Euro2012, l’Italia si fa male e ripiomba nel biscodramma

Una punizione di Pirlo lancia la squadra, poi bel gioco e reti sfiorate. Il pari di Mandzukic cambia faccia alla sfida. Ora tutto appeso al risultato fra Spagna e Croazia. <strong><a href="http://www.ilgiornale.it/fotogallery/euro_2012_italia-croazia/italia-cro... target="_blank">FOTO</a></strong>

Sedotti e abbandonati. Sedotti dall'Italia spumeggiante della prima ora di gioco, capace di guadagnare il meritatissimo vantaggio su una prodezza balistica di Pirlo e di sfiorare a più riprese il gol della sicurezza. Inutilmente, purtroppo. Abbandonati, nell'ultima mezz'ora, dalla salute fisica e anche dalla buona sorte. Perché alla Croazia meno esaltante degli ultimi tempi è sufficiente un banale cross dalla sinistra per apparecchiare l'1 a 1, confermarsi bestia nera degli azzurri e guadagnare un pareggio forse immeritato ma decisivo per mettere le mani sulla qualificazione che deve passare attraverso la prossima sfida con la Spagna. Una sola occasione trasformata in un diamante da mettere al dito: è una Croazia cinica e spietata. Sedotti e abbandonati, allora, secondo un epilogo ingeneroso che segnala, in qualche modo, i limiti strutturali di questa Nazionale che ha un paio di pilastri di cemento armato su cui fondare il proprio europeo (De Rossi e Pirlo su tutti) ma finisce anche col tradire limiti in attacco che sono strettamente legati alla cifra tecnica del quintetto trascinato in Polonia.

Non ci sono bomber collaudati in circolazione e neanche un centravanti di ruolo da utilizzare (insieme i due Mario e Antonio fanno zero gol da quattro partite): ecco la giustificazione del Ct. Questa volta poi Balotelli non può diventare il capro espiatorio del secondo pareggio consecutivo collezionato nel girone. È vero, gli arrivano un paio di geniali lanci che Mario non riesce a trasformare in lingotti d'oro: quando c'è da tirare in porta con ferocia, prova a servire Cassano, quando è più utile l'appoggio decide di tirare centrando i pugni del portiere croato, oppositore tra i migliori ieri sera.

Semmai è il caso di sottolineare gli errori di mira ripetuti, di Cassano, e in particolare dello stesso Marchisio liberato davanti al portiere da una bella trama, una specie di azione alla mano, in stile rugby. In panchina poi, a eccezione di Di Natale e dell'inconsistente Giovinco (a livello internazionale c'è bisogno di molto altro per marcare la differenza), Prandelli non ha un arsenale a disposizione. E Totò, entrato nella parte più complicata della sfida, si ritrova a fare a sportellate con i croati, non proprio la condizione ideale per esprimere il proprio stagionato talento. In uno degli assalti finali, vinto dalla frenesia, riesce persino a togliere una palla vitale a Giovinco, meglio piazzato, sul limitar dell'area di rigore.

Per circa 60 minuti, fino alla randellata di Balotelli, finita un soffio sopra la traversa, è una gran bella Italia. Capace di zittire lo stadio quasi tutto di colore bianco e rosso a scacchi (fischi al nostro inno e buuuh a Mario le porcherie da registrare) e di far disperdere un paio di fumogeni lanciati sul prato di Poznan. Appena finisce la benzina, l'effetto è vistoso. Quella stessa Nazionale, da gruppo compatto, come un pugno chiuso, si è disunita. Sfilacciato è diventato il suo gioco nonostante la presenza di Pirlo, pronto a rammendare ogni trama, e a farsi vivo anche in attacco per dare assistenza ai due eversori in maglia azzurra con le gomme a terra.

Dei due, a dire il vero, tra Balotelli e Cassano cioè, il barese appare il più provato: di qui il dissenso rispetto alla decisione del ct di rimpiazzare subito Balotelli per far entrare Di Natale nella speranza di preparare la trappola del fuorigioco. Un dettaglio, naturalmente. E invece accade esattamente il contrario. Tre minuti dopo la Croazia trova il pari e da quel momento comincia un'altra partita, scandita dalla sofferenza azzurra nel procurarsi sbocchi di gioco. I rinforzi giunti dalla panchina, Montolivo e Giovinco, oltre al bomber tascabile napoletano, non modificano l'inerzia della sfida. E nemmeno con un arrembaggio d'altri tempi, si riesce a forzare per la seconda volta il blocco difensivo croato, irrobustito per l'occasione.

