Accessorio moda: Marcolin presidente di Fiamp

Succede a Cleto Sagripanti, vice Riccardo Braccialini. Obiettivo: rafforzare le sinergie tra le associazioni per far crescere l'export, rafforzare le relazioni con la politica e valorizzare le manifestazioni fieristiche. il fatturato aggregato dell'accessorio moda italiano è di oltre 24 miliardi di euro con una quota destinata all’esportazione superiore all’80%

Cirillo Marcolin è il nuovo presidente di Fiamp, la Federazione italiana dell’accessorio moda persona aderente a Confindustria, per il bienno 2015 - 2017 mentre vicepresidente sarà Riccardo Braccialini, presidente di Aimpes, l’Associazione italiana manifatturieri pelli e succedanei.

Marcolin, presidente di Anfao, succede a Cleto Sagripanti e l’avvicendamento è avvenuto con il rinnovo delle cariche nel consiglio generale Fiamp che si è svolto in occasione di theMicam e Mipel in Fiera Milano alla presenza di tutte le associazioni aderenti alla Federazione (Aimpes – pelletteria, Anfao - occhialeria, Assocalzaturifici – calzature, Federorafi - oreficeria-gioielleria e Aip - pellicceria). Fiamp è impegnata a valorizzare tutte le associazioni della Federazione – occhialeria, calzature, pelletteria, oreficeria e pellicceria - che rappresentano attualmente i settori strategici per l’esportazione del made in Italy nel mondo.

“L’export relativo ai primi 5 mesi del 2015 ha registrato una crescita significativa in valore pari al 7,8% rispetto allo stesso periodo del 2014, superando la quota di 10,5 miliardi di euro – dice Cleto Sagripanti -. Questi dati sono il risultato di una linea di continuità che che ci ha visti affrontare tutti insieme i mercati e le difficili sfide del contesto internazionale. Una collaborazione e una sinergia che ha coinvolto tutti gli aspetti legati alla filiera e ci ha portato a coprire il 6,2% del totale export nazionale, un dato in crescita rispetto al 2014”.

“Il lavoro del mio predecessore – afferma Cirillo Marcolin – si è svolto in continuità al percorso di collaborazione tra le nostre associazioni con l’obiettivo di creare maggiori sinergie. Raccolgo volentieri il testimone per proseguire in questa direzione, impegnandomi sin d’ora affinché l’industria dell’accessorio moda venga adeguatamente rappresentata in tutti i contesti istituzionali, così come merita”.

“Voglio ricordare - sottolinea - che il fatturato aggregato del comparto italiano dell’accessorio moda è di oltre 24 miliardi di euro con una quota destinata all’esportazione superiore all’80%, rappresentiamo circa 21.000 aziende produttrici e 163.000 addetti. Fondamentale sarà il rafforzamento delle relazioni con la politica, sfruttando il dialogo positivamente avviato, per allargare le rappresentanze di filiera, instaurare nuove iniziative sinergiche e valorizzare anche le nostre manifestazioni fieristiche, vero patrimonio del sistema moda mondiale”.