Fiaccolata per il poliziotto ferito? No, per l'ecuadoriano ucciso

La comunità ecuadoriana di Genova ha organizzato una fiaccolata per il ventenne ucciso da un poliziotto dopo averne accoltellato un altro. Indignazione sui social: "La fiaccolata andrebbe organizzata per il poliziotto ferito"

In queste ore a Genova non si parla d'altro. Dopo che un ragazzo ecuadoriano di 20 anni è stato ucciso da un poliziotto dopo averne accoltellato un altro, l'opinione pubblica della città è divisa tra chi contesta all'agente di avere esagerato nello sparare al ragazzo e chi, invece, ne giustifica l'operato. "Ha salvato la vita al collega, non poteva agire diversamente". Ma la notizia della fiaccolata organizzata dalla comunità ecuadoriana in favore di Jesus Tomalà Jefferson, in programma martedì sera per le vie di Sestri Ponente, il quartiere di Genova dove è avvenuto l'omicidio, ha scatenato un'ondata di indignazione senza precedenti.

I commenti alla notizia si sprecano, tra chi si limita a prendere le distanze dall'iniziativa e chi invece entra a gamba tesa sugli organizzatori. "Qua andiamo all'incontrario, la fiaccolata semmai va fatta per l'accoltellato", scrive una donna. Le dà man forte un'altra utente: "Con tutto il rispetto per un giovane morto, ma se prendi a coltellate un poliziotto o un cittadino qualunque le conseguenze sono ovviamente la difesa. Forse si poteva sparare alle gambe o forse no... in quei momenti è difficile. La fiaccolata per un aggressore però non ci sta". Diversamente dal solito, la maggior parte degli utenti esprimono una posizione condivisa.

"Ma per fortuna è intervenuto il collega... altrimenti ora si piangeva un'altra persona morta mentre faceva il suo lavoro..." - "Che pagliacci... fiaccolata x un delinquente. Peccato che non vi beccate una coltellata voi... così siete piu convincenti" - "Se non fosse intervenuta la polizia, oggi parleremmo di un suicida depresso o, molto probabilmente, di un mostro che ha ucciso o ha tentato di uccidere madre, compagna e figlio/a. Quella che oggi parteciperà alla fiaccolata non è la comunità ecuadoriana, bensì un gruppo di cervelli fusi che non riesce a vedere quello che Jefferson ha fatto o che poteva fare. Io sto con il poliziotto". Questo il tenore dei commenti apparsi sulla pagina Facebook di Primocanale, dove persino qualche ecuadoriano ha criticato l'idea della fiaccolata.

Fiaccolata in programma dalle ore 21 all'insegna dell'hashtag #giustiziaperjefferson. Ai partecipanti è richiesto di portare magliette e candele bianche. La Questura ha previsto di schierare una nutrita rappresentanza di forze dell'ordine per la gestione dell'ordine pubblico. Intanto, mentre Matteo Salvini si è schierato dalla parte dei poliziotti coinvolti nell'omicidio di domenica sera, sulla vicenda è intervenuto anche il Consolato dell'Ecuador che in una nota ha fatto le condoglianze alla famiglia Jefferson e annunciato l'attivazione dei "protocolli di attenzione per i cittadini in stato di vulnerabilità" in base alla legge ecuadoriana.

Commenti

manfredog

Mar, 12/06/2018 - 15:35

..però i razzisti siamo noi..eh, ricordiamocelo, se no come fanno ad azzannarci..!! mg.

Macrone

Mar, 12/06/2018 - 16:03

Console dell'Ecuador, nessuna scusa ai poliziotti feriti???

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 12/06/2018 - 16:22

Ecuadorianos???? Piú li conosci e piú li eviti. Vivo da loro e li conosco benissimo: se il q.i. mondiale é p.es. 100, in Ecuador arriva si e no a 50. Per un cellulare ti assaltano in mezzo alla pubblica via senza farsi alcun scrupolo. Quando ritiro una somma abbastanza considerevole mi faccio accompagnare da una guardia del corpo. Il traffico veicolare é quanto piú disordinato esista al mondo: il semaforo rosso e le zebrate sono un optional. Hanno una burocrazia assurda e corrotta, fatta di timbri timbrini, impronte dattilari, documenti inutili, focopie ecc.. La terra é preziosa, produce di tutto. Per contraltare Iddio ci mise sopra los ecuadorianos. E mi fermo qui.

dagoleo

Mar, 12/06/2018 - 16:40

No sbagliato, i poliziotti dovevano farsi ammazzare entrambi, così avrebbero potuto fare la fiaccolata per l'omicida ingiustamente incarcerato. E se i figli piccoli dei poliziotti piangevano per il padre morto, non ci dobbiamo commuovere perchè sono solo figli di sbirri. In questo paese ci vorrebbe la polizia che s'incazza sul serio e sciopera per 2 o 3 giorni. Spero che un giorno succeda per davvero. Ne vedremmo delle belle.

marco.olt

Mar, 12/06/2018 - 16:56

Tutti da schedare i manifestanti e dispersi a bastonate, evidentemente l'aggressione al poliziotto per loro è normale

killkoms

Mar, 12/06/2018 - 17:30

protocolli di attenzione?se i vostri cittadini all'estero sarebbero in pericolo,perché non ve li riprendente?

maricap

Mar, 12/06/2018 - 17:42

E questi sarebbero quelli che si dovrebbero integrare? E si, proprio come in America, dove se la polizia ammazza un delinquente nero, la sua comunità scende in piazza, indipendentemente da quello che il merdone aveva combinato.

Ritratto di glucatnt73

glucatnt73

Mar, 12/06/2018 - 17:52

Ecuador, famoso esportatore di banane e criminali di baby-gang.

autorotisserie@...

Mar, 12/06/2018 - 18:15

CACCIAMO STA GENTAGLIA ...PERDINCI....DA CACCIARE TUTTA LA FAMIGLIA ,,E RIMANDARLI AL LORO PAESE...DELINQUENTI...VE NE APPROFITTATE DELLE NOSTRE LEGGI IPOCRITE, DALLE VOSTRE PARTI SE FERISTE UN POLIZIOTTO NEMMENO VI TROVEREBBERO PIU..... ...LA STESSA POLIZIA VI GIUSTIZIEREBBE-...FUORIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

ARGO92

Mar, 12/06/2018 - 19:41

MA CHE TASER FARE USO DELLE PISTOLE IN DOTAZIONE

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 12/06/2018 - 21:10

Ma chi ha chiamato la polizia per intervenire in quella casa credeva che arrivassero le "dame di compagnia" con la tazza di camomilla per augurare la buonanotte?

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Mar, 12/06/2018 - 22:24

mxxxe