L' 1 a 1 finale ha quasi il sapore di una beffa e bisogna perciò prepararsi al peggio. Perché il rischio di fare la fine del 2004, quando l'Italia del Trap, al culmine di due pareggi consecutivi (allora contro Danimarca e Svezia), riuscì a piegare la Bulgaria ma fu tradita dal famoso biscotto (2 a 2) confezionato da danesi e svedesi è consistente. Prandelli, da gentiluomo autentico, si tiene a distanza dall'argomento scomodo.

Solo Buffon s'avventura sul sentiero dell'ammonimento preventivo incorrendo nel solito "doppiopesismo". A Coverciano, per difendere Antonio Conte, teorizzò il famoso «meglio due feriti che un morto». Qui invece è di parere diverso: «Se Spagna e Croazia facessero 2 a 2, riderebbe tutto il mondo». Meglio stare zitti. E meritarsi qualche gol in più.

Commenti

cicero08

Ven, 15/06/2012 - 08:52

Penso che Prandelli non sia poi un gran stratega. Abbiamo deciso di giocare con due esterni come Maggio e Giaccherini che si sono dimostrati impalpabili. Il primo, poi, oltre ad una fase difensiva approssimativa in due partite non è riuscito a fare nemmeno un cross. Aggiungiamoci una gestione dei cambi che prescinde da quello che sta dimostrando il campo ed ecco che la delusione più cocente è sul punto di essere servita.

andrea bruscoli

Ven, 15/06/2012 - 09:29

Amici cari, torniamo a casa, è meglio. capisco che nonno Giorgio è andato a salutare gli scomm, pardon, i calciatori pregandoli di vincere (così nell'euforia dell'eventuale vittoria si nascondono tutte le porcherie nazionali, e dei nazionali). Ma sbandierate ed entusiasmi, capirete, non è il momento. Euro, europa, terremoto, crisi generale, ecc. sarebbe quasi stridente fare gli sciocchi per la strada urlando e cantando, tra bandiere con bottiglie in mano. Strano che il caso Buffon non abbia avuto risalto + di tanto, con un giro di denaro scommessa su conto corrente (da cosa ho letto sui media) di un milione e mezzo di odiosi euri. Pensate se ad uno di noi, avessero trovato sul conto un giretto di quattrino ben inferiore, e di dubbia origine, provenienza e destinazione. Gogna e sequestro e, forse, domiciliari. Forse, se non dentro. A casa, ragazzi, a casa. e W l'Italia, quella giusta e sana. Andrea

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 15/06/2012 - 09:45

Ma con un Prandelli dove credevate di andare.Poi diciamoci la verita al di fuori di De Rossi tutti come diceva Trappattoni, BOTTIGLIE VUOTE.!

marval60

Ven, 15/06/2012 - 09:59

Il vero dramma è negare la realtà.si incensa e si osanna una squadra mediocre,dove campioni non ce ne sono.il duo gentili/dossena sono la punta di una pattuglia di giornalisti in ginocchio.campioni si ma di portafoglio,con quello che intascano avrebbero dovuto tirare in porta un centinaio di volte,correre almeno 180 minuti e prendere il pallone a morsi,almeno per sdebitarsi.ma i fatti dicono che 2 partite,2 gol,uno di un 37enne,e uno su calcio piazzato.e i fatti dicono che tra europei e mondiali negli ultimi 9 anni non abbiamo vinto una partita.lo sport è fatto di risultati non di chiacchere e di scusanti.sono pippe,tutti.punto.

Cinghiale

Ven, 15/06/2012 - 10:03

Dopo la capponata di ieri un bel biscotto come dessert è quello che ci spetta di diritto.

Mario-64

Ven, 15/06/2012 - 10:14

Be' ,se Spagna -Croazia dovesse finire 2-2 ...alla faccia della sportivita'! Ce la ricordiamo Svezia -Danimarca 8 anni fa' vero? E poi questi danno a noi dei mafiosi!!!!

gbsirio_1962

Ven, 15/06/2012 - 10:20

..del resto..se "il fenomeno" che doveva essere la punta di diamante della squadra è un ragazzotto di colore, mezzo esaltato e con una capigliatura da deficiente...ma dove volevamo arrivare ??

franky6464

Ven, 15/06/2012 - 10:32

Non si riesce a capire perchè noi facciamo sempre fatica a qualificarci, a passare il primo turno e tantomeno , da molti anni a questa parte, a vincere uno straccio di competizione. Secondo me dovremmo, anche noi, cominciare a guardarci intorno e trovare un allenatore straniero. Credo che di calciatori buoni in Italia ce ne siano, bisogna solo saperli mettere assieme e sopratutto convocare quelli giusti, o almeno mandare in campo quelli piu in forma , al di la del nome che portano. che danimarca-svezia se la siano aggiustata è sicuramente un atto mafioso, ma dire che noi non lo siamo è anche una balla..... a casa azzurri ci facciamo piu bella figura

