All’Urbe inaugurato un nuovo air-terminal

L’aeroporto di Roma Urbe, scalo al servizio della città e della Regione per attività istituzionali e di business aviation, ha un nuovo terminal. Lo spazio, un’aerostazione passeggeri realizzata interamente con fondi Enac con un intervento dal valore di circa 800mila euro, è stato inaugurato ieri mattina alla presenza del sindaco Gianni Alemanno, del presidente dell’Enac Vito Riggio e del ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli.
Il nuovo terminal dispone di una hall di accoglienza, percorsi funzionali per i passeggeri in partenza e in arrivo, aree ristoro, spazi per gli uffici di enti di stato e del controllo traffico aereo. Il sindaco ha tenuto a sottolineare come l’inaugurazione del nuovo terminal è «un primo passo per la riqualificazione dell’aeroporto dell’Urbe che è un’infrastruttura indispensabile alla nostra città». Nel quadro degli interventi per l’Aeroporto di Roma Urbe, delineati nel Piano elaborato dall’Ente nazionale aviazione civile, si inserisce anche la realizzazione del nuovo fabbricato polifunzionale, in corso di costruzione, che consentirà di dotare l’aeroporto di maggiori spazi dedicati alla Direzione aeroportuale Enac e agli enti di Stato, tra cui vigili del fuoco, polizia, guardia di finanza. I lavori (la progettazione è stata realizzata da Oneworks spa) sono in corso e dovrebbero essere ultimati entro la prossima estate. L’importo di queste opere ammonta a circa 900mila euro.
In programma anche la realizzazione della rotazione della pista di volo. Per il potenziamento dell’aeroporto dell’Urbe, «occorre puntare su una partnership pubblico-privata», ha detto Riggio. Mentre Matteoli ha sottolineato la necessità di «adeguare anche le infrastrutture di collegamento all’aeroporto». E se il presidente dell’Acer Eugenio Batelli ha sottolineato come l’inaugurazione del nuovo terminal sia «un momento importante che testimonia la volontà del Paese di scommettere sullo sviluppo della nostra città nonostante la crisi economica», il sindaco ha fatto notare come l’aeroporto dell’Urbe «può diventare un city airport». Per potenziarlo, è necessario «il coinvolgimento degli enti locali e dell’imprenditoria privata».
«Quella di oggi è l’inaugurazione di una struttura fondamentale che permette di guardare al futuro delle infrastrutture della città, come a quelle nazionali, con rassicurante ottimismo», ha detto il presidente del IV municipio Cristiano Bonelli.