«Fall Foliage»: l’estate indiana di Boston e del Massachusetts

Col finire dell'estate l'intero stato del Massachusetts e la regione del New England esplodono di mille colori per l'Indian Summer: i boschi d'aceri, faggi, castagni mostrano la bellezza del fogliame colorato. Qui l'autunno è una stagione unica. Il suo arrivo, infatti, è annunciato dall' estate indiana e dallo spettacolare fenomeno del fall foliage. Fino a fine ottobre il clima è mite, il cielo terso e le colline si colorano di giallo, ocra, rosso e arancio, dando vita a incredibili effetti cromatici. I viaggiatori da tutto il mondo soggiornano nelle campagne, sulle colline del Berkshire, lungo il Mohawk Trail e nel cuore rurale della Contea di Worcester, sulle isole di Nantucket e a Martha's Vineyard, visitano Cape Cod e non perdono gli appuntamenti eccellenti che la città di Boston offre con il suo ricco calendario di eventi. E'anche il periodo della raccolta del mirtillo rosso - il cranberry con cui vengono prodotti marmellate, succhi, gelatine e vino- nei campi a ridosso della costa, nell'intera regione di Plymouth, al Cape e a Nantucket: è uno spettacolo di natura e di abbaglianti colori vermigli. Nelle campagne si raccolgono oltre 30 varietà di mele e si prepara il sidro, che riscalderà gli animi invernali. Boston e Cambridge accolgono gli studenti nei college e nelle università: riprende la vita nei campus e si celebra la più grande regata collegiale sul Charles River. Ovunque eventi, sagre e festival. Punto di partenza per un itinerario nello Stato sulla baia è Boston - che da sola varrebbe il viaggio - città vivace e frizzante, perfetto mix di Vecchia Europa e Nuovo Mondo. Boston è la prima città della costa est che si raggiunge dall'Europa. La porta per gli Stati Uniti. All'arrivo solo tre chilometri separano l'Aeroporto Logan dal cuore della città; dall'isola ove è situato il Logan si può prendere una navetta che attraversa il porto ed in soli 8 minuti - con una vista mirabile sullo skyline di Boston - si giunge sul nuovissimo Waterfront, frutto di uno dei più grandiosi progetti urbanistici del XXI secolo, tra i più costosi d'America. Da qui un taxi per raggiungere l'albergo in pochi minuti. Boston - unica con Venezia - propone questo servizio molto adatto a chi viaggia con poco bagaglio: veloce, ad un prezzo modico, con un tocco di panoramicità sulla città che domina la baia ed un pizzico di divertimento, nell'approccio al centro più antico d'America, mentre si godono le sane brezze marine dell'Atlantico. Strega lo spettacolo dei grattacieli, mentre i gabbiani volano e le barche solcano le onde. Nuove le architetture d'avanguardia sul Waterfront: dall' ICA - Institute of Contemporary Art - che oramai è diventato un simbolo di modernità eclettica nel panorama urbano, per non parlare poi della Rose Kennedy Greenway e dell'Harbor Walk che si presentano subito nella loro semplicità e linearità, percorsi pedonali di giardini, fontane e spazi aperti anche lungo i docks, ove passeggiare e sostare, fare uno spuntino o ammirare il panorama, leggere un libro o semplicemente rilassarsi, con un occhio puntato alla dimensione dell'uomo, all'integrità dell'ambiente ed alla vivibilità cittadina in tempi moderni. Da vedere il quartiere di Beacon Hill con le tipiche case di mattoni rossi e strette strade illuminate da lampioni a gas; il Quincy Market con negozi, bancarelle, ristoranti e bistrot. D'obbligo mangiare l'astice, ottimo e a prezzi più che accessibili, per esempio da No Name , da Jimmy's Harborside o al B&G Oysters che nel quartiere del South End offre lo stile classico con un tocco di contemporaneità, per una vera scorpacciata di