Cinque anni con Francesco: Papa di continuità o di rottura?

Papa Francesco è stato "eletto" pontefice il 13 marzo di cinque anni fa. Una rivoluzione annunciata che ha prodotto divisioni. Ecco le questioni aperte

Jorge Mario Bergoglio è stato "eletto" al soglio di Pietro il 13 marzo di cinque anni fa. L' ex arcivescovo di Buenos Aires ha scelto di chiamarsi Francesco. Un nome che era sempre stato usato in contrapposizione al potere ecclesiastico. San Francesco d'Assisi è il simbolo universale della povertà materiale. Il Vaticano è spesso associato a ricchezze, privilegi e gruppi di potere. Quella di papa Francesco, per farla breve, era stata annunciata come una rivoluzione.

Dopo le dimissioni choc di Benedetto XVI, il mondo attendeva con trepidazione il successore del teologo di Tubinga. Nello scacchiere degli schieramenti vaticani sembravano esistere due ipotesi: la continuità dottrinale rappresentata dal cardinale Angelo Scola o la rottura di certi schemi attraverso la scelta di un porporato "progressista".

Le agenzie di scommesse avevano previsto un certo spostamento del baricento: il favorito era Francis Arinze, cardinale nigeriano dato a 2,90, seguito da un altro africano, il ghanese Peter Turkson a 3.50. Poi c'erano il canadese Marc Ouellet (6.00) e gli italiani Scola (8.0) e Bertone (13.00). Ma lo spirito santo, si sa, non è quotabile.

L'uomo affacciatosi su Piazza San Pietro si è presentato al mondo con queste parole:"Fratelli e sorelle buonasera. Voi sapete che il dovere del Conclave è di dare un Vescovo a Roma. Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo. Ma siamo qui... Vi ringrazio dell'accoglienza, alla comunità diocesana di Roma, al suo Vescovo, grazie...". Da quel momento in poi il pontificato di Bergoglio è stato raccontato in due modi opposti: riconvertivo e salvifico per alcuni, divisivo e catastrofico per altri.

Papa Francesco ha fatto dei poveri, dei migranti, della radicalità del Vangelo e della misericordia il centro del magistero. L'Europa, abituata alla tradizione e alla fermezza dottrinale, è rimasta spiazzata. La visione di questo pontificato, ha detto Laurent Dandrieu, pare quasi accusare le popolazioni europee "di non fare abbastanza per l'accoglienza dello straniero". I fedeli, secondo la visione dell'intellettuale francese, si aspetterebbero un "atteggiamento materno" verso le "inquietudini" derivanti dalla scomparsa della civiltà occidentale, ma Bergoglio ammonisce sull'accoglienza con la stessa frequenza con cui Ratzinger insisteva sul relativismo.

Poi ci sono le cosiddette "svolte". Quelle che i "guardiani della rivoluzione" continuano a definire in linea con la dottrina e che i "cattolici tradizionalisti" criticano: il capitolo ottavo di Amoris Laetitia, che apre alla comunione per i divorziati risposati, la riabilitazione di Martin Lutero, un modo troppo "liberal" o "naif" di avere a che fare con l'islam, gli ecologismi, il pragmatismo, l'eccessivo richiamo al "discernimento", un governo poco collegiale, l'esautorazione dei ratzingeriani (Sarah e Mueller) in favore degli "aperturisti" Kasper e Marx, che starebbero lavorando a due "soluzioni": la messa ecumenica, cioè un rito valido tanto per i protestanti quanto per i cattolici e la communicatio in sacris, cioè l'accesso all'eucaristia per le coppie miste. Poi, ancora, l'aver inserito Emma Bonino tra i "grandi d'Italia", il presunto accordo per i vescovi sotterranei in Cina, la rivisitazione di Humanae Vitae, la benedizione per le coppie omossessuali, le aperture sui preti sposati e così via.

