L'Onu accusa Israele: "A Gaza sparò sui civili" Peres: rapporto fazioso

Sei gravi attacchi contro edifici delle Nazioni Unite nella Striscia di Gaza. E' questa l'accusa rivolta nei confronti di Tel Aviv. Lo afferma un rapporto sull’offensiva contro Hamas. Dura replica del presidente israeliano<br />

New York - L'Onu punta il dita contro Tel Aviv. Israele è responsabile di sei gravi attacchi contro edifici delle Nazioni Unite nella Striscia di Gaza. Lo afferma un rapporto dell’Onu sull’offensiva israeliana nel territorio palestinese. La commissione di inchiesta del Palazzo di vetro ha indagato su nove episodi in cui infrastrutture Onu sono state prese di mira dalle partii n conflitto. "In sei di questi" si legge nel rapporto, "l’azione militare israeliana sia dal cielo che da terra ha causato morti, feriti e distruzione". Un settimo incidente, meno grave, è stato imputato all’esercito israeliano e l’ottavo ad Hamas. Il nono resta senza responsabili accertati.

Ban: "Riparazione dei danni" Il rapporto accusa Israele di non aver protetto gli edifici dell’Onu e i civili che stavano all’interno. "Intendo chiedere la riparazione dei danni", ha affermato il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon, che ha anche contestato il criticismo di Israele che aveva giudicato il rapporto prevenuto e ingannevole. Ban ha messo l’accento sulla "natura indipendente" dell’inchiesta aggiungendo di non avere "autorità di alterare il contenuto del rapporto".

Attacco in cui morirono 1400 palestinesi Il documento è stato compilato da una commissione di inchiesta indipendente. Il quartier generale dell’Onu per i rifugiati palestinesi (Unrwa) è stato uno degli edifici seriamente danneggiati durante l’offensiva israeliana in cui morirono oltre 1.400 palestinesi. "Il comitato ha concluso che in nessuno degli incidenti l’attività militare fu portata avanti osservando le premesse delle Nazioni Unite", si legge nel rapporto.

Negligenza e sconsideratezza
"Le azioni dell’esercito israeliano comportarono diversi livelli di negligenza e sconsideratezza nei confronti delle premesse dell’Onu e della salvezza dello staff delle Nazioni Unite e dei civili, con la conseguenza di morti, feriti e danni fisici estesi e perdita della proprietà". Nel rapporto si chiede espressamente ai leader dell’Onu di esortare Israele a ritrattare formalmente le accuse secondo cui i palestinesi spararono anche da due edifici dell’Onu.

Il presidente Peres: "Rapporto scandaloso" Il presidente israeliano Shimon Peres, in visita alle Nazioni Unite, ha definito "scandaloso" e "fazioso" il rapporto dell’Onu che accusa Israele di essere responsabile di sei gravi incidenti durante l’operazione "Piombo Fuso", all’inizio del 2009.