Fabrizio Frizzi, gli esordi in un programma per ragazzi

Gli esordi di Fabrizio Frizzi con il programma "Il barattolo", la sua carriera e il ricordo di Gianni Morandi: ecco perché il conduttore sarà un'indimenticabile icona

Aveva solo 22 anni Fabrizio Frizzi, quando è entrato per la prima volta nelle case degli italiani. L'esordio del conduttore scomparso oggi è infatti avvenuto nel 1980, in una trasmissione che si chiamava "Il barattolo”, ai tempi in onda su Rai 2. Accanto a Frizzi c'era Roberta Manfredi, figlia dell'indimenticabile Nino. Si trattò di un programma per ragazzi, la stessa tipologia di contenitori televisivi che ha permesso a molti divi del piccolo schermo di esordire, di mostrare il proprio talento e diventare iconici, proprio com'è stato Frizzi.

Tanto che la Rai ha realizzato un breve video-tributo al presentatore, in cui è stata condensata la sua carriera - con le trasmissioni più importanti, come "Scommettiamo che", "Luna park" e le varie edizioni di Miss Italia - ma anche i suoi amori e la sua famiglia. Il filmato si può vedere sulla piattaforma YouTube.

Intanto, giungono costanti sui social i commenti degli artisti che hanno incrociato vita e lavoro con Frizzi. Tra essi c'è Gianni Morandi, che ha ricordato anche il ruolo del conduttore in veste di calciatore per beneficenza. "Se ne va un grande professionista, una persona speciale, un generoso alfiere della solidarietà - ha scritto tra l'altro Morandi su Facebook - [...] Condividevamo, fin dagli anni '90, le manifestazioni della Nazionale Cantanti trasmesse dalla Rai e la passione per la nostra squadra, il Bologna. Ci sentivamo spesso, anche poco tempo fa al telefono, mi parlava della battaglia che stava affrontando... Ci volevamo bene. Mi mancherai tanto, caro amico mio! E mancherai ai milioni di telespettatori a cui hai saputo fare compagnia per così tanti anni".