La Chiesa di Francesco, dicono i sostenitori dell'operato del papa, si è aperta al mondo ed è "in uscita". Piacere troppo al mondo, rispondono dalle parti della tradizione più ferma, non è proprio della Chiesa, ma di una Ong. Per i primi, Bergoglio sta tirando fuori la Chiesa dalle secche borbottanti dei tradizionalisti. Per i secondi, il pontefice argentino sta dividendo i cattolici, confondendo i fedeli, abbracciando la contemporaneità e ripristinando, per via delle singole interpretazioni delle Conferenze episcopali, le Chiese nazionali. Il Brasile, intanto, è diventato la nuova "capitale" statistica del cattolicesimo, mentre l'Europa è chiamata ad "dialogare", "generare" ed "integrare".

Di certo, in questa possibile duplice lettura, c'è che la Chiesa si sta evolvendo. "Il teologo del popolo" non cede di un passo sulla strada della rivoluzione. E la composizione dell'attuale Conclave lascia presagire che questa sia la rotta tracciata anche per il futuro. Joseph Ratzinger, nel 1969, aveva scritto che la Chiesa nel tempo sarebbe divenuta minoritaria, irrilevante e destinata a ripartire da piccoli gruppi di fedeli.

Secondo i tradizionalisti la Chiesa, con questo pontefice, starebbe andando verso la scomparsa. Almeno per come l'abbiamo conosciuta. Per i papisti, invece, Bergoglio avrebbe scongiurato proprio quella fine. In ogni caso, noi possiamo solo stare a guardare. Buon anniversario, Santo Padre.

Commenti
Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Mar, 13/03/2018 - 13:23

Papa di continuità o di rottura? Ma perché questo sarebbe un Papa?

corivorivo

Mar, 13/03/2018 - 13:27

Santo Padre? Boezi non faccia il beota

parmenide

Mar, 13/03/2018 - 13:41

""""Papa Francesco ha fatto dei poveri, dei migranti, della radicalità del Vangelo e della misericordia il centro del magistero""". Già enon una frma pparola sulla povertà interna ed in generale rivolta all' ecclesia italica. Terzomondista al posto sbagliato, non una guida ma un opinionista di un certo tipo di fede. Il nostro gaucho si occupa dei poveri che inondanao l' italia ma non cura o cerca si satollare le povertà interiori dei fedeli , gli sbandamenti della fede, le gravi incertezze di un mondo post moderno , secolarizzato a-teistico.

manfredog

Mar, 13/03/2018 - 13:49

..di continuità o di rottura..!?..sicuramente di rottura, si, di..pacchere..!! mg.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Mar, 13/03/2018 - 13:49

Bergoglio è senza dubbio un papa importante e sta facendo una grande opera pastorale. Nessuno si aspettava che cio' potesse avvenire senza la contrapposizione di alcune menti (mediocri, citando Einstein) e di alcuni poteri. Ma la sua opera sta avanzando e un giorno gli sarà riconosciuto il merito di cio' che ha fatto. Santo subito magari no, perchè scomodo, ma magari dopo si

ginobernard

Mar, 13/03/2018 - 13:49

rottura senza dubbio ... rischia di destabilizzare il paese con conseguenze catastrofiche dal punto di vista sociale ed economico. Insomma sicuramente un papa di rottura. Ne facevamo a meno.

DRAGONI

Mar, 13/03/2018 - 13:52

DIREI CHE E' UN GESUITA CHE OPERA DA GESUITA TENENDO CONTO DEI TEMPI IN CUI VIVIAMO!!1

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 13/03/2018 - 13:52

Papa di continuità o di rottura? Di Scisma.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Mar, 13/03/2018 - 14:08

Bergoglio sta facendo una grande opera pastorale. Nessuno si aspettava che cio' potesse avvenire senza la contrapposizione di alcune menti (mediocri, citando Einstein) e di alcuni poteri. Ma la sua opera sta avanzando e un giorno gli sarà riconosciuto il merito di cio' che ha fatto. Santo subito magari no, perchè scomodo, ma magari dopo si.

