Pubblicità elettorale

OFFERTE DI SPAZI DI PUBBLICITÀ ELETTORALE RELATIVE ALLE CAMPAGNE PER LE ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI per la Radiodiffusione e l’Editoria, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, la Società Europea
In relazione alle consultazioni elettorali, visto il provvedimento del Garante di Edizioni ha previsto spazi destinati alla pubblicità elettorale sulla testata

www.ilgiornale.it
Banner in rotazione generica dimensione 728x90 pixel €10,00 (costo per 1000 impression)
Banner in rotazione generica dimensione 300x250 pixel €15,00 (costo per 1000 impression)

Ai sensi del provvedimento del Garante si precisa:

  1. Spazi pubblicitari offerti a tutti i Partiti - Movimenti Politici.
  2. Periodo regolamentato per le pubblicazioni sino a 24 ore prima del giorno della consultazione.
  3. Pagamento anticipato
  4. Condizioni temporali di partecipazione
    Spazi: cinque giorni prima della pubblicazione - Materiale: tre giorni prima della pubblicazione.
  5. Domicilio eletto per le eventuali comunicazioni:
    Società Europea di Edizioni S.p.A. - 20123 Milano - Via G. Negri n. 4

Le richieste dovranno essere indirizzate a:

Mediamond s.p.a.
Tel.+39 02 2102 5259
Milano Palazzo Cellini – Milano 2 - 20090 Segrate (MI)
Roma via Sicilia 136 - 00187 Roma

Solo per la sezione Milano:
ilGiornale online
Milano
Via G. Negri, 4
Tel. 028566.613
pubblicita@ilgiornale-web.it

NOTE:

  1. I messaggi politici elettorali ammessi dal provvedimento del Garante per la Radiodiffusione e l’Editoria, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, debbono essere riconoscibili anche mediante specifica impaginazione in spazi chiaramente evidenziati seconda modalità uniformi per ciascuna testata, e debbono recare l’indicazione del loro committente e la dicitura “Messaggio politico elettorale"
  2. Le pubblicazioni di cui alla lettera b) del comma 2 dell’articolo 7 della Legge 22 febbraio 2000, n. 28, consistono nel pubblicare annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze, discorsi, presentazione dei programmi delle liste, dei gruppi di candidati e dei candidati, confronto tra più candidati.
  3. Sono escluse forme di messaggio politico elettorale diverse da quelle elencate al predetto comma 2 della Legge 22 febbraio 2000 n. 28.