delicata. Così, sebbene le ipotesi circolate in questi giorni siano suggestive, non crede percorribile una sua discesa in campo. Pur nutrendo il massimo rispetto per la politica, la presidente di Fininvest e di Mondadori rimane fermamente convinta che, come in una qualsiasi azienda, anche la leadership politica non va improvvisata né tantomeno trasmessa per via ereditaria, ma deve essere piuttosto preparata con la gavetta. Per dirla in termini aziendali: non si può puntare al vertice senza aver fatto l'apprendistato. E a chi le ha ricordato la discesa del padre nel '94, Marina ha fatto notare che di Silvio Berlusconi ce n'è uno solo ed è inimitabile.

La presa di posizione di Marina Berlusconi, documentata dal Corriere della Sera, non diminuirà il suo impegno contro l'assalto giudiziario che da anni mira a far fuori politicamente il leader del Pdl. La sentenza del processo Mediaset è ingiusta, e Marina lo ripete senza se e senza ma, Coi suoi interlocutori avrebbe accusato la Cassazione di aver calpesta in modo inaccettabile non solo i diritti del padre e dei milioni di italiani che l'hanno votato il diritto dei nostri figli di crescere e vivere in un Paese civile e democratico. Insomma, secondo Marina, non è stato condannato il Cavaliere, ma sono state condannate tutte le persone oneste del Paese.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 10/08/2013 - 14:52

ecco, già lo sapevo da stamattina, anzi da molto tempo! voi comunisti credete solo a quello che dicono travaglio, santoro, napolitano, zanda, saccomanni, bindi, bersani... tutta gente abituata a mentire per il bene del partito dei delinquenti!! bravi, comunisti mafiosi, continuate a credere nelle notizie false :-) io ve l'avevo detto già stamattina!

cicero08

Sab, 10/08/2013 - 15:06

Mostra di aver le idee chiare e, soprattutto, non è attorniata da Biancofiore, Santanchè, Bondi, Cicchitto, brunetta, etc,

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 10/08/2013 - 15:07

bravo mortimerouse. Lei è una leggenda del pensiero nostrano. E' riuscito a prevdere il futuro grazie al suo infallibile intelletto. Ma va ciapà i rat.

treumann

Sab, 10/08/2013 - 15:08

ritengo che sia la scelta di gran lunga migliore; dovrebbe, infatti, sempre confrontarsi col la figura del padre e non le perdonerebbero, purtroppo, il cognome......

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 10/08/2013 - 15:09

Certamente il problema di Marina per ora non si pone, fin tanto che Silvio Berlusconi ancora può sperare in un capovolgimento della sua situazione. Tuttavia, con un Berlusconi condannato e rinchiuso nella sua residenza e impossibilitato per legge a comunicare con chiunque, tranne che i parenti stretti, l'unica maniera, di continuare a dirigere il PdL o Forza Italia, diventa giocoforza tramite Marina, che potrà metterlo al corrente di tutti i dettagli politici che bollono giornalmente in pentola. Anche ammesso che Marina non abbia esperienza di politica potrà essere affiancata da un tipo come Gianni Letta, braccio destro di Berlusconi, almeno nelle immediate decisioni che dovesse prendere prima di poter consultare Berlusconi padre. Non vedo altra maniera, altrimenti, di come Berlusconi possa continuare ad essere il leader del partito standone fuori. Un'altra conseguenza di questa prospettiva sarà che Berlusconi dovrà eleggere, giocoforza, Palazzo Grazioli di Roma come sua residenza dove scontare la pena e ricevere le immediate comunicazioni politiche da parte della figlia. Andarsene ad Arcore complicherebbe le cose.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 10/08/2013 - 15:13

Potreste provarci con Veronica Lario.

