Balducci fa 80 anni A piccoli passi da Pistoia all'estero

«Ho fiducia nel futuro» dichiarava raggiante Isabella Balducci durante la festa che celebrava a fine giugno gli ottanta anni dell'omonima storica azienda di Pieve a Nievole, in provincia di Pistoia, fondata nel 1934 e divenuta nel tempo leader nella produzione di calzature per bambini e ragazzi. «Ai miei figli auguro grandi successi, gli stessi che da tre generazioni accompagnano la vita del nostro marchio partito come piccola realtà a conduzione familiare», aggiungeva la titolare della Balducci mentre riceveva i clienti storici e quelli nuovi giunti da tutta Italia e dall'estero per festeggiare un compleanno importante.
Ai trecento ospiti invitati alla cena di gala allestita negli spazi antistanti la sede dell'azienda, veniva offerta la possibilità di scegliere fra varie isole gastronomiche, vere e proprie postazioni con cibi differenti, i piatti tipici di un menu declinato per decenni, dagli anni Quaranta fino ai giorni nostri. Nello stesso mood le musiche e le canzoni che accompagnavano la serata arricchita da spettacolo di bolle di sapone giganti - gradito da grandi e piccini - e gran finale con tanto di torta e candeline. Fra i momenti più toccanti, la consegna di una targa da parte degli agenti e della forza vendita all'energica presidente Isabella vestita di rosso.
Un modo per sottolineare l'importanza di una realtà produttiva che in cifre significa: 300 mila paia di scarpe prodotte ogni anno, una distribuzione che tocca gli oltre 1000 punti vendita in tutta Italia, 4 outlet store gestiti direttamente. E in più una fama che ha attraversato i confini nazionali per conquistare attraverso l'alta qualità e il servizio, i mercati stranieri più promettenti, dalla Francia alla Germania, dalla Russia alla Cina, prossima tappa dell'espansione internazionale del brand.