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 15/06/2012 - 10:40

ma cassano, se l'italia dovesse vincere l'europeo, lo mettono in testa o in coda al trenino?

ben

Ven, 15/06/2012 - 10:43

Scusatemi, ma che partite avete visto? Questa squadra è più forte di quella Campione del Mondo: difesa migliore di tutte le altre, con De Rossi e Chiellini; centrocampo con un Pirlo fuoriclasse; in attacco Balottelli che è ancora in fase di riscaldamento( forse Cassano sembra stanco, ma dopo un operazione al cuore...). Insomma, se escono è solo per sfiga, questa volta, se invece la fortuna assiste, possono raggiungere la finale!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 15/06/2012 - 10:54

Beh, cercheremo di sopravvivere alla opaca prestazione di quattro ragazzotti viziati e superpagati. Con lo "scommettitore" puntualmente abbracciato da re Giorgio (solitamente inflessibile nei confronti dei trasgressori delle regole). Ci sono, a mezzo, problemi un tantino più seri...

COSIMODEBARI

Ven, 15/06/2012 - 11:06

A Buffon ormai da tempo i soldi danno alla testa, tant'è che quasi quasi non è più capace di intendere e volere. Chissà che non esca qualcuno che possa pensare di fare soldi per il non biscotto. Investirebbe per la sportività. Oltretutto, forse, il calcio scommesse non è solo nel campionato che assegna scudetti. A volte a pensare male ci si azzecca.

COSIMODEBARI

Ven, 15/06/2012 - 11:11

x gbsirio_1962.....molto meglio quel fenomeno che un altro tipo di fenomeno, quello razzista alla gbsirio_1962 e suoi pari o/e seguaci. Che, purtroppo abbondano.

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Ven, 15/06/2012 - 11:18

I nostri problemi sono sempre gli stessi...corriamo al meta' degli altri e spesso abbiamo anche gente incompetente come CT...come in questo caso. Ieri abbiamo pareggiato una partita che dovevamo e potevamo vincere soprattutto per mancanza di cattiveria agonistica oltre che di formazione...con la ciliegina finale di quella zucca vuota di Balotelli che per ringraziare Prandelli di avergli dato fiducia non ha trovato di meglio che mandarlo a quel paese...dai Prandelli, rimettilo di nuovo e renditi ridicolo ! Cassano poi...non si discute la tecnica, ma non e' in forma e si vede lontano un miglio.E mi chiedo insistentemente se non sia il caso di cambiare qualcosa a centrocampo ( penso a Nocerino ad esempio ) per dare piu' dinamismo e soprattutto darsi una mossa a livello agonistico...per non parlare di Thiago Motta.Riguardo alla telecronaca Rai, una sola parola : PIETOSA. Uscire dall'europeo non potra' che farci bene, almeno ci libereremo di Prandelli e di Gentili...

MaiRuss

Ven, 15/06/2012 - 11:19

Giunti a questo punto, tutta l'attenzione dei tifosi e rivolta a scoprire chi sono i nomi che quel "signore delatore" ha indicato come suoi compagni di letto. Un avviso anche alle veline: Non c'è più trippa per gatti! Scherzi a parte, siamo proprio messi male e non solo in senso calcistico!

eovero

Ven, 15/06/2012 - 11:28

ma non ci sono piu' i telecronisti di una volta?si viveva la partita con loro,adesso non si sa cosa vogliono dire(se si riesce a capirli)

CONDOR

Ven, 15/06/2012 - 11:31

Squadra Di Senza Palle.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 15/06/2012 - 11:32

Spagna-Croazia 2-2: nessun bookmaker offre una quota, peccato!

benny.manocchia

Ven, 15/06/2012 - 12:09

L'Italia oggi non ha un ct di valore. L'Italia oggi non ha giocatori di valore.Nella serie A,senza gli stranieri,il campionato sarebbe fiacco,insipido. Prandelli deve fare "catenaccio" dopo il primo gol dell'Italia (vedi con la Spagna e ieri con la Croazia). Riusciremo a superare il primo turno? Bisogna battere l'Irlanda e la Spagna deve darci una mano "contenendo" la Croazia. Un italiano in USA

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 15/06/2012 - 12:28

Inutile fare disquisizioni sul modulo, dopo il gol ci siamo messi in difesa contro una Croazia mediocre, 50 minuti a difenderci, alla prima occasione gol. Siamo senza campioni, senza palle (non ho visto cattiveria agonistica), scommettitori e buffoni esaltati ( vero Balotelli?) ed e' giusto cosi', e non piangiamo per eventuali biscotti, ci bastava vincere e il problema non c'era. Almeno la partita l'ho vista dal Brasile e vi assicuro che con i commentatori brasiliani e' veramenta bello assistere alla partite. A casa....risparmiamo soldi per lo spread.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 15/06/2012 - 12:39