Leo Vadala

Sab, 10/08/2013 - 15:14

Buon sangue non mente. Marina scendera' in campo! Si accettano scommesse.

paolo scotton

Sab, 10/08/2013 - 15:15

mortimouse Penati ha beneficiato , ingiustamente, di leggi che il tuo beniamino ha fatto nel tempo x salvarsi , giusto sarebbe che finisse condannato, cosi' come doveva essere condannato il tuo signore e padrone già in passato che grazie a prescrizioni e altre trovate dell'avvocato - schivaprocessi - ha potuto governare liberamente e malamente x tanti anni. pubblicare.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 10/08/2013 - 15:28

PAOLO SCOTTON si si , però penati ha beneficiato CON il consenso dei comunisti mafiosi :-) tra l'altro, Berlusconi ha dovuto difendersi da un tribunale AD PERSONAM instaurato dai comunisti solo e soltanto per lui! in 20 anni di indagini, processi, intercettazioni, milioni di carte sprecate, allo stato sono costate oltre 800 milioni di euro!! ti dice niente questo? e le prove? ZERO! vai pure a difendere quel delinquente di penati, che chiedeva tangenti con quella faccia da mafioso!!!

Il giusto

Sab, 10/08/2013 - 15:33

Ma come,dopo settimane a convincerci che era la nuova statista italiana,con capacità incredibili,adesso questa smentita!Avete illuso quei 4 cani dei vostri elettori,uno su tutti l'ebete di mortimer,e ora ammettete che avete scritto solo l'ennesima frottola!

Atlantico

Sab, 10/08/2013 - 15:37

Marina ha più di qualche scheletro nell'armadio e giustamente preferisce che il mobile non sia mai aperto.

Atlantico

Sab, 10/08/2013 - 15:38

"Insomma, secondo Marina, non è stato condannato il Cavaliere, ma sono state condannate tutte le persone oneste del Paese". Ahahahahahahahahahahah

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 10/08/2013 - 15:43

E' una sconfitta per la democrazia e per la libertà. Ma vanno comprese le sue ragioni. Toccherà dunque ancora a Silvio il grave compito di governare l'Italia, ma lo farà con la consapevolezza che le Sue aziende sono in mano alla più grande manager mai apparsa in Italia. Comunque sia, Silvio o Marina o Marina+Silvio per i comunisti è finita (si vadano al leggere i sondaggi: guadagniamo due punti ogni settimana e Silvio non è ancora sceso in campo, non ha ancora iniziato la campagna elettorale). I Penati, i Bersani, i Delbono, i Tedesco, le Bindi "più bella che intelligente",( FA.VO.LO.SO !), hanno stufato, il popolo vuole Sivio!

Luigi Fassone

Sab, 10/08/2013 - 15:43

Meno male ! Il segretario del PdL,futura Forza Italia, è e dev'essere il bravo Angelino Alfano. E Marina erlusconi dimostra di essere davvero una donna IN GAMBA,figlia di cotanto PADRE ! ,Ostrega !

rokko

Sab, 10/08/2013 - 15:49

Io punterei sulla figlia più piccola. Barbara.

syntronik

Sab, 10/08/2013 - 15:49

Io purtroppo non azzecco mai una previsione, come quella dell'ultimo processo, non pensavo minimamente, che il veleno comunista e la menzogna arrivassero sino alla cassazione, sarà che sono troppo fiducioso nelle cose oneste, ma vedo che di onesto, non è rimasto nulla, nemmeno nella giustizia, costruita, come un perfetto vestito a misura del personaggio da sventrare, dentro e fuori, non consiglio a Marina, di darsi alla politica, sarebbe un inizio di un calvario infinito, sin a che non viene fatto una riforma della giustizia come esiste nei paesi normali, meglio lasciar perdere, se si dovesse andare alle elezioni, e si vincono, sarebbe un altro inizio di un altro personaggio, in un paese oramai a questo livello, la unica cosa è pensare a sè stessi, e chi può se ne vada a vivere in un paese più civile e democratico.

lino961

Sab, 10/08/2013 - 15:49

Siamo,politicamente parlando,il paese più ridicolo d'Europa,le altre nazioni leggendo sui loro quotidiani il continuo coprirsi di merda dei nostri inetti politici non può far altro che consolidare la brutta fama dell'Italiano ottuso e mafioso e noi come popolo continuiamo ad accettare di essere guidati da questi balordi stacanovisti dell'arrivismo,qualcuno nel '38 disse "Appena nella mente di questi veri e propri giullari del mondo politico s'insinua il dubbio che il beneamato popolo possa mutare opinione e sfuggire alle stanghe del carro di partito,loro,non fanno altro che riverniciare il timone."