gianrico45

Mar, 13/03/2018 - 14:12

Sicuramente è di rottura ma in in tutti i sensi

shellys

Mar, 13/03/2018 - 14:17

...di gran rottura!

lonesomewolf

Mar, 13/03/2018 - 14:21

ROTTURA.....DI BALLE!!!!

cangurino

Mar, 13/03/2018 - 14:23

da ateo devo ammettere che è stato uno dei più grandi papi della storia. Gli attestati di stima di altri più autorevoli e famosi atei (radicali abortisti, giornalisti e politici mangiapreti ecc.), mi confortano nel giudizio lusinghiero. Certo, lo giudico un grande perché, grazie alle sue esternazioni, molti cattolici "passivi" hanno incominciato a riflettere sulla religione ed hanno perso la fede, oppure agnostici come mia moglie sono divenuti atei. Dal punto di vista di un cattolico, avrei invece qualche riserva .... Grazie papa francesco, continua così per molti anni ancora ed interi popoli si affrancheranno dall'oppio dei popoli.

piazzapulita52

Mar, 13/03/2018 - 14:24

5 anni di buffonate sfornate da questo ridicolo personaggio. Un'individuo inguardabile che neppure i più creduloni baciapile sopportano!!!

agosvac

Mar, 13/03/2018 - 14:28

Continuità o rottura? Intanto ci sarebbe da verificare che sia del tutto Cristiano vista la sua propensione nei riguardi dei migranti che oltre ad essere fasulli cioè clandestini sono anche al 90% islamici!!! I Papi del passato magari non erano in odor di santità, alcuni erano piuttosto "allegri" però la Cristianità l'avevano sempre difesa contro le varie invasioni islamiche, visto che il Cristianesimo è sopravvissuto all'Islam. Ora sembra che ci sia una svolta e non è una svolta a favore della continuità del Cristianesimo.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mar, 13/03/2018 - 14:29

Bergoglio non mi rappresenta, Gesù non era in hotel a 4 stelle a farsi mantenere dalla gente pieno di pretese per il cibo no buono e per il pocket money arrivati in ritardo, dovrebbe vergognarsi un papa che parla sempre e solo degli immigrati e sulla sofferenza degli italiani che sono obbligati a mantenerli non una parola...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 13/03/2018 - 14:46

Funge da imam.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 13/03/2018 - 14:50

Bergoglio potrebbe condannare i truffatori delle banche italiane. Papa Benedetto garantiva la morale mosaica, specialmente di non desiderare la roba d'altri.

venco

Mar, 13/03/2018 - 14:56

Bergoglio grande papa che vuol trasformare la Chiesa Cattolica in una grande loggia massonica al servizio del Nuovo ordine mondiale e la sottomissione dei cattolici a questo "ordine" satanico.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 13/03/2018 - 14:58

dite che non l'avete fatto apposta a scrivere quella frase, non sapendo che cosa avrebbero scritto come commento. ...o di rottura!!hahaha viene da se la risposta.

maryforever

Mar, 13/03/2018 - 14:59

Meglio perso che trovato. Rivoglio il vero papa, colui che hanno accantonato.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Mar, 13/03/2018 - 15:12

Non sarebbe meglio rivolgere la domanda a un gruppo di Imam? Io non mi sento di giudicare le "virtù" di chi appartiene a un'altra religione.

INGVDI

Mar, 13/03/2018 - 15:14

Mi sembra che cangurino, senza volerlo, abbia colto nel segno. In pratica sostiene che "papa" Bergoglio non è certo di continuità, tanto meno di rottura, semplicemente non è cattolico.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mar, 13/03/2018 - 15:17

Direi che non è difficile enucleare questo topic: sia continuità che rottura, come sempre avvenuto nella storia della Chiesa. Continuità dell'impero economico-finanziario papale sotto l'egida dei dogmi per asservire la pia devozione popolare; rottura con la rigida fazione conservatrice oramai non più funzionale al plagio delle coscienze, per allinearsi a quella più accattivante e moderna liberal-mondialista. Cambiano i tempi, non la sostanza.

