Il 21 e 28 maggio prossimi il pubblico potrà entrare nei siti di Latina e Mediglia

Crescita della competitività, risparmi energetici e tutela della salute, della sicurezza e dell'ambiente. Questi valori possono essere coniugati. Come sia possibile il Gruppo Mapei ha deciso di presentarlo con l'organizzazione di cinque giornate di apertura dei propri stabilimenti in Italia nell'ambito di Fabbriche Aperte. Si tratta di un'iniziativa ormai entrata a far parte da molti anni delle politiche di comunicazione delle aziende italiane impegnate nella chimica. Un progetto che quest'anno ha assunto una valenza ancora più importante data la concomitanza con l'Anno internazionale della chimica proclamato dall'Onu. L'iniziativa, che prevede una giornata di apertura dei siti produttivi alle famiglie dei lavoratori e alla cittadinanza locale, ha come obiettivo principale il consolidamento del rapporto di credibilità e fiducia tra l'industria chimica e le varie istanze della società. Protagoniste delle visite guidate ai siti produttivi del Gruppo Mapei sono state anche le iniziative «green» che mirano alla riduzione dei consumi energetici e alla diminuzione dell'impatto ambientale dei processi produttivi e dei prodotti realizzati.
A oggi, tre giornate di Fabbriche Aperte si sono già tenute in altrettanti stabilimenti del Gruppo guidato da Giorgio Squinzi, ceo del Gruppo Mapei e Presidente sia di Federchimica sia di Cefic, l'associazione che rappresenta l'industria chimica europea. Il 7 maggio è stata la volta della Vinavil, di Villadossola (Verbania). Durante la visita è stato presentato l’impianto di cogenerazione in grado di erogare 1400 KW (pari a una produzione annua di 11.500 megawatt) e quindi di coprire circa il 70% dei consumi del complesso produttivo, garantendoe un risparmio del 15% del costo energetico. Il 14 si sono aperte le porte di Adesital di Ubersetto di Fiorano (Modena). Tra le chicche si sono segnalate le procedure di raccolta differenziata, le misure per la riduzione delle polveri emesse (scese al 30% del limite consentito) e l'introduzione di motori ad alto rendimento che hanno consentito di abbattere i consumi elettrici dell'11% pur in presenza di un aumento della produzione del 3% (2010 sul 2009). Il 15 maggio anche alla Polyglass di Ponte di Piave (Treviso) il pubblico ha potuto toccare con mano innovazioni destinate all'aumento dell'efficienza degli impianti, della qualità dei prodotti (fra cui membrane impermeabilizzanti che utilizzano materie riciclate e possono contribuire all'ottenimento dei crediti per la certificazione Leed degli edifici), e della tutela di salute, sicurezza e ambiente.
Il 21 e 28 maggio si apriranno i cancelli degli stabilimenti Mapei di Latina e di Robbiano di Mediglia. Nell'occasione saranno inaugurati gli innovativi impianti fotovoltaici realizzati con Edison, di cui parliamo a parteRCe