Ritratto di benita

benita

Sab, 10/08/2013 - 15:53

pensaci marina l'italia ha bisogno di donne come belle preparate e intelligenti.

paolo scotton

Sab, 10/08/2013 - 15:54

mortimouse. io non difendo penati come non difendo berlusconi . a indagare su silvio sono stati in molti - palermo - napoli roma etc etc sono tutti comunisti ? e gli amici di silvio ( lavitola - tarantini - dell'utri - previti - mangano - lele mora - verdini - etc etc ) tutta brava gente indagata dai comunisti . ci fossero tutti questi comunisti vincerebbero facile le elezioni con oltre il 50% dei voti. togli i prosciutti dagli occhi. pubblicare.

Duka

Sab, 10/08/2013 - 15:55

CHIARA E FORTE DIMOSTRAZIONE DI INTELLIGENZA. BRAVA!!!!!!

Atlantico

Sab, 10/08/2013 - 15:55

Certo, che al Giornale sono rapidissimi a cambiare opinione. Sono più fulminei dello sbattere della palpebra di Silvio !

Lu

Sab, 10/08/2013 - 16:06

Cara Marina, purtroppo se renderanno inelegilile tuo padre, lo vorranno distruggere anche economicamente, e proveranno a togliervi anche le televisioni e i giornali. Quindi, non ci saranno più aziende da amministrare! Questi bolscevichi possono essere fermati solo attaccando! Hanno rimbecillito una parte di elettorato, quella ex comunista, e con i tam tam dei giornali in mano loro, continuano a sobillarli contro di voi e contro l'altra parte dell'Italia, quella che lavora e che produce. Quindi, non puoi tirarti indietro! .... credo che tu sia la più adatta! Saresti un'icona per il popolo di tuo padre, fino a quando lui non sarà libero di rifare politica. Potresti avvalerti di collaboratori sia per amministrare le aziende, sia per amministrare l'Italia..... Ma devi rimanere al comando di tutto.... Fatti coraggio e fatti forza.... Non ci sono altre strade.... Sii grande, fai la storia! Sii una grande condottiera per il tuo popolo, fagli vedere i sorci verdi a questi infami che hanno tolto la libertà a tuo padre, ma che non potranno mai togliergli quella dignità e quella grandezza che solo la Storia può darti! Crediamo in te.... Sappiamo che puoi farcela!

Ritratto di andreyews

andreyews

Sab, 10/08/2013 - 16:06

Alla fine la Marina mollera' gli ormeggi ...

Vfor

Sab, 10/08/2013 - 16:25

E' proprio vero, le donne ragionano con il cervello

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 10/08/2013 - 16:29

Secondo qualcuno Marina sarebbe scesa in campo prima che si chiarisse definitivamente la situazione del padre? Solo gli allocchi che scrivono sull'Unità e continuano a leggerla possono crederci e affrettarsi a bruciarsi quel po' di coda di paglia che si portano dietro!

Nadia Vouch

Sab, 10/08/2013 - 16:29

Ciò che mi colpisce, è come da una opportunità non si riesca a trarre insegnamento, ad andare oltre e avanti. Per esempio, l'essere al Governo destra e sinistra assieme, anziché suggerire nuove vie, nella consapevolezza che siamo esseri umani, che nessuno è perfetto, porta invece a sentimenti di ulteriore rivendicazione in nome di passati ormai criticabili all'infinito. Criticabili tutti. Le persone a volte si giudicano dai fatti sì passati, ma anche attuali. Poi, dovrebbe prevalere il cosiddetto, antipatico, "interesse di Stato". Mi pare che in Italia non abbiamo molta scelta. Bene fa la signora Marina Berlusconi se non scende in politica e se rimane quale ottima manager a condurre aziende. Questo, non esonera altri, i tanti dei vari partiti, dal cercare, in ogni modo, in nome dell'Italia, a continuare a trovare ogni accordo possibile. Sembra invece che qui si stia giocando a scacchi, ma non si sa quale sia il premio per il migliore stratega. Ammesso che ci sia un premio finale, anziché l'annientamento dell'Italia. Poi, ovvi che la gente, come nelle arene ai tempi dell'antica Roma, terrà il pollice diritto o no a seconda del combattente di turno.

ilbarzo

Sab, 10/08/2013 - 16:32

x atlantico,bravo! Cominci a capire qualcosa.hi ti ha illuminato?Non puo' essere farina del tio sacco.