Balotelli è stato convocato solo per compiacere i propagandisti dell' Italia multietnica. Calcisticamente non sta neppure tra i primi 20 attaccanti a disposizione

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 15/06/2012 - 12:44

Ma scusate, posto che non mi aspetto sportività dai calciatori miliardari,.... ma chi glielo fa fare a Spagna e Croazia di danneggiarsi a vicenda?? Un bel 2-2 sta bene a tutti. Al massimo 3-3...per dissimulare....

macchiapam

Ven, 15/06/2012 - 12:48

Il risultato è il frutto di un gravissimo errore tattico del CT: dovendo decidere se utilizzare o non Balotelli (palesemente fuori forma), invece di tenerlo in panchina il CT ha adottato la soluzione salomonica di mandarlo in campo, colla riserva di richiamarlo se non si fosse dimostrato all'altezza. Effettivamente Balotelli è stato una nullità; ma la sua sola presenza ha costretto la Croazia a mantenersi in posizione prudente; e quando poi il CT ha deciso di richiamarlo, allora si è spiegata liberamente, conquistando il gol del pareggio.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 15/06/2012 - 13:16

Io so solo che Arrigo Sacchi fu messo in croce per aver perso un mondiale ai rigori... Adesso voglio vedere cosa diranno i nostri super-esperti di questo allenatore che, oltre a essere criticabile sul piano dei risultati, è veramente di una tristezza incommensurabile. Io penso che un allenatore dovrebbe infondere anche entusiasmo e ottimismo ai suoi... ma questo qui fa veramente piangere anche il più inguaribile degli ottimisti!

gbsirio_1962

Ven, 15/06/2012 - 13:32

x COSIMODEBARI : l'espressione "ragazzo di colore" non mi sembra che sia un termine razzista, ..cosa dovevo dire ?? "abbronzato" ??

Random64

Ven, 15/06/2012 - 15:04

#24 wilegio (1249) aggiungo messo in croce per aver perso un mondiale ai rigori col BRASILE..qua ci dimentichiamo di un particolare..che è poi quello che puntualmente ci distingue dalla Germania(non per i risultati in generale per fortuna) e cioè l'Italia con le deboli e le medie non ingrana mai e quasi mai, e di conseguenza rischia sempre al primo turno delle competizioni importanti..deve solo superare il primo turno..o viene eliminata o decolla fino alla fine, la germania con le deboli e medie vince anche con la benda, non c'è nulla da fare, anzi se possono si tirano loro in porta..mentre poi con le forti..non eccelle..anzi..è così dalla notte dei tempi del calcio..

meloni.bruno@ya...

Ven, 15/06/2012 - 15:02

Siamo alle solite! Prandelli è stato troppo generoso con Balotelli, avrebbe dovuto prendere al volo la mossa azzeccata della sostituzione di Balotelli con Di Natale contro la Spagna. Nella nazionale Italiana si ripetono semre gli stessi errori.Domanda, chi è stato a vincere la classifica di capocannoniere Italiano? Totò Di Natale! Identica storia nell'era di Totò Schillaci .

baio57

Ven, 15/06/2012 - 15:06

Il nostro campionato di calcio è diventato un " biscottificio " industriale , e fino ad una settimana fa persino il nostro capitano affermava che in fondo è " normale " . Ebbene ora si vuole fare la morale agli altri . Mah !

COSIMODEBARI

Ven, 15/06/2012 - 15:10

x 25 gbsirio_1962.....gli specchi servono per specchiarsi, non per arrampicarsi. Infatti nessuno mai ci riesce. Lo scritto primo, a firma gbsirio_1962 è questo, "ragazzotto di colore". Perchè non definire "ragazzotti bianchi", gli altri? Adesso per liquidare il tutto scriverò come parlava Totò, proprio con lo stesso tono (provi a sentire): "ma mi faccia il piacere"

eglanthyne

Ven, 15/06/2012 - 15:10

X#7 gbsirio_1962 -Egregio ben detto , il citrullo pistolero anamensis dovrebbe giocare per la squadra del Paese dei Balocchi . Cordialità , Eglanthyne .

dinolab

Ven, 15/06/2012 - 16:04

Per combinare il 2-2 (o altro risultato più redditizio) Croati e Spagnoli potrebbero sempre chiedere consigli e supporto alle nostre agenzie di scommesse..oppure fare una telefonata a Masiello. Penso che i nostri calciatori farebbero meglio a star zitti.

lusi

Sab, 16/06/2012 - 05:26

lusi.la nostra nazionale soffre di stanchezza.un primo gol e poi smettere di correre.saper correre è il primo requisito per il possesso di palla. i nostri giocatori se ne fregano.