ostriche e di pesce: calma oceanica infusa dall'arredo con piastrelle cool blue e grigie, mentre intorno aleggia musica funky; al centro del ristorante c'è una cucina a vista, marmo bianco al bancone e panchetti neri. Il menù presenta pesce e frutti di mare freschi ed una scelta quotidiana di 12 diverse varietà di ostriche, pronte da gustare nel loro guscio, quindi l'astice classico del New England, nonché i panini all'astice e le vongole fritte, ed una serie di piatti che s'ispirano ai gusti mediterranei. Prezzi selezionati e ragionevoli anche per la lista vini che spazia dai bianchi ai rossi, tutti abbinabili ai piatti di mare. Per un'escursione nei dintorni della città ci si può dirigere verso Lexington, Concord e Sturbridge, percorrendo la Route 2 che si snoda tra i boschi. Queste tre località sono anche interessanti per gli appassionati di storia e della rivoluzione americana. A Lexington ci sono la Munroe Tavern, quartiere generale delle giubbe rosse e il Museum of our National Heritage. A Concord si possono vedere l'Old North Bridge, dove si accese la scintilla della rivoluzione. A Sturbridge, invece, vale la pena visitare l'Old Village, perfetta ricostruzione di un paesino del 1830. Per una notte un po' speciale l'indirizzo è il Colonial Inn di Concord, una vecchia locanda del 1716 con camere in stile. Vallate, colline e foreste dalle mille sfumature scorrono davanti agli occhi nella contea del Berkshire, a 200 kilometri da Boston: ci sono 17 parchi, più di 80 mila acri di foreste, cascate e laghetti dove praticare pesca, nuoto, rafting, canoa, trekking. Antica pista indiana, il Mohawk Trail è uno degli itinerari più suggestivi per ammirare il fall foliage: 63 miglia attraverso un panorama selvaggio tra parchi e foreste. Per la notte ci si può fermare a Lenox. Si alloggia, dopo una cena gastronomica, al The Gateways Inn, un delizioso country inn che vanta una pregiata storia. Un tempo dimora del Signor Proctor oggi di proprietà e gestione di Fabrizio e Rosemary Chiariello, offre l'eleganza europea, con squisiti tocchi d'antiquariato italiano in un piccolo ambiente ricercato per stile, raffinatezza e grande ospitalità. Basta cenarvi per essere rapiti dalla generosità di lusso, confort ed accuratezza in ogni pietanza e dettaglio, gustando vini scelti per terminare nell'invitante atmosfera del bar di mogano, « La Terrazza»: la scelta di liquori e grappe di gran prestigio è semplicemente sorprendente. La notte in questo Inn accompagna un sogno romantico. www.gatewaysinn.com. In alternativa ci si può fermare al Red Lion Inn, www.redlioninn.com, bella locanda storica a Stockbridge dove assaggiare menù basati sul cibo biologico e creati solamente con ingredienti freschi e stagionali della fattorie regionali, coltivati con metodi tra i più eco-sostenibili. Prima di cena passeggiate lungo la Main Street: così come l'avete vista immortalata nel quadro di Norman Rockwell al museo, appare ancora oggi originale, coi suoi negozietti, le belle case bianche: è la quintessenza del Berkshires.
Per raggiungere Boston ci sono voli diretti di Alitalia da Roma e di AirOne da Milano. Alcuni tour operator specializzati offrono pacchetti volo-hotel-auto a noleggio a prezzi davvero interessanti. E' il caso di Naar - www.naar.com; tel.02.4855851 - che con 1590 euro propone un itinerario di 11 giorni / 9 notti; di Kuoni -www.kuoni.it; tel.199.303044 - con pacchetti da 926 euro o di Gastaldi 1860 -www.gastaldi1860.it; tel. 02.69969190 con quote da 935 euro. Per approfondimenti su Boston e l'estate indiana: www.gist.it. Per maggiori informazioni: Ente del Turismo del Massachussets di Milano, www.massvacation.it; tel.02.33105841.