Lu

Sab, 10/08/2013 - 16:33

Questa deve essere "La battaglia" del millennio. In ballo c'è la nostra identità di popolo, la nostra civiltà secolare, i nostri valori etici e religiosi, la nostra cultura civile e politica. Non dobbiamo e possiamo avere paura: è giunto il momento che tutti gli italiani si alzino in piedi e scendano in piazza per difendere il nostro leader Berlusconi! Lui rappresenta per noi la libertà, il riscatto, la possibilità per chiunque di farcela, la lotta ai privilegi della casta dei burocrati di stato che si annidano nelle amminstrazioni, nella politica, nei tribunali, in certi giornali, nelle scuole e che stritolano il paese in una morsa soffocante. I nostri nemici sono gli incompetenti, i prepotenti, i parolai, i falsi moralisti, i nulli di professione, i radical-chic, i professionisti del politically correct, i venduti, i vigliacchi, gli antiitaliani! Ritroviamo l'orgoglio di essere italiani, difendiamo il nostro paese, riappropriamoci di quello che è nostro! Viva l'Italia, viva il popolo, viva Berlusconi!

paolo scotton

Sab, 10/08/2013 - 16:37

Ci vorrebbe marina primo ministro, a barbara sport e turismo , piersilvio alle comunicazioni , poi magari chiamiamo l'alleato di sempre che può portare il " trota " alla cultura. e la minetti ? un ministero anche per lei che so .... pubbliche relazioni. saltiamo pure le elezioni andiamo x nomina dell'imperatore.

Ritratto di kinowa

kinowa

Sab, 10/08/2013 - 16:40

Il suo posto è in azienda; ed ha ragione, se facesse come il padre si inventerebbero che è in combutta con gli alieni per distruggere il mondo. Forse quello no, ma la Mondadori sarà trasformata in una caserma della GdF e le perquisizioni ed intercettazioni saranno illimitate. I GIUDICI SI DIVERTONO E NOI PAGHIAMO.

Vfor

Sab, 10/08/2013 - 16:41

Purtroppo, o per fortuna, La Marina non entra in politica. Forse, avrà capito come verrebbe sfruttata da chi, adesso, orbita intorno a Silvio. Senza un Berlusconi in campo, il partito del pdl diverrà, tale e quale, al pd; lotte interne e fratricide, suddivisioni in mille correnti, esponenti che, a viso scoperto, penseranno ai propri loschi affari... o, forse,... un partito che scomparirà del tutto

mifra77

Sab, 10/08/2013 - 16:45

PAOLO SCOTTON, se penati era da condannare come Chi ci ha governato per undici degli ultimi vent'anni, tutti e venti governati malissimo, anche Bersani avrebbe dovuto sapere ed essere condannato come chi non poteva non sapere. Scusa ma un po di onestà anche a sinistra non guasta!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 10/08/2013 - 16:46

Che il padre segua il buon senso della figlia.

cwo11

Sab, 10/08/2013 - 16:49

continuate in maniera demagogica e inaccettabile a delegittimare le sentenze in relazione ai voti presi dal PDL alle elezioni, come se tali voti conferissero uno scudo o una patente di immunità. Possibile che non ci sia alcun limite all`indecenza?

lino961

Sab, 10/08/2013 - 16:54

Marina è meglio che si tuteli restando in azienda se no la sinistra con la magistratura al seguito la incolperà di fare festini a luci rosse con gli uomini come è successo al Padre con le donne.

