Così il governo vuole far pagare l'Ici alla Chiesa cattolica

Il governo gialloverde deve trovare una soluzione per far pagare alla Chiesa gli arretrati sull'Ici: pace fiscale o maxi sconto sulle sei annualità dovute

Il governo gialloverde sembra intenzionato ad assecondare l'Europa almeno sul recupero dell'Ici dovuto dalla Chiesa cattolica. Dalla sentenza della Corte di giustizia in poi, qualcuno si è messo a fare i conti con la calcolatrice: si tratterebbe di circa 5 miliardi di euro di arretrati. L'esecutivo guidato dal professor Giuseppe Conte avrebbe individuato una possibile soluzione nella "pace fiscale" tra Stato italiano e Vaticano. A sostenerlo è stato il Messaggero.

La Corte, pochi giorni fa, ha di fatto superato quanto disposto in precedenza, citando l'esistenza di "difficoltà interne" e obbligando il Belpaese a prendere una posizione. La Chiesa, insomma, deve versare il dovuto e l'Italia è chiamata a identificare una modalità per giungere a un adempimento pieno.

La "pace fiscale", quella presente all'interno della manovra economica oggi in discussione, potrebbe essere applicata in modo estensivo anche alle sei annualità dovute dalla Santa Sede. Il quotidiano citato ha elencato le ipotesi in campo: "rottamazione, definizione agevolata, taglio del capitale, sconto o annullamento di sanzioni e interessi legali e di mora". Ma la procedura, interessando almeno quattro istituzioni, potrebbe essere più complicata del previsto: il Vaticano, lo Stato italiano, i comuni e i commissari alla Concorrenza dell'Unione europea dovranno trovare una sintesi in grado di soddisfare tutti.

Un altro modo di arrivare al pagamento potrebbe essere rappresentato dal cosiddetto "maxi sconto", che consentirebbe alla Chiesa di versare solo una parte del dovuto. Se ne discuterà. La sensazione è che il governo voglia davvero arrivare almeno a un compromesso.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 14/11/2018 - 12:00

Non vedo il motivo per cui lo "stato" del Vaticano non debba pagare le tasse per le sue proprietà sul territorio dello stato Italia, così come viene fatto da tutti coloro che possiedono beni immobili nel bel paese. Potevamo anche far finta niente in alti tempi, ma non da quando in Vaticano comanda ormai un prete comunista, con torbidi precedenti in Argentina. Lo stato Vaticano paghi il dovuto, come fanno tutti, indipendentemente dalla loro storia, politica od economica che sia!

dagoleo

Mer, 14/11/2018 - 12:03

Fateli pagare. Non si meritano alcuno sconto. Ed il mio 8 x 1000 finchè ci sarà Bergoglio non lo avrete più.

gneo58

Mer, 14/11/2018 - 12:15

portategli via tutto, anche le mutande, cristo e' nato povero.

27Adriano

Mer, 14/11/2018 - 12:20

Forza Governo, fateli pagare!!

maurizio50

Mer, 14/11/2018 - 12:32

Poche storie. Io che non faccio il prete pago tutto; perchè i Preti, peraltro schierati dalla parte dei catto comunisti, non dovrebbero pagare????

GUGLIELMO.DONATONE

Mer, 14/11/2018 - 12:58

I lestofanti ci fanno pagare tutto, anche l'estrema unzione. Perché devono godere del privilegio di non pagare le tasse così come tutti gli italiani sono costretti a fare?

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 14/11/2018 - 13:06

Stangare i preti pro invasione. Tirate la cinghia gli farà bene. Un bel bagno di umiltà.

ghigabiagioni

Mer, 14/11/2018 - 13:09

Il problema è molto più serio perché tra degli anni (forse noi non lo vedremo ma è inevitabile per l'homo sapiens) dovranno essere processati per truffa, circonvensione di incapaci e tantissime altre malefatte tali da riempire intere stanze di documenti. Del resto erano quelli che bruciavano gli eretici

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 14/11/2018 - 13:22

Naturalmente spero siano esentate quelle infrastrutture che danno una "mano" allo stato che non riesce a coprire le intere esigenze nazionali.

GPTalamo

Mer, 14/11/2018 - 13:50

Finora 8 commenti, e tutti di persone arrabbiate anticlericali. Non penso che censurate i commenti, quindi devo dedurre che gli italiani sono diventati una massa di atei pervertiti. La Chiesa vive di elemosine da fedeli, e loro che fanno? Esultano, dimenticando che le ricchezze sottratte in passato da Enrico VIII o Napoleone siano andati a parenti, amici, e finanziare guerre. La realta' e' che con l'ICI forzato la chiesa dovra' vendere le chiese (ma tanto sono spesso vuote), che verranno acquisite dai privati, probabilmente ricchi arabi che le trasformeranno in moschee per gli islamici. Penso che c'e' ben poco da essere contenti per questa forma di "giustizia" invocata dai lettori anticlericali.

Totonno58

Mer, 14/11/2018 - 14:00

@02121940..il motivo c'è,anche se fa male ricordarlo su questo giornale... la Chiesa le tasse le pagava...fino all'anno di grazia 2005, in cui c'era da mettere in bella mostra un certo signore al governo, di cui cominciavano a dirsi cose strane...e, come per incanto, nella Finanziaria uscì un rigo dedicato "all'esenzione per la Chiesa da ogni imposta dovuta anche su attività a fini di lucro..."...qualcuno ricorda?!