Algeria, 90% a Bouteflika L'opposizione: "Voti falsi"

Presidente riconfermato con il 90,24 per cento dei voti: terzo mandato consecutivo. Dietro di lui la leader dei lavoratori,
Louisa Hanoune

Algeri - Il presidente uscente algerino Abdelaziz Bouteflika si è aggiudicato il 90,24% dei voti. Lo ha reso noto in una conferenza stampa ad Algeri il ministro dell’Interno Yazid Zerouhni. Bouteflika, in carica da 10 anni, ha così ottenuto il preannunciato plebiscito assicurandosi un terzo mandato presidenziale che lo manterrà alla guida del paese maghrebino fino al 2014. Al secondo posto l’unica donna leader del Partito dei lavoratori, Louisa Hanoune, con il 4,22%. Segue Moussatouati del Fronte nazionale algerino con il 2,31%. Poi Mohammed Younsi del partito islamico El islah con l’1,37%, Ali Rebaine del piccolo Ahd54 con lo 0,93% e Mohammed Said dell’islamico moderato Partito per la giustizia e libertà con lo 0,92%. L’affluenza alle urne è stata del 74,54%.

Bomba nel giorno delle elezioni Il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika si è avviato auna vittoria facile, mantenendo così il potere nello stato africano produttore di petrolio, recentemente alle prese con continue ribellioni di gruppi islamici. Ma una bomba è esplosa nella parte orientale della città nel giorno delle elezioni, ferendo due poliziotti ed evidenziando le sfide che il presidente dovrà affrontare, come il tentativo di porre un freno agli attacchi dei militanti o le riforme necessarie per risollevare settori della società, frustrati da una diffusa povertà e dalla mancanza di lavoro.

Affluenza record E’ stato reso noto che l’affluenza alle urne si è aggirata sul 74,11%, una percentuale maggiore rispetto alle precedenti elezioni presidenziali e che dimostra come la richiesta di boicottaggio fatta dall’opposizione non sia stata accolta dalla maggior parte dei 34 milioni di cittadini algerini. Gli altri cinque candidati alla presidenza non si sono rivelati avversari ostici per Bouteflika, 72enne veterano della guerra di indipendenza che l’Algeria ha combattuto contro la Francia, che verrà eletto per il suo terzo mandato. Gli analisti avevano previsto che l’unico fattore che avrebbe potuto delegittimare l’attuale presidente sarebbe stato la scarsa affluenza al voto.

I festeggiamenti dei supporters "Sono rimasto molto sorpreso dalla grande affluenza, anche in zone che sono solite boicottare le elezioni", ha detto alla Reuters Mohamed Lagab, professore di scienza politica alla Algiers University. "In ogni caso, l’alta percentuale di affluenza alle urne dimostra che coloro che avevano invitato al boicottaggio non hanno influenza né politica né sociale". Ore prima dell’annuncio ufficiale, per le strade di Algeri, già si sentono i supporter di Bouteflika che festeggiano la vittoria con cori e fuochi d’artificio.

Opposizione: "Operazione disonorevole"
Il leader del FFS, Hocine Ait Ahmed, da anni in "esilio volontario" in Svizzera, ha definito le presidenziali che si sono svolte ieri nel paese maghrebino "una violazione politica e un’operazione disonorevole". "Il presidente Bouteflika", si legge in una lettera inviata alla stampa da Ait Ahmed, "ha invitato il popolo algerino alle urne; poi si è assicurato una vittoria senza rischi e senza lasciare le urne al popolo".