Maurizio Fiorelli

Sab, 10/08/2013 - 16:55

Son un suo grande ammiratore da sempre.Le sue considerazioni son sacrosante, quindi,non cambi idea signora,cambi Paese piuttosto.Altrove l'accoglierebbero a braccia aperte

Lino1234

Sab, 10/08/2013 - 16:56

Invito gli amici che votano PDL a formare un bel gruppetto per andare a scovare quel fesso chi si posta 'il giusto', per portargli di persona, la nostra democratica risposta alle offese che si permette, da buon ultimo dei trinariciuti, di infliggerci. Se poi non riusciremo a convincerlo con le buone, passeremo, in modo meno democratico, a metodi, più decisivi dandogli quattro sonore sberle. Così saremo pari. Saluti. Lino. W.Silvio.

Requiem sharmutta

Sab, 10/08/2013 - 17:04

Oh, signor benedetto! ma in questa maniera (senza Marina) non avremo il bunga bunga con maschietti, processi caduti in prescrizione, fatturazioni false, etc.... Che peccato!

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 10/08/2013 - 17:08

Dimostra di avere la testa sulle spalle e di non avere la "corte delle miracolate" come il padre. Unico punto di dissenso che la sentenza del padre riguardi tutte le persone oneste. Io non ho condanne non avendo mai evaso ne commesso reati

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 10/08/2013 - 17:08

Dimostra di avere la testa sulle spalle e di non avere la "corte delle miracolate" come il padre. Unico punto di dissenso che la sentenza del padre riguardi tutte le persone oneste. Io non ho condanne non avendo mai evaso ne commesso reati

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 10/08/2013 - 17:08

Dimostra di avere la testa sulle spalle e di non avere la "corte delle miracolate" come il padre. Unico punto di dissenso che la sentenza del padre riguardi tutte le persone oneste. Io non ho condanne non avendo mai evaso ne commesso reati

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 10/08/2013 - 17:08

Dimostra di avere la testa sulle spalle e di non avere la "corte delle miracolate" come il padre. Unico punto di dissenso che la sentenza del padre riguardi tutte le persone oneste. Io non ho condanne non avendo mai evaso ne commesso reati

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 10/08/2013 - 17:09

x Nadia Vouch. cara signora nadia il suo ragionamento è ottimo e pacato che io condivido in pieno. Purtroppo prevale la volontà di vincere e governare per interessi propri. Il sostenere strenuamente il problema dell'IMU, anzicchè pensare di implementare i posti di lavoro o le attività industriali, fa parte di un disegno per avere più voti in caso di elezioni. Per abbassare le tasse (e quindi eliminare anche l'IMU) occorre che tutti paghino queste benedette tasse, invece le evadiamo e ci sono persone che difendono chi le avade. Di fronte a questi problemi è difficile governare nell'interesse del paese, ma la colpa non è degli altri è nostra che non abbiamo trovato ancora lo spirito di sentirci tutti italiani. Grazie per il suo intervento che brilla in confronto alle banalità che solitamente riscontro.

Holmert

Sab, 10/08/2013 - 17:11

Brava Marina, è così, il suo posto è in azienda, scelta oculata. Anzi la metta a disposizione di Vendola o Di Pietro ed Ingroia. Affidi a loro la sua carta stampata e convinca Piersilvio di affidare la dirigenza delle TV a Padellaro, Travaglio e magari D'Alema. Sicuramente non avrà più nessuno che nuocerà alle sue imprese. Ricordi sempre e lo ricordi anche a suo padre: "governare gli italiani non è difficile, è inutile". Suo padre ci ha sbattuto il naso come su di un muro di caucciù, lei se ne stia alla larga. Non vede che hanno già cominciato ad agitarsi al solo pensiero? Comunque di una cosa dobbiamo ringraziare suo padre: DI AVERCI FATTO CAPIRE UNA VOLTA PER TUTTE CHE LE NOSTRE ISTITUZIONI SONO SALDAMENTE NELLE MANI SINISTRE DI SINISTRA. Noi non potevamo sapere ed ora finalmente sappiamo. E' troppo tardi per porvi rimedio.

luicom

Sab, 10/08/2013 - 17:16

@Maurizio Fiorelli...ma ammiratore de che? tralasciamo il grande uso di silicone che la accomuna a suo padre, ma ha capito o no che questa è al vertice di una azienda solo perche è figlia del padrone? mica per meriti acquisiti

herbavoliox

Sab, 10/08/2013 - 17:23

Complimenti per le idee chiare. Mi sono chiesta infatti: ma chi glielo fa fare? E' apprezzata come imprenditrice, continui così e non scenda negli inferi, la sbranerebbero. Cordialità.

Censore71

Sab, 10/08/2013 - 17:26

Ci sarebbe da ridere. La figlia del pregiudicato di Arcore che si mette a fare politica per il suo solo cognome? Ma le dinastie reali non erano finite con le rivoluzione francese?

Censore71

Sab, 10/08/2013 - 17:29

Poveri bananas! Hanno la mente talmente ottusa che non riescono a pensare ad altro che ad una dinastia ereditaria. E che eredità! Ora sappiamo come il pregiudicato di Arcore ha fatto i soldi: frodando il fisco italiano (cioè tutti noi) e portando i soldi all'estero con le società off-shore. Che pena, che vergogna per un vero uomo di destra farsi rappresentare da un pregiudicato condannato

Holmert

Sab, 10/08/2013 - 17:33

Luicom: però l'azienda va bene, mentre le altre simili sono oberate da debiti. E quanti figli, che hanno acquisito imprese dai genitori sono falliti? Cecchi Gori, Rizzoli etc. Comunque rammenti una cosa, un antico proverbio dice: il figlio del leone nasce leone, quello della pecora nasce pecora. Poi arrivarono i compagni trinariciuti che hanno illuso il popolo ignorante che siamo tutti uguali e tutti fratelli. Lei è per caso fratello di Marina? Odi profanum vulgus et arceo.

Atlantico

Sab, 10/08/2013 - 17:35

Credo sia il caso di ricordare a tutti che siano in Italia. Non nella Corea del Nord.

Nadia Vouch

Sab, 10/08/2013 - 17:35

Per #filippo agostani. Lei non può che trovare il mio accordo. Da sempre sostengo che, se come popolo ci sentissimo uniti e giustamente fieri di essere Italiani, molti dei nostri problemi potrebbero già da tempo aver trovato non dico soluzioni definitive, perché un margine di discussione tra idee diverse è sempre auspicabile vi sia, ma di sicuro accettabili soluzioni. Per decenni c'è stata la politica del dare tutto a tutti per non suscitare contrarietà: pura demagogia. Per esempio, l'immigrazione. Un popolo forte, convinto della propria Essenza, nulla e nessuno teme. Affronta, con testa, le situazioni. Invce, qui siamo in preda all'emotività. Ma potremmo dialogare per ore. Lei mi è persona interessante e amabile per il Suo ragionamento e avrò piacere di condividere, se e come sarà il caso, quando sarà, altri spazi qua e là su altri argomenti in questo luogo di libertà e ospitalità che ritengo essere Il Giornale. Saluti.

Censore71

Sab, 10/08/2013 - 17:39

Noi del pdl vogliamo che i nostri uomini migliori si facciano avanti e difendano il nostro presidente. Dove sono scajola, brancher, dell'utri, mora, fede, minetti, cosentino, polverini, fiorito, Ciarrapico. Che si facciano avanti. Sono loro i nostri uomini migliori

Holmert

Sab, 10/08/2013 - 17:51

Censore71,altro buffone, che ne dice delle dinastie dei magistrati? Le sembra normale? Esposito ha un figlio giudice che se la spassava con la Minetti con galante invito a cena ed anche un fratello. E non solo lui, ma tanti altri che hanno anche due figli in magistratura. E' più "cosa loro" "la dinastia" di Marina, venuta su con le mani del genitore, che paga fior di tasse allo stato canaglia e dà lavoro a migliaia di persone, oppure quella dei veri succhioni, che bevono il nostro sudore ed hanno milioni di cause arretrate e per un processo civile impiegano non meno 20 anni? Cosa dice di questo ,eh? Lei e tutti quelli come lei, con la bile nera verso la famiglia Berlusconi e con il cuore verso una ideologia perversa; siete il cancro della società. Pregiudicato senza uno straccio di prova provata e vittima di un teorema onirico: "non poteva non sapere". E di Penati cosa si sa e del MPS, che abbiamo dovuto ripianare con le nostre tasse, dopo le tante ruberie? I suoi giornali non l'hanno informata per caso? Ho capito lei segue la mandria con il campanaccio del capo.

lino961

Sab, 10/08/2013 - 17:59

Le dinastie sono finite con la r.f. e sono iniziate le torbide e striscianti dittature della sinistra dei gulag dove lo squallore del pensiero combatte con la repressione del diritto per vedere chi vince.

Ritratto di spectrum

spectrum

Sab, 10/08/2013 - 18:00

non ci puo essere un post-imprenditore che entra in politica, perche significa che e' capace e cosi ridicolizza quei buffoni incravattati di rosso, e gli ruba le poltrone. Quindi, anche se lascia l'azienda, non puo entrare in politica. Bisogna fare come de benedetti, tessera numero 1 del pd che controlla le 18 testate del gruppo espresso, cioe non entrare in politica (cosi per altro non gli si rubano le poltrone a questi buffoni) ma farla da dietro le file. Cosi, anche se si evadono 230milioni di euro, con la tessera PD non si rischia piu che un ammenda.

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Sab, 10/08/2013 - 18:03

Marina non fare lo stesso errore di tuo padre... dì che sei di sinistra!

dukestir

Sab, 10/08/2013 - 18:12

Dall'articolo: Marina raccoglie il plauso da "un arco che va da Daniela Santanché a Michaela Biancofiore". Come dire da Platone a Aristotele...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 10/08/2013 - 18:23

Caro Presidente Berlusconi, fa bene a tenere lontana sua figlia Marina dalla competizione nell'agone politico. Per ccontinuare a combattere contro i comunisti è sufficiente che resti Lei a guidare la compagine del centrodestra, anche restando in disparte. Qualunque cosa accadrà basterà il nome BERLUSCONI sulla scheda elettorale per impedire che i comunisti con la bava alla bocca possano andare al governo. Non hanno ancora capito, ottusi come sono, che a schiantarsi saranno loro, non chi come Lei li ha sempre combattuti alla luce del sole per il loro disprezzo atavico per la Democrazia e la Libertà!

Il giusto

Sab, 10/08/2013 - 18:25

Al ridicolo troll minaccioso...abito s Verona,perché non metti il tuo num.di telefono,poi io ti chiamo e ci accordiamo per un faccia a faccia!Ti ricordo che io sono di destra,tu solo un silviota boccalone!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 10/08/2013 - 18:34

Se è capace di mantenere la propria parola come suo padre vedremo presto il suo faccione stampato sui manifesti elettorali. Comunque, che sia o meno, l'Italia ha vissuto sulla propria pelle l'assenza di una seria legge sul conflitto di interesse. Che si provveda a farne una con urgenza altrimenti un domani rischiamo di sbatterci il naso nuovamente.

luicom

Sab, 10/08/2013 - 18:44

Holmert non ci credo....davvero pensi che il potere debba essere gestito per via ereditaria, con tutte le dimostrazioni che la storia ci ha dato sulle seconde generazioni che quasi sempre hanno distrutto quanto di buono fatto dalle prime. E poi tu accetti supinamente di appartenere al popolo e non osi nemmemo avere la speranza di migliorare la tua posizione sociale....siamo al medio evo. Spero che non siate in tanti a pensarla così se no la guerra civile annunciata da Bondi è davvero vicina

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 10/08/2013 - 18:58

@filippo agostani- Secondo il suo ragionamento: “sostenere strenuamente il problema dell'IMU, anzicchè pensare di implementare i posti di lavoro o le attività industriali, fa parte di un disegno per avere più voti in caso di elezioni”. Evidentemente Lei non deve aver mai letto (su qualsiasi giornale) o ascoltato i Telegiornali (di qualsivoglia rete televisiva pubblica e privata) che, a causa della reintroduzione dell’IMU, non solo è crollato il mercato immobiliare, ma che si sono persi circa 500.000 posti di lavoro, considerando anche tutto l’indotto che ruota attorno alla costruzione di case. Oppure per convincerla ci si deve augurare che i disoccupati arrivino almeno ad un milione tondo?

