Addio a Leslie Nielsen il detective di "Una pallottola spuntata"

E' morto ieri in Florida l'attore comico canadese Leslie Nielsen. Aveva 84 anni. Tra i film che lo hanno reso noto c'è la saga di "Una pallottola spuntata", ma anche "L'aereo più pazzo del mondo"

Milano - "Una pallottola spuntata", "L'aereo più pazzo del mondo", "S.P.Q.R. 2000 e 1/2 anni fa", citi questi film e ti viene in mente lui: Leslie Nielsen, con quella faccia simpatica e la grossa chioma bianca. L'attore comico è morto ieri in Florida in seguito alle complicazioni di una polmonite, in un ospedale vicino alla sua casa di Fort Lauderdale, assistito dalla moglie e dai suoi più cari amici. Quasi 60 anni di carriera alla spalle, con interpretazioni che hanno fatto ridere il mondo: dal detective Frank Drebin in "Una pallottola spuntata", passando per "L’avventura del Poseidon" (1972), fino al cult "L’aereo più pazzo del mondo" e a "Dracula: morto contento" di Mel Brooks. Nielsen ha fatto tappa anche in Italia con "S.P.Q.R. 2000 e ½ anni fa", diretto da Carlo Vanzina nel 1994. Canadese naturalizzato americano, Leslie Nielsen era nato da genitori danesi e gallesi e aveva studiato alla Lorne Greene Academy of Radio Arts di Toronto prima di trasferirsi negli Stati Uniti.

I suoi film Fratello dell’uomo politico Erik Nielsen (primo ministro del Canada dal 1984 al 1986) e nipote dell’attore premio Oscar Jean Hersholt, recitò anche in film drammatici e di fantascienza, come "Il pianeta proibito" (1956) e "L’avventura del Poseidon" (1972). All’inizio della sua carriera sostenne anche un provino per far parte del cast di Ben-Hur di William Wyler, ma non venne preso. Durante gli anni ’60 e nei primi anni ’70 diventò una guest star televisiva, in ruoli di dottore, avvocato, o ufficiale di polizia, grazie alla sua inconfondibile chioma bianca. Passò quindi al filone comico-demenziale degli anni ’80 sotto l’egida della ditta Zucker-Abrahams-Zucker, in pellicole come "L’aereo più pazzo del mondo" e la trilogia di "Una pallottola spuntata" (1988, 1991, 1994), che parodiavano i film catastrofici, polizieschi e horror in voga nella cinematografia del periodo. Recentemente Nielsen aveva interpretato ruoli più impegnati e si era dedicato al teatro, al doppiaggio di cartoni animati e aveva prestato la voce per spot pubblicitari e programmi per l’infanzia.
Le recenti esperienze Negli ultimi anni aveva trovato il tempo di partecipare al terzo (2003) e quarto episodio (2006) della fortunata serie comico-parodistica Scary Movie, diretta dall’amico e mostro sacro del cinema demenziale americano David Zucker. Tra i numerosi premi, Leslie Nielsen vantava anche una Stella nella Hollywood Walk of Fame al 6541 di Hollywood Boulevard ed era stato inserito nella Canadas Walk of Fame. Sposato quattro volte, lascia tre figli e otto nipoti.