Fjr

Mar, 13/03/2018 - 15:26

Di continuità o rottura ,sicuramente di rottura e che rottura!!!

Fjr

Mar, 13/03/2018 - 15:29

Si insomma un Papa ben voluto da tutti ........gli islamici

Libero 38

Mar, 13/03/2018 - 15:41

Papa Benedetto in soccorso del kompagno francesco ormai in caduta libera.

perseveranza

Mar, 13/03/2018 - 15:44

Sicuramente di "rottura". Quotidiana.

tonipier

Mar, 13/03/2018 - 15:49

" POLITICA AGGRESSIVA DI PADRONANZA"

Tarantasio

Mar, 13/03/2018 - 15:53

mi sembra un pò estremista e di parte... sta con i centri sociali che sfilano per difendere gli irregolari e per i cattolici italiani che si lamentano mai ha una parola gentile ...

Vostradamus

Mar, 13/03/2018 - 16:12

Dire che è di rottura, non rende l'idea. A me pate che non sia né cattolico, né cristiano. Gesù non ha detto di donare i soldi altrui.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 13/03/2018 - 16:23

Continuità o rottura? Rottura, rottura. Come rompe Bergoglio non rompe nessuno. L'ho chiesto spesso, senza ricevere risposta. C'è qualche particolare motivo per cui tutti i giorni deve esserci un articolo su Bergoglio in prima pagina con gigantografia della sua foto? Deve esserci una ragione, altrimenti non si spiegherebbe tanta visibilità e attenzione. C'è qualche accordo editoriale con L'Osservatore romano, Avvenire o Famiglia cristiana? Informateci; almeno ce ne facciamo una ragione, ci mettiamo l'animo in pace e sopportiamo pazientemente la presenza quotidiana di Bergoglio, il Papa che rompe.

Maura S.

Mar, 13/03/2018 - 16:51

Di rottura giornaliera.

antonmessina

Mar, 13/03/2018 - 16:53

rottura di pelotas..di sicuro

antonmessina

Mar, 13/03/2018 - 16:54

obbligare S.S. Benedetto a dire bugie! è il colmo !

Vigar

Mar, 13/03/2018 - 17:05

....di rottura! Quantomeno di cabasisi.

voiturderi

Mar, 13/03/2018 - 17:11

Che figura di palta hanno fatto molti estensori di articoli comparsi anche su questo giornale. Per non parlare dei soliti post pecoroni , psicolabili, cagasotto se le togli la tastiera e l'anonimato. Avesser almeno il coraggio di dichiararsi lefreviani. Aveva ragione un vecchio saggio che diceva "in chiesa ci vanno i migliori e i peggiori" in questo giornale circola abbastanza gente 'stolta'

lividanddisgusted

Mar, 13/03/2018 - 17:12

per rompere ha rotto, eccome se ha rotto.... i cabasisi a tutti noi!!!!

tosco1

Mar, 13/03/2018 - 17:16

Da come si comporta, ho difficolta'ad immaginare che Bergoglio sia un Papa. Ma se lo e', anche io non posso fare a meno di dire che e' sicuramente un Papa di rottura.Direi ,anzi, che e' un professionista ed un perfezionista della rottura.!

Divoll

Mar, 13/03/2018 - 17:18

Rottura, rottura (di palle).

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 13/03/2018 - 17:34

non sapevate che il Cristianesimo e precisamente quella cattolica è comunista? Se dovremmo stare alle leggi di Gesù rimarremmo solo con gli stracci addosso. Non parliamo di San Francesco.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 13/03/2018 - 17:44

5 anni di continuità o di rottura? Risposta ovvia: di rottura di balle,sempre a menarla coi migranti. Un disco ROTTO per stare in tema,che però continua a girare. Che rottura.....

SAMING

Mar, 13/03/2018 - 19:00

Quel giorno stesso della sua elezione guando apparve sul balcone e disse: "buon giorno" invece che "sia lodato Gesù Cristo" l'ho immediatamente valutato e non ho sbagliato. Questo non è un papa ma un Iman.