miu67

Sab, 10/08/2013 - 19:17

Grande donna, grande imprenditrice. Equilibrata, preparata e con due coglioni che certi uomini se li sognano...degna figlia di un grande uomo, sempre un vincente malgrado tutto e questo manda fuori di senno molti...Brava Marina! Il tuo esempio mi fa essere orgogliosa di essere donna.

josefa

Sab, 10/08/2013 - 20:38

brava Marina, decisioe saggia e spero sia vero. Tornando al fatto che ha lasciato tutti di stucco ..., secondo voi con questa giustizia potremo mai difendere i poveri Marò? Vogliamo elencare i casi in cui l'Italia non si è potuta far rispettare a sufficienza? Una volta, parlo di 20-25 anni fa, credevo nella giustizia o almeno pensavo che le toghe fossero tutte persone al di sopra delle parti, oggi, devo ammettere che quel mio punto di vista è molto rodimensionato. cmq, questo non vale come tutta erba un fascio, ci sono dei bravissimi maistrati che lavorano in silenzio e fanno tanto bene al paese.

Giangi2

Sab, 10/08/2013 - 21:24

Berlusconi deve fare come fanno quelli più furbi, finanziano un politico e cercare di farlo arrivare a comandare e fargli fare quelle cose che altrimenti non potrebbero.

luigi civelli

Sab, 10/08/2013 - 22:01

'sono state condannate tutte le persone oneste del Paese': l'improntitudine e la capacità di sparare incredibili fandonie senza arrossire deve essere nel DNA della Real Casa.

luigi civelli

Sab, 10/08/2013 - 22:04

A proposito di gavetta, a Cologno Monzese il PdL cerva con urgenza un nuovo consigliere comunale...

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 10/08/2013 - 22:59

@benita: sei la voce del popolo. Vai Marina, siamo tutti con te. Questa volta ascolta il papà

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 10/08/2013 - 23:56

Capisco il suo attaccamento alla Mondadori ma ritengo che sarebbe più utile al nostro paese SE SI DEDICASSE ALL'AZIENDA ITALIA. Sarebbe l'unica persona adatta a proseguire l'impegno di suo padre. QUELLO DI TENERE LE SINISTRE LONTANE DAL GOVERNO DEL NOSTRO PAESE.

moichiodi

Dom, 11/08/2013 - 00:13

perche la "versione" di Marina?scusi Rame la signora non può decidere di se' stessa. perche lei accredita che stia recitando?recita?

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 11/08/2013 - 01:27

Lei non può essere di Verona. I veronesi sono persone per bene, non si mettono a latrare...Oppure è di Verona ma Nicola Pasetto nemmeno immagina chi è...E.A.

Requiem sharmutta

Dom, 11/08/2013 - 07:38

Sono d'accordo con Censore71. Ma si è dimenticato di dire che i sostenitori del delinquente-condannato Silvio Berlusconi starebbero meglio in Nord Corea a battere le meni al loro Caro Leader Sun-Iat-Berluscon, perché hanno gettato il cervello all'ammasso. D'altronde abbiamo sconfitto la Destra con la Guerra di Liberazione, se continua così dovremo fare una 2a Guerra di Liberazione dai fascisti e fascistoidi del Caro Leader massimo Sun-Yat-Berluscon.

LAMBRO

Dom, 11/08/2013 - 09:04

Ha il solito BUONSENSO delle DONNE con attributi. Considerazioni comprensibili e comunque la necessità di reggere una Azienda Importante nel panorama occupazionale Nazionale e non solo. Ma se cede alle pressioni di papà SA DI DOVERSI BLINDARE perché la macchina del PREVARICAZIONE-DENIGRAZIONE-AGGRESSIONE E' GIA' IN MOTO!!! Avrebbe certamente un grosso seguito ma gli